HOME
 Tutti i tracciati sismici sia in real time che in archivo ultime 24ore e comunque archiviati e disponibili su questo sito sono formati e pubblicati  dall'Osservatorio Vesuviano - INGVe liberamente tratti dal relativo portale web al seguente indirizzo: http://www.ov.ingv.it/ov/. Le segnalazioni con indicazioni dei probabili eventi sui singoli sismogrammi operata dall'autore del sito hanno solo scopo divulgativo e di informazion e non ha alcun carattere scientifico. Essa è del tutto provvisoria, indicativa. Gli eventi indicati sono solo probabili eventi mentre l'effettiva catalogazione da parte dell'Osservatorio conferisce ufficialità e certezza agli eventi registrati dalle stazioni sismiche.  La dicitura http://meteovesuvio.altervista.org sui sismogrammi sta ad indicare l'autore delle evidenziazioni sui sismogrammi archiviati in proprio database interno. Si ribascisce che per informazioni di carattere scientifico occorre rivolgersi all'Osservatorio Vesuviano - INGV in quanto scopo e fine del presente sito web è esclusivamente divultativo ed informativo. 

News gennaio-marzo   News marzo-giugno  News giugno-settembre
30/12/14 PICCOLA NEVICATA IN SERATA A BOSCOREALE E NEI COMUNI VESUVIANI
Dopo molti anni si rivede la neve a Boscoreale. Impetuosi venti da Nord hanno spinto nevicate al suolo anche in pianura nel napoletanto con temperature intorno allo zero. Per domani atteso un ulteriore lieve calo termico. Dunque, probabili ulteriori nevicate. Postiamo qui una foto della nevicata scatata a Boscoreale dal gestore del sito.
Ricordiamo che potete seguire l'andamento live della nostra stazione meteo alla seguente pagina:  Stazione meteo Boscoreale

27/12/14 ONDATA DI GELO IN ARRIVO - TUTTI I DATI  IN TEMPO REALE DELLA NOSTRA STAZIONE METEO A QUESTA PAGINA
Previste temperature minime molto basse dopo il passaggio del fronte in discesa dal nord europa. Se si creeranno le condizioni giuste (notti con cielo terso, umidità bassa ed assenza di vento), prevediamo, per la nostra stazione meteo, minime notturne molto basse (di alcuni gradi sotto lo zero) favorite dal fenomeno dell'irraggiamento notturno.
26/12/14 L'EVENTO DEL 19/12/14 AI FLEGREI NON E' STATO UN TERREMOTO
Apprendiamo, dalla pubblicazione del bollettino settimanale relativo ai Campi Flegrei, che quello che avevamo segnalato come probabile terremoto, in realtà non lo è stato. Sul punto, infatti, l'Osservatorio nulla dice, evidenziando che nella settimana che va dal 16 al 23 Dicembre, non sono stati registrati terremoti ai Campi Flegrei. Dunque sembra confermata la notizia comunicata via telefono ad una cittadina, riportata in seconda news del 19/12/14, secondo cui si sarebbe trattato di evento di natura artificiale. Nel bollettino settimanale, tuttavia, l'Osservatorio tace sulla natura dell'evento che pur è stato registrato dalla stazione sismica di Pozzuoli.
20/12/14 Evento registrato nella notte al Vesuvio. evento registrato nella notte alle ore 23.37.42 secondi, ora locale.L'evento è stato rilevato anche da OVOHHZ, come rilevabile nel sismogramma che pubblichiamo.
Nel cerchio rosso è visibile l'evento sul sismogramma BKE, in quello azzurro così come registrato su OVOHHZ. Abbiamo, ovviamente, rispettato le proporzioni dei sismogrammi senza apportare alcuna rettifica di ingrandimento o riduzione. E' notorio che OVOHHZ, rispetto a BKE, restituisce un segnale meno visibile dell'onda sismica. Almeno nella versione web a Nostra disposizione. Attendiamo la catalogazione da parte dell'Osservatorio.
19/12/14 Catalogati con mtd pari a 0.8 ciascuno gli eventi registrati al Vesuvio e da noi segnalati. Gli eventi hanno avuto un ipocentro molto superificiale e sono stati localizzati in area cratere, lato BKE. Quanto ai Campi Flegrei, l'evento non è stato ancora catalogato. Pare che qualcuno dell'Osservatorio abbia riferito, via telefono ad una cittadina, che si è trattato, forse, di un'esplosione artificiale. Vi terremo aggiornati sull'evolversi della situazione.
19/12/14 Ore 8.00 - TERREMOTO DI MEDIA INTENSITA' AL VULCANO FLEGREO - TERREMOTI ANCHE AL VESUVIO.

Terremoto di media intensità registrato ai Campi Flegrei alle ore 03.29.24 secondi, ora locale. L'evento ben visibile sul tracciato si inserisce in un quadro di parametri geochimici anomali, come evidenziato nell'ultimo report mensile dall'Osservatorio. Non è stato ancora catalogato dal personale dell'OV. Eccovi il sismogramma dell'evento. Sismogramma.

Riguardo al Vesuvio, segnaliamo alcuni eventi registrati tra la serata di ieri (ore 21.16.17 secondi) e la nottata di oggi (ore 01.24.31 secondi). Ben visibili, anche questi, nei sismogrammi che pubblichiamo. Trattasi di eventi verosimilmente molto superficiali. Quanto alla mgnitudo, molto verosimilmente, saranno catalogati dall'OV con magnitudo inferiore ad 1.5-1.7. Gli eventi in parola non hanno alcun riscontro visibile sui sismogrammi OVOHHZ che l'Osservatorio mette a disposizione per gli utenti internet. Sono appena evidenti altri piccoli eventi sui sismogrammi bke. In ogni caso, quanto al Vesuvio, trattasi, per quanto è possibile osservare, di sismicità che rientra statisticamente nella media degli eventi registrati. Riportiamo i sismogrammi dei terremoti: 1(evento di ieri) - 2(evento di questa notte). L'Osservatorio non ha ancora catalogato gli eventi.
 
17/12/14 VESUVIO
L'Osservatorio ha catalogato alcuni eventi segnalati nei giorni scorsi. Da notare l'evento che avevamo segnalato registrato il 14.12.14 alle ore 6.22.33 secondi ora locale cui è stata attribuita mtd pari ad 1.8, profondità pari a  1.32km  ed epicentro in area craterica, lato nw, opposto, per capirci al lato est/se dove è posizionata bke.

Rilasciato il bollettino del mese di novembre.

Persiste l'omessa pubblicazione dei dati relativi alla geochimica del Vesuvio che permane da settembre 2014 compreso.


Riguardo agli altri dati, dopo l'accelerazione della subsidenza registrata nel periodo luglio 2012-agosto 2013, si fa notare l'arresto del processo di subsidenza/abbassamento del suolo rilevato dalla stazione BKE1, nel periodo successivo agosto 2013-novembre 2014. Trattasi di dato che molto verosimilmente è di natura temporanea atteso il trend di subsidenza di lungo periodo in atto con riferimento alla stazione BKE1 (cfr. grafico personalizzato - fonte grafico orignario http://www.ov.ingv.it).
La sismicità, in base ai dati pubblicati, si attesta su valori  rientranti nella norma statistica con energia liberata in joule, su scala mensile, molto bassa.
Come detto in precdenza, nessun dato viene rilasciato con riferimento alla sorveglianza della geochimica delle fumarole. Rammentiamo che trattasi di una gravissima omissione atteso che, per costante ed uniforme orientamento della comunità scientifica e come emerge anche dai documenti tecnici del Piano di emergenza per l'area vesuviana, questo parametro, insieme alla sismicità e deformazioni del suolo, è il secondo in termini di importanza. C'è davvero da rimanere basiti ed increduli. E' il terzo bollettino mensile di fila che tace; sono tre mesi che non si hanno notizie di cosa accade alla geochimica (temperature, composizione, pressione) delle fumarole del Vesuvio. A tacere dell'altro dato importante che riguarda la geochimica delle acque dei pozzi dell'area vesuviana. Altro parametro di cui non si ha traccia alcuna.

Passando ai Campi Flegrei, in un quadro di dati geochimici "anomali" (sappiamo che il vulcano è a livello I di attenzione), è da notare che pur in assenza di sismicità significativa, il flusso di CO2 dal suolo fa segnare una nuova spinta al rialzo. In particolare si legge:  "I    flussi    di    CO2 dal    suolo,    misurati    in    continuo    dalla    stazione    FLXOV3    (Fig    2.3.8), mostrano    un    nuovo    aumento    da    valori    medi    di    ~20    kg    m-2d-1 del    mese    di    Ottobre    a    valori    di    ~    33    kg    m-2d-1 nel    mese    di    Novembre".
16/12/14 NELLA NOTTE TRA IL 15 E 16 DICEMBRE 1631 IL VESUVIO ERUTTA VIOLENTEMENTE DANDO LUOGO AD UNA DELLE PIU' CATASTROFICHE ERUZIONI DELLA SUA STORIA - SPECIALE ESCLUSIVO A QUESTA PAGINA
14/12/14 Ore 13.00
AGGIORNAMENTO TERREMOTI

VESUVIO
Tra la giornata di ieri ed oggi sono stati registrati circa 15 eventi. Tra questi spicca l'evento registrato questa mattina alle ore 06.22.33 secondi, ora locale. L'evento in parola  è stato registrato anche da OVO (sismogramma OVO), oltre che come sempre da BKE (sismogramma BKE). Come accaduto in passato, la circostanza che anche OVO abbia registrato in maniera a noi visibile l'evento può essere duplice: una profondità maggiore o un epicentro piu spostato verso OVO che è ubicata, come sappiamo, presso la sede storica dell'Osservatorio.
Riportiamo i sismogrammi di alcuni eventi visibili registrati tra il giorno 12 ed oggi. Sismogramma 1 - sismogramma 2 - sismogramma 3- sismogramma 4 - sismogramma 5.
Ripetiamo che le nostre catalogazioni, così come il numero di eventi, non è dato scientifico, né attendibile e non ha alcuna valenza. Ci limitiamo a riportare quanto osservato. Per informazioni scientifiche occorre rivolgersi esclusivamente all'Osservatorio Vesuviano che detiene tutti i parametri e dati degli eventi registrati.
L'Osservatorio non aggiorna il database dal primo dicembre. Inoltre, non pubblica la geochimica (dato importantissimo) delle fumarole del Vesuvio da circa tre mesi. Fatto gravissimo a fronte dei milioni di euro che sborsiamo di tasca Nostra per pagare lo stipendio al Direttore dr. De Natale ed agli altri circa 100 uomini e donne in forza all'Osservatorio. 
ISCHIA
Nella giornata di ieri sembra che si siano verificati due eventi tellurici ad Ischia che, ricordiamo, è vulcano attivo.
Riportiamo il sismogramma degli eventi.
5/12/14 Siamo costretti a rivedere, ancora, i dati dei terremoti registrati al Vesuvio. L'Osservatorio Vesuviano, rettificando ancora il catalogo Plinio, determina in 92 i terremoti registrati in Novembre. Riporta ad 85 il numero di ottobre e lascia a 650 quello annuale. Cancella i 4 eventi di dicembre.
Attendiamo ancora gli sviluppi per rilasciare dei dati definitivi.

4/12/14 AGGIORNAMENTO TERREMOTI VESUVIO
Catalogati i terremoti del mese di novembre. Dobbiamo, in primo luogo, riscontrare come, dal catalogo Plinio BKE, risulta rettificato il numero di eventi mese di ottobre da 85 ad 89. I terremoti del mese di novembre sono 61. Inoltre i conti non tornano per quanto riguarda il numero complessivo di eventi che, da catalogo Plino, era al 31/10/14 pari a 558. Catalogando in sequenza annuale risultano ora a tutto il 3/12/14, 650 eventi complessivi da inizio anno. Il nostro conteggio, sui dati passati, porta a catalogare 623 eventi (558+4+61).  Prendiamo atto, ovviamente, del numero risultante al 3-12-14 che è pari, dunque, a 650 eventi da inizio anno. Potrebbe esserci stato l'insrimento in catalogo di altri eventi. In ogni caso, il mese di novembre si caratterizza per una sequenza di 20 eventi registrati tra il 29 e 30 novembre. Tutti eventi di bassa magnitudo. La profondità degli eventi non mostra variazioni, mantenendosi sui livelli degli ultimi anni tra 0 e 2 km di profondità. L'energìa liberata è stata di appena 0.26 MJ. Anche la localizzazione prevalentamente craterica degli eventi è in linea con quanto osservato negli ultimi anni.
AGGIORNAMENTO TERREMOTI CAMPI FLEGREI
Registrati sette eventi di bass magnitudo.
Attendiamo, sia per il Vesuvio che per i Flegrei il rilascio del bollettino mensile per avere delle notizie sulla geochimica. Speriamo che qualche dato venga rilasciato per il Vesuvio atteso che già due mesi che non vengono rilasciati dati sulal geochimica.
03/12/14 News del 27/11/14 apparsa su Meteovesuvio Facebook.
Vi racconto una brevissima storiella.

Da lunedì, come da decreto del Presidente del Tribunale di Torre Annunziata notificatomi in quanto Avvocato del Foro di Torre, il Tribunale dalla sua sede provvisoria di Via Regina Margherita di Savoia, traslocherà nelle nuove ali edificate in questi anni dallo Stato presso la sede di Corso Umberto I 437, cioè al confine col territorio di Torre del Greco, in pienissima zona rossa 1. 
Quanti giorni impiegheranno? Nel decreto di parla di sei giorni. Ma già si vocifera di proroghe. Dunque, per evacuare e traslocare un solo Tribunale ci vuole una settimana, con uomini e mezzi ad hoc, senza alcun panico da terremoti in corso..etc.
Per evacuare le 670mila persone della zona rossa, Ospedali, Tribunali, Case Circondariali (alias carceri), scuole, etc..., basteranno, secondo coloro che (ci) comandano, 72 ore. In questo tempo riusciranno a fare tutto. Il tutto con probabili fenomeni sismici in corso, anche rilevanti, stante l'imminente eruzione.
Giustamente, come disse Franco Barberi anni fa, in Italia, in tema di Protezione civile, "siamo i migliori".
Le voci singole ed isolate, come quella dello scrivente, che da decenni sottolineano la necessità di spopolare le aree più a rischio, edificando nuove città od insediamenti in Campania, non vengono ascoltate. Andrebbero sfoltite le aree a vulnerabilità sismica elevata nelle aree più vicine al vulcano e riqualificare a scopo turistico i territori.
Si preferisce, invece, organizzare un esodo biblico dalla dubbia riuscita per varie problematiche verso regioni e posti lontani, con una lungimiranza e scelta dall'alto che fa rabbrividire.
La verità è che nessuno vuol metterci soldi; la verità è che gli interessi in gioco sono molto forti; la verità è che, ancora una volta, si punta già da ora alla ricostruzione.
La verità più amara è che, ancora una volta, la "gente", il "popolo" si disinteressa ed accende l'attenzione solo al primo terremoto o sciame sismico, ponendo la fatidica domanda: sta per scoppiare?
Ma come dice il dr. Franco Gabrielli, siamo fortunati.
Lo invito a trasferirsi in un bel quartiere sovraffollato di Torre del Greco o Portici o Torre Annunziata, giusto per citare qualche cittadina (non me ne abbiano gli amici conterranei). Uno di quei quartieri dove se guardi in alto a stento vedi il cielo, tanto strette sono le strade e tanto vicini i palazzi!
Ma che fortunati che siamo!
Un saluto e buona fortuna, Vesuviani.

News del 3/12/14
Vi racconto la proroga della storiella.
E dunque, proroga fu.
Per la complessità delle operazioni da svolgere, il trasloco-evacuazione del Tribunale - sezione civile, di Torre Annunziata non sarà completato nei tempi previsti e saranno necessari altri 7 giorni.
E dunque, per evacuare-traslocare il Tribunale, sola sezione civile, occorreranno circa 15 giorni.
Per evacuare circa 700mila persone, scuole, ospedali, Tribunali..etc..la protezione civile prevede tempi di 72 ore.
E come mai 72 ore? E' il tempo che la scienza indica come lasso massimo di tempo di previsione dell'eruzione. In pratica, nel pieno di una crisi pre-eruttiva, ad un certo punto, ci diranno: tra 72 ore il Vesuvio erutterà. Ma è proprio così? Cioè, le 72 ore famose saranno proprio 72? Il Vesuvio obbedirà agli ordini? E poi: altra questione che nessuno evidenzia. I tempi tra le varie fasi di attenzione.preallarme-allarme, quali sono? I mesi e le settimane di cui si legge nel Piano di emergenza? Facciamo firmare questa dichiarazione a qualche vulcanologo? O dobbiamo prendere come riferimento quanto viene detto (con onestà intellettuale e scientifica) nel documento ufficiale redatto dal Gruppo di lavoro incaricato di determinare gli scenari eruttivi per il Vesuvio da adottare come riferimento nel Piano di emergenza, dove è detto (pag.40) che non è possibile pre-determinare i tempi della riattivazione del Vesuvio? Come la mettiamo?
ECCO I LIVELLI DI ALLERTA PREVISTI DAL PIANO DI EMERGENZA - Notare bene i tempi di attesa tra un livello e l'altro.

26/11/14 Allerta Vesuvio: "Abiti nella zona rossa? È un vantaggio"
"Abitare nella zona rossa deve essere visto come un vantaggio e non con disdoro o come una iattura".  "Allerta Vesuvio: "Abiti nella zona rossa? È un vantaggio"
Il sistema di protezione civile garantisce al momento opportuno una serie di vantaggi. Ad esempio siamo riusciti a far sottoscrivere al presidente del Consiglio un decreto che cristallizza la zona rossa del Vesuvio, sacramenta i gemellaggi e stabilisce inequivocabilmente che, quando ci sarà un problema sul territorio, questo sarà a carico dell'intera collettività nazionale". "Allerta Vesuvio: "Abiti nella zona rossa? È un vantaggio"
Qui siamo in un luogo in cui il rischio c'è e del quale bisogna avere consapevolezza. Una volta era un merito per un sindaco far uscire il suo comune dalla zona a rischio. L'approccio deve essere diverso ​. E' vero che questi territori non possono avere ulteriori forme accentuate di antropizzazione, ma va seguita comunque la logica di dare servizi e prospettive di sviluppo alla comunità".

Parole del Capo della Protezione Civile Italiana, Franco Gabrielli pronunciate in occasione del l'inaugurazione del  Centro operativo comunale di Protezione Civile di Pozzuoli (20 Novembre 2014).
Fonte: http://www.napolitoday.it/cronaca/vesuvio-zona-rossa-vantaggio.html
Commento del gestore del sito
Buona fortuna Vesuviani.
Noi ci sentiamo extraterrestri.
G.D.


Potrebbe interessarti:http://www.napolitoday.it/cronaca/vesuvio-zona-rossa-vantaggio.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/NapoliToday


Potrebbe interessarti:http://www.napolitoday.it/cronaca/vesuvio-zona-rossa-vantaggio.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/NapoliToday


Potrebbe interessarti:http://www.napolitoday.it/cronaca/vesuvio-zona-rossa-vantaggio.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/NapoliToday
22/11/14 Ore 8.45
VESUVIO

Periodo di quiete sismica. Si registrano solo sporadici eventi di bassissima magnitudo. L'energia liberata è notevolmente bassa e, con molta probabilità, il mese di novembre potrebbe essere archiviato come uno dei mesi a più bassa sismicità/energìa dell'ultimo anno. Il Vesuvio dorme profondamente, dunque.
CAMPI FLEGREI
 Dopo una quiete sismica durata circa venti giorni, nella giornata di ieri (ore 18.47 locali a seguire) sono stati registrati alcuni eventi di cui non conosciamo ancora i dati in quanto non catalogati ancora dall'Osservatorio. Riportiamo qui il sismogramma degli eventi.
ISCHIA
Riportartiamo qui il sismogramma di un probabile terremoto occorso ad Ischia il 15 Novembre alle ore 15.16.30 secondi circa (ora locale). L'evento non è catalogato. Ecco il sismogramma del probabile terremoto.
15/11/14 NUOVA PAGINA STAZIONE METEO CON DATI PIOGGIA IN TEMPO REALE - DA NON PERDERE - LINK QUI
12/11/14 BOLLETTINO MENSILE VESUVIO - FLEGREI. CI RISIAMO: PER IL SECONDO MESE DI FILA OMESSI I DATI DELLA GEOCHIMICA DEL VESUVIO
Per noi fa sempre scalpore e notizia il modus agendi dell'Osservatorio.
In una discussione avuta su noto social network l'altro giorno, qualcuno dell'INGV mi diceva che bisogna collaborare tutti insieme per risolvere l'intricata situazione del rischio Vesuvio e mi invitata, non molto velatamente, ad assumere un atteggiamento collaborativo.
Con tutta la buona volontà possibile, non è accettabile che si ometta, per due mesi di fila, la pubblicazione dei dati della geochimica del Vesuvio. Ma non lo è non perché qui si sostenga che ci sia qualcosa da nascondere, ma per semplici principi di diritto, prima che di rispetto verso i Vesuviani. 
E' molto triste stare a recriminare, lottare, azionare rimedi legali, per ottenere la pubblicazione di dati che non appartengono all'Osservatorio Vesuviano INGV ma al popolo, alla gente, ai cittadini, a chi rischia la vita vivendo in un territorio a rischio.
Non una parola nell'ultimo bollettino, non una sulla geochimica del Vesuvio. La geochimica è uno dei parametri più importanti da monitorare nei vulcani quiescenti come il Vesuvio.
Chi vuole può leggere il bollettino mensile a questo link.
 G.D.
08/11/14
CAMPI FLEGREI
Rilasciato il bollettino settimanale. L'Osservatorio conferma che con riferimento all'evento di mtd 1.9 del 30/10, si è trattato di due eventi separati da 4 secondi. Al primo non è stata attribuita magnitudo, al secondo, come sappiamo, mtd di 1.9. Noi confermiamo, invece, le nostre perplessità non fosse altro per il fatto che ci sembra molto chiaro che il sismogramma a nostra disposizione mostri chiaramente un non corretto funzionamento del sismografo. L'evento delle ore 12.54.47 UTC termina di colpo, ripetiamo, senza coda sismica. Questo potrebbe indicare un cattivo funzionamento del sismografo. Mai visto nulla del genere. Chiedermo ufficialmente spiegazioni all'Osservatorio che dispone di altri tracciati dell'evento.
Viene catalogato altro piccolo evento con mtd pari a 0.1 registrato pochi secondi prima. Troviamo poi, per la prima volta da quando leggiamo i bollettini, il riferimento ad un valore di PGA dell'evento. Come sempre, distinguendosi per la loro chiarezza e mostrando l'alto interesse a far comprendere a tutti i cittadini quello che dicono, l'Osservatorio non spiega ne cosa sia il PGA né cosa significano quei valori. Noi vi diciamo che il PGA è acronimo di Peak Ground Acceleration: letteralmente significa accelerazione di picco al suolo e sta ad indicare la massima accelerazione al suolo indotta dal terremoto. Il valore è espresso in g, dove g sta per accelerazione di gravità. Ora, ciò detto, i valori di 0.10 e 0.15 registrati dagli accelerometri con riferimento all'evento in parola cosa ci dicono? L'Osservatorio non dice nulla. Non sappiamo perché l'Osservatorio ha inteso fornire quel dato. Proseguendo oltre, viene evidenziato il continuo sollevamento del suolo, mentre nulla viene detto sulla geochimica. Qui il link al bollettino.

VESUVIO
Registrato un evento nella tarda serata di ieri. L'evento sembra di bassa magnitudo, <0.5. Sismogramma. Inoltre, segnaliamo altri segnali sismici evidenti sul tracciato BKE di questa mattina. Non è ben chiaro se trattasi di eventi. Sismogramma.
Giusto per inciso, notiamo che la stazione sismica OVO HHZ ha da alcuni giorni un gain pari a 256. Questo rende praticamente inservibile il segnale sismico che è molto disturbato. Questo, sempre per assicurare massima trasparenza ai cittadini!

4/11/14 AGGIORNAMENTO TERREMOTI MENSILI VESUVIO - FLEGREI

VESUVIO
Nel mese di ottobre sono stati registrati 85 eventi. Uno sciame di  28 terremoti è stato registrato il giorno 25 ottobre in occasione dell'evento catalogato con mtd 1.6 dall'Osservatorio. Altro piccolo sciame di 13 eventi è stato registrato il giorno 6 ottobre, due giorni dopo l'evento di mtd 2.2 registrato il 4 ottobre. Abbiamo aggiornato il grafico mensile dei terremoti. In totale, solo 4 eventi hanno avuto una magnitudo superiore ad 1 ed uno con magnitudo superiore a 2 (evento del 4.10 mtd 2.2). Tre eventi hanno avuto una magnitudo compresa tra 0.5 ed 1, mentre la restante parte è restata confinata a magnitudo pari od inferiore a 0.5. Si è trattato, dunque, di una sismicità a bassissima energia, come è confermato dall'energia liberata che approssimativamente può essere stimata in 9 MJ circa.

CAMPI FLEGREI
Durante il mese di ottobre sono stati registrati 20 terremoti. Con riferimento al terremoto di mtd 1.9, va detto che l'Osservatorio permane con una catalogazione doppia dell'evento avendo assegnato al primo segnale sismico una mtd negativa pari a -2, mentre ha assegnato mtd 1.9 all'evento successivo. Rimandiamo alla news del 31/10/14 dove esprimiamo perplessità sul fatto che si sia trattato di due distinti eventi. Prendiamo atto della catalogazione ufficiale fatta dall'Osservatorio. L'energia liberata, di conseguenza, è stata di molto superiore rispetto a quella media osservata negli ultimi periodi, assestandosi a circa 1.9 MJ, contro i 0.18 MJ di settembre,  i 0.04 MJ di agosto e 0.003 MJ di luglio. Su questo dato pesa, ovviamente, l'evento molto energetico di mtd 1.9.
 
2/11/14 +++ ATTENZIONE +++
LIVELLI DI ALLERTA - ORDINE DI EVACUAZIONE - FENOMENI PRECURSORI ERUZIONE VESUVIO - 
Nuova pagina da non perdere.
31/10/14 Ore 13.45
CAMPI FLEGREI
L'Osservatorio ha pubblicato il bollettino settimanale relativo al periodo 21-28 ottobre. Si evidenzia la registrazione di 14 ettremoti concentrati per lo più nello sciame del 25 ottobre e la ripresa del sollevamento del suolo. Nulla è detto sulal geochimica. Sarà curioso vedere, col rilascio del prosismo bollettino, cosa sta accadendo al sollevamento del suolo e, soprattutto, come verrà descritto l'evento di mtd 1.9 di ieri che ha avuto una forma d'onda stranissima. Si nota, infatti, dapprima un evento improvviso durato pochi secondi, poi una pausa di 4 secondi e l'evento cui è stata attribuita la mtd di 1.9. La popolazione, come si legge nell'articolo che postiamo qui, ha avvertito i due eventi distinti e separati. Lascia perplessi come il primo segnale non abbia una fase discendente di distribuzione omogenea dell'onda, ma praticamente termini d'un colpo. Lo si può osservare nel dettaglio qui allegato. Potrebbe trattarsi di un cattivo funzionamento del sismografo? Oppure si deve dar credito all'articolo che parla di due eventi distinti? L'Osservatorio, in effetti, cataloga due eventi: uno di mtd N.D. alle ore 12.45.47 e, dopo 4 secondi, quello con mtd 1.9. Il primo è forse un'esplosione? Ripetiamo, sorprende il vuoto asosluto di segnale tra i due eventi e le nostre sono semplici supposizioni. Eccovi uno zoom dell'evento:


Attendiamo il prossimo bollettino per avere delucidazioni.
30/10/14 Ore 14.05
CAMPI FLEGREI - Probabile terremoto di media intensità.

Alle ore 13.54 locali è stato registrato dal sismografo della stazione STHV dell'Osservatorio Vesuviano un evento ai Campi Flegrei che sembra essere di intensità superiore a quelli registrati negli ultimi periodi. Lesistenza di un vuoto temporale nella registrazioen dell'evento ci fa essere cauti circa l'attribuzione del segnale ad una effettiva onda sismica. Tuttavia, se di terremoto si tratta, è evidente che esso si discosta, per intensità, dagli ultimi terremoti rilevati ai Flegrei. Nessuna catalogazione da parte dell'Osservatorio, per ora.
Riportiamo qui il sismogramma evento.
Ore 14.30
Mentre scrivavamo la news l'Osservatorio ha catalogato l'evento come terremoto di mtd 1.9 con profondità a 1.8 km circa. L'evento è stato localizzato in zona Solfatara. Riportiamo a questo link la catalogazione fatta dall'Osservatorio.
Seguiremo la situazione passo passo. Ricordiamo che i Flegrei sono in fase di attenzione e che non esiste un piano di evacuazione operativo per la popolazione. Ricordiamo ancora che il medesimo Osservatorio Vesuviano si trova in zona rossa Flegrei e che dovrebbe essere evacuato in caso di riattivazione del vulcano flegreo.
Questa è l'Italia.
L'Osservatorio è anche in ritardo con la pubblicazione del Bollettino settimanale dei Flegrei periodo 21-28 ottobre.
Ore 15.30
Pubblichiamo qui il grafico della magnitudo dei terremoti Flegrei storico dal 2000 al 2014. L'evento di oggi è uno tra i più energetici e si inserisce in un quadro complessivo di criticità che richiede la massima attenzione.


Aggiornamento ore 19.45
Pubblichiamo qui la nuova catalogazione degli eventi effettutata dall'Osservatorio. Troviamo altri eventi di piccola magnitudo registrati in adata odierna.

28/10/14
L'Osservatorio ha catalogato, poco fa, alcuni terremoti registrati al Vesuvio durante il piccolo sciame del 25 ottobre.
Al più energetico è stata assegnata una magnitudo di 1.6, con epicentro zona cratere lato nw e profondità pressoché nulla. Catalogati altri due eventi con mtd. 04 e 0.6, entrambi sempre con epicentro nel cratere a profondità di poco inferiore al livello del mare, tranne uno che ha registrato una profondità poco superiore ai 2km. Alleghiamo catalogazione degli eventi e sismogramma del 25 ottobre. Stralcio catalogazione Osservatorio - piccolo sciame sismico.
26/10/14 Aggiornamento.
L'anomalìa termica del 2005 e quel terremoto del 30 Agosto.

Aggiornamento VESUVIO.

Nella notte si sono verificati altri tre eventi di magnitudo bassa.  Abbiamo contato in tutto 17 eventi verificatisi tra le ore  19.40 del 25.10 e le 02.00 del 26.10. Sarà l'Osservatorio Vesuviano a dirci di che tipo di eventi si è trattato, magnitudo, epicentro ed ipocentro. Ripetiamo che le magnitudo che talvolta assegniamo agli eventi è frutto di una semplice interpretazione amataoriale basata su anni di osservazioni ma non ha alcun tipo di valore scientiifico. Solo chi detiene i tracciati integrali è in grado di catalogare scientificamente i terremoti. Rimandiamo sempre all'Osservatorio Vesuviano INGV per info scientifiche.
Qui possiamo solo affermare che, statisticamente, in passato abbiamo assistito ad altri piccoli sciami di eventi come quello di ieri notte. Dunque, tutto nella norma, con la riserva che la sismicità, da sola non basta. Chi può escludere che in concomitanza di uno sciame di tal fatta si siano verificati cambiamenti nelle temperature di alcune fumarole, magari durati anche solo poche ore e poi rientrati? Ovvio che trattasi di un quesito e non di un'affermazione. Ovvio che, scientificamente, non può escludersi una simile eventualità. Ovvio che solo l'Osservatorio può fornirci risposte, perché solo l'Osservatorio dispone di tali dati in tempo reale e li trattiene e non divulga in maniera, per noi, illegittima. Ma ai Vesuviani ed alla comunità scientifica "indipendente" (esiste????) la cosa non tange, a quanto pare!

Aggiornamento CAMPI FLEGREI.
Fatta la doverosa premessa che stante la situazione di "attenzione" in cui si trova il vulcano Flegreo, ogni evento ha importanza a se, va detto che anche qui è stato registrato un evento piu significativo alle ore 00.34.35 secondi (ora locale). Potrebbero esserci altri eventi di magnitudo minore che è davvero complicato individuare sui tracciati messi a disposizione dall'Osservatorio. Attendiamo, anche qui, la catalogazione che verrà data agli eventi.
25/10/14 Ore 21.45 - Aggiornamento: terremoti anche ai Flegrei. Riportiamo qui il grafico. Trattasi, molto probabilmente, di una mera coincidenza. Ricordiamo che per il ricercatore dell'Osservatorio dr. Mastrolorenzo, i due vulcani sarebbero alimentati dalla medesima camera magmatica. Al riguardo, ribadiamo, non vi è uniformità di vedute nella comunità scientifica. Per quanto ci riguarda ci piace pensare che la quasi concomitanza di eventi di stasera sia frutto di una mera coincidenza temporale. Ovvio che solo analisi scientifiche da parte del personale che dispone dei dati, potrà dirci se di coincidenza si è trattata.

Aggiorniamo
il grafico eventi del Vesuvio che prosegue nel suo mini sciame iniziato pochi minuti fa.

Ritorna a farsi sentire il Vesuvio con un terremoto registrato alle ore 19.40.10 secondi, ora locale. E' seguito da piccoli eventi e da un evento di magnitudo comunque bassa. Il terremoto, ampiamente atteso, visto il periodo di grande quiete sismica, potrebbe avere una mtd stimata di 1.8 circa, mentre il secondo sembra avere una magnitudo stimabile intorno a 0.8-1. Attendiamo la catalogazione ufficiale dell'Osservatorio. Va segnalato come l'vento principale sia ben visibile anche su OVO. L'onda sismica sembra mostrare una localizzazione un po differente rispetto al solito in quanto si intravede un'onda P (tracciato BKE) sorgente. Vedremo nei dati della catalogazione. Riportiamo il sismogramma eventi.
21/10/14 NUOVA ZONA ROSSA FLEGREA - L'OSSERVATORIO VESUVIANO SAREBBE  DA EVACUARE?

Era il 15-4-2014.  A questo link pubblicavamo una mappa della probabili zone rosse Flegrei-Vesuvio. L'Osservatorio Vesuviano, ricadeva in piena zona rossa Flegrea. Ecco che è di ieri la notizia apparsa su vari quotidiani locali (Il Mattino e Metropolis web) secondo cui sarebbero state definite le linee guida della nuova zona rossa ai Campi Flegrei che comprenderebbe:  i comuni di Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Quarto, parte di Marano e una piccola zona di Giugliano, nonché alcune zone di Napoli (Bagnoli, Fuorigrotta, Pianura, Soccavo, Posillipo, Chiaia, una parte di Arenella, Vomero e Chiaiano, e una piccolissima parte di San Ferdinando). Insomma, avevamo perfettamente ragione. L'Osservatorio Vesuviano, fece una scelta alquanto infelice quando, dopo la crisi sismica del 1999 (su cui torneremo a giorni con una importante news), si spostò a Fuorigrotta.Troppo complicato capire che i Flegrei erano e sono un potenziale super-vulcano. Bah!
19/10/14
NASCE IL COMITATO "IL VESUVIO AI VESUVIANI"
Ho creato un Gruppo/Comitato su  Facebook denominato "Il Vesuvio ai Vesuviani". E' possibile iscriversi al Gruppo/Comitato seguendo il link: 

https://www.facebook.com/groups/639553962823752/

Invitiamo, chiunque dovesse condividerne causa, fini scopi ad aderire.
Riportiamo le "Informazioni" sul Gruppo disponibili su Facebook.
"Il Gruppo nasce dall'esperienza Meteovesuvio, sito web e pagina facebook. Iscrivendosi al Gruppo, si aderisce al Comitato spontaneo, senza scopo di lucro e volontaristico, denominato "IL VESUVIO AI VESUVIANI". La mission del Comitato è quella di ottenere la pubblicazione in tempo reale su internet dei dati relativi al monitoraggio geofisico e geochimico del Vesuvio. Tali dati, acquisti in tempo reale dalla rete di sorveglianza dell'Osservatorio Vesuviano, non sono, ad oggi, pubblicati se non in maniera sporadica e parziale.
Il Comitato si propone altresì lo scopo di ottenere la massima divulgazione dei piani di emergenza e di protezione civile, nonché di tutte le informazioni idonee ad informare e tutelare la popolazione dal rischio di ripresa dell'attività vulcanica al Vesuvio
Presidente di diritto del Comitato è lo scrivente avv. Giuseppe D'Aniello.
L'iscrizione non comporta alcun obbligo, se non quello di usare un linguaggio appropriato, non offensivo.
In qualunque momento ci si può cancellare dal Comitato, semplicemente cancellandosi dal gruppo.
E' gradita una partecipazione attiva.
Il Presidente del Comitato, nonché Amministratore del Gruppo si riserva il potere di eliminare post ritenuti allarmistici e non in linea con le finalità del Gruppo/Comitato.
Saranno rimossi e/o non accetati all'interno del gruppo, persone o enti con profili falsi e/o non identificabili e/o con nomi di fantasia aventi come fine quello di nascondere la propria identità.
Un saluto a tutti gli iscritti.
Avv. Giuseppe D'Aniello"
17/10/2014 LA LINEA NERA "GURIOLI" CHE DELIMITA LA NUOVA ZONA ROSSA - SCOPRIAMO COSA DICE  L'AUTRICE DELLO STUDIO

La linea Gurioli, giusto per chiarire, è quella linea nera che vedete a questo link e che delimita la nuova zona rossa. Prende il nome dall'autrice primaria dello studio in cui comparve per la prima volta nel 2010.

In un'intervista apparsa il 24/04/2013 sul sito http://www.rivistahydepark.org, la dr.ssa Lucia Gurioli, coautrice dello studio "Pyroclastic flow harard assessment at Somma Vesuvius based on geological record",  preso di riferimento dalla Commisisone Grandi rischi nel 2012 per ridisegnare la nuova zona rossa, così risponde alla domanda del giornalista:

DOMANDA - Il limite della black line (linea GURIOLI) lo possiamo definire garantista rispetto a quali tipologie eruttive e a quali fenomeni?

RISPOSTA DELLA GURIOLI
: " La linea nera non era assolutamente stata pensata come un limite di rischio. Se io dovessi tracciare un qualcosa, innanzitutto disegnerei una fascia nera piuttosto che una linea. Poi, questo nero é un segmento tracciato e basato su limiti di depositi, e quindi rappresenta un valore minimo di riferimento [...]. Quindi, per me la linea nera non dovrebbe essere utilizzata in termini di tutela, o comunque dovrebbe essere utilizzata come un limite minimo di riferimento. Per tracciare una carta di pericolosità utile per la prevenzione, occorre fare un lavoro più ponderato e finalizzato, ma non era questo lo scopo della pubblicazione. Teniamo presente inoltre, che questa carta deve essere completata con altri elementi di studio che riguardano ad esempio i depositi di caduta, dei quali noi non facciamo alcun cenno nell’articolo scientifico"

Avete letto bene: la linea rappresenta un valore minimo di riferimento - lo scopo della pubblicazione non era quello di fare da base per un piano di emergenza.
Ma cosa dice la Protezione civile? Orbene, dice che  la linea Gurioli è lo scenario più garantista per i cittadini (pdf riunione del 27 giugno 2012 in cui si approva la linea Gurioli). Poniamo dunque un quesito: come si è potuto utilizzare uno studio che non era pensato per la redazione di un piano di emergenza proprio per quel fine? Se la Gurioli stessa sostiene che quella linea rappresenta il minimo di garanzia, come si può affermare che inceve non sia così?  La dr.ssa Gurioli è quantomai limpida nel suo pensiero.

Come sempre ci poniamo dei quesiti che ci sembrano più che logici. Vorremmo delle risposte.

Rilasciato il bollettino mensile dei Vulcani Campani, cui rimandiamo. Si segnala che per il Vesuvio non ci sono novità di rilievo. MANCA TOTALMENTE la geochimica relativa al Vesuvio e questo è inaccettabile e scandaloso, oltre che contrario ai doveri che la Legge impone agli uomini dell'Osservatorio.
 Permangono le condizioni di anomalìe rilevanti nei dati raccolti ai Campi Flegrei.  Addirittura ai Pisciarelli pare non sia stato possibile effettuare rilievi dall'emissione principale a causa delle rilevanti emisisoni gassose e gli operatori sul posto hanno assistito a boati!
11/10/2014 Ore 7.30 - CATALOGAZIONE TERREMOTI VESUVIO
L'Osservatorio Vesuviano ha finalmente catalogato gli eventi registrati al Vesuvio al 10 Ottobre. Con riferimento ai tre eventi da noi segnalati come terremoti di magnitudo media, spicca l'evento del 4/10 cui è stata attribuita mtd pari a 2.2 (avevamo indicato una mtd tra 1.9 e 2.3), con profondità ad 1.22 km, epicentro più spostato verso OVO lato nw del cratere (come avevamo ipotizzato), come per gli altri due del 5 e 6 ottobre catalogati con mtd 1.8 e 1.5. In totale, sono stati registrati, nei primi dieci giorni di ottobre, 28 eventi , con una sequenza pare di 13 eventi registrata il giorno 6 ottobre. Abbiamo aggiornato il grafico eventi mensili-energia al 10 ottobre (fonte dati O.V. INGV). Si nota, ovviamente, un aumento relativo dell'enenergia liberata rispetto a tutto settembre, a fronte della concentrazione di eventi con magnitudo media in pochi giorni registrata ad ottobre. I dati numerici rientrano ampiamente nelle osservazioni storiche di eventi registrati al Vesuvio.
Dunque, gli eventi con maggiore magnitudo rilevati da OVO in maniera più distinta rispetto al solito, hanno avuto un epicentro in zona cratere ma spostati più verso la ubicazione della stazione sismica OVO. La  profondità degli eventi più energetici si è attestata intorno ad 1.5km. Avevamo ipotizzato nelle nostre news che la evidenza degli eventi anche su OVO potesse essere dovuta a due fattori: epicentro degli eventi spostato piu verso nw e/o maggiore profondità.  Eccovi il dettaglio delle catalogazioni (fonte O.V. INGV):


Rilasciato anche il bollettino settimanale dei Campi Flegrei al sette ottobre. Nulla di particolare da segnalare, se non la registrazione di due eventi di bassissima magnitudo ed il costante sollevamento del suolo. Avremo maggiori dettagli, anche con la geochimica, nel bollettino mensile di settembre che non è stato ancora rilasciato.
08/10/14 +++ IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL'INGV SAREBBE ILLEGITTIMO - CONFLITTO DI INTERESSI PER MOLTI MEMBRI +++
Secondo un articolo apparso sul quotidiano online IlSOLE24ORE (vedi articolo http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-09-25/terremoto-tutto-casa-i-maghi-geologia--185349.shtml?uuid=AB9A1ExB ) il CDA dell'INGV sarebbe da rifare. Nell'articolo si legge della esistenza di conflitto di interessi di molti membri e di altre irregolarità. Rimandiamo al testo dell'articolo sopra richiamato.
Qui occorre precisare che il CDA, composto da un Presidente e quattro membri, è di nomina essenzialmente politica. Il Presidente e due membri sono di nomina diretta del Ministro del MIUR, dunque la maggioranza. Altri due membri sono elettivi. Nessun concorso per nessuno, dunque.
Precisamo che il CDA dell'INGV nomina, tra l'altro, il Direttore dell'Osservatorio Vesuviano. Quindi, qualora dovesse decadere il CDA, riteniamo che sarebbe un atto dovuto la presentazione di dimissioni da parte del Direttore dr. Giuseppe De Natale oppure, in assenza di queste, riteniamo che debba riteneresi decaduto in quanto nominato da Organo privo dei necessari poteri per costituzione contra legem. Vedremo come andrà a finire la vicenda.
Ricordiamo che il Presidente dell'INGV dr. Gresta ha assunto la difesa dell'Osservatorio Vesuviano nel giudizio che lo ha visto perdente contro l'Osservatorio promosso dal gestore del sito, avv. Giuseppe D'Aniello.
7/10/14 +++ IN DATA ODIERNA ABBIAMO INVITATO IL DR.LUCA D'AURIA, RESPONSABILE DEL CENTRO MONITORAGGIO GEOFISICO, A PROVVEDERE ALLA IMMEDIATA CATALOGAZIONE DEGLI EVENTI CHE SI REGISTRANO AL VESUVIO +++
In dettaglio, abbiamo chiesto il ripristino della voce "preliminare" accanto agli eventi catalogati atteso che l'Osservatorio dispone di sofisticata rete e software di rilevamento che consente di attribuire in tempo reale magnitudo, epicentro e profondità agli eventi registrati con insignificanti margini di errore. La voce "preliminare" consentirebbe all'Osservatorio di classificare poi con calma il dato definitivo dell'evento. Del resto questo accade ordinariamente con TUTTI gli altri terremoti registrati in Italia tramite la rete ISIDE dell'INGV.
Abbiamo altresì chiesto i tempi di pubblicazione della nuova stazione sismica.
Per il momento l'istanza è stata rivolta in via informale. Qualora dovesse persistere tale stato di cose, attiveremo procedure ed iniziative per costringere in via giudiziaria alla immediata pubblicazione della catalogazione degli eventi.
Non escludiamo alcun tipo di iniziativa giudiziaria.
La strafottenza, l'indifferenza, l'inadempienza ai propri obblighi e doveri NON è concessa a chi riveste un ruolo pubblico e si trova ad essere responsabile della pubblica incolumità.
Un saluto a tutti.
Giuseppe D'Aniello
6/10/14 Ore 07.30
Registrato in mattinata (ore 03.37.09 secondi) un terremoto  al Vesuvio. Anche questo evento è ben visibile su OVO. Riportiamo il grafico bke ed ovo: sismogramma BKE.
Si attende la catalogazione dell'Osservatorio.
05/10/14 Ore 23.30
Registrato poco fa (ore 22.58.14 secondi) un terremoto di magnitudo media al Vesuvio.Riteniamo che l'evento abbia, in via approssimativa, una magnitudo media stimabile tra 1.9 e 2.1. Attendiamo la catalogazione dell'Osservatorio. Anche questo evento è ben visibile su OVO, per cui appare plausibile che l'evento sia più profondo come ipocentro rispetto a quelli degli ultimi periodi. Tuttavia, si ripete, si tratta di mere osservazioni che richiedono conferma da parte dell'Osservatorio. Riportiamo i grafici bke ed ovo: sismogramma BKE - OVO
04/10/14 Ore 14.00
EVENTO DI MEDIA MAGNITUDO REGISTRATO AL VESUVIO
.
Riportiamo di seguito i sismogrammi bke ed ovo di un terremoto di media intensità registrato al Vesuvio alle ore 12.01.23 secondi ora locale. L'evento, ben visibile stavolta anche su OVO, potrebbe avere, in via del tutto approssimativa, una magnitudo con range tra 1.9-2.3. Attendiamo, ovviamente, la catalogazione ufficiale dell'Osservatorio. La circostanza che sia così ben visibile su OVO induce a ritenere che abbia avuto una profondità superiore a quelle medie registrate negli ultimi periodi e/o che abbia un epicentro localizzato più verso il lato ovest/nw del Vesuvio. Vi terremo aggiornati. Ecco intanto i sismogrammai eventi: sismogramma BKE - OVO
Aggiornato il grafico mensile al 30 settembre terremoti-energia Vesuvio.
01/10/2014
ATTENZIONE - COMUNICATO IMPORTANTE
Ottenuto nuovo risultato importante per il monitoraggio sismico del Vesuvio

Con richiesta formale rivolta all'Osservatorio Vesuviano INGV del 20/08/2014, (vedi news del 21/08/2014) premettavamo quanto segue:
"- [...]da circa due giorni il segnale sismico della stazione BKE è in avaria;
- comuqnue, durante le ore diurne, persiste una sostanziale inutilizzabilità per l'utenza web del segnale anzidetto a causa del ben noto disturbo del segnale causato, a quanto pare, dal passaggio del Bus Turistico che sale da via Matrone;
- l'altro segnale sismico reso disponibile relativo alla stazione OVO HHZ non consente all'utenza web di visualizzare gli eventi tellurici che interessano il Vesuvio aventi magnitudo inferiore a 2 circa;
- la situazione attuale, pertanto, equivale alla non pubblicazione effettiva, fattiva e fruibile del segnale sismico di eventi tellurici minori registrati al Vesuvio.
Tanto premesso, considerato che
- dopo la decisione della Commisisone centrale per l'accesso ai documenti amministrativi dovrebbe essere chiaro al Direttore dr. Giuseppe De Natale che sussiste specifico obbligo da parte dell'Osservatorio Vesuviano INGV di rendere pubblici e disponibili i tracciati sismici rilevati dalle stazioni installate sul Vesuvio ( e di tutti i dati del rilevamento, trattandosi di dati "ambientali" ) e ciò in ragioni di diverse disposizioni di Legge [...];
- l'Osservatorio ha installate e funzionanti sul Vesuvio, con monitoraggio in continuo, ben 19 stazioni sismiche;
- esiste, di pari, il monitoraggio in continuo di alcuni dati (es. temperature) di alcune fumarole del Vesuvio e questi dati sono trasmessi alla sala operativa dell'Osservatorio in tempo reale e visibili tramite software dedicato su appositi monitor;
- uno dei compiti primari dell'Osservatorio Vesuviano INGV, istituzione ed organo pubblico, è quella della divulgazione e diffusione a tutti dei dati dei rilevamenti geofisici e geochimici rilevati al Vesuvio e vulcani Campani;
- ad oggi l'Osservatorio non ha ancora adempiuto alla decisione della Commissione 3.27 del 17.6.14 in quanto non ha fornito un catalogo completo con distinzione degli eventi tra VT ed LP".
Sulla scorta di quanto sopra, chiedavamo:
1- la pubblicazione e messa a disposizione di tutta l'utenza web e/o dello scrivente e/o qualuqnue altro interessato, tramite collegamento internet, dei sismogrammi in tempo reale del numero massimo di stazioni sismiche possibili e non solo di BKE ed OVO HHZ, stante l'assoluta inadeguatezza allo scopo di queste due stazioni;
2- la pubblicazione e messa a disposizione di tutta l'utenza web e/o dello scrivente e/o di qualuqnue altro ineteressato del catalogo sismico del Vesuvio con l'indicazione della natura e classificazione dei terremoti tra VT ed LP;
3- la pubblicazione dei dati del rilevamento geochimico (es. temperature) di una o più fumarole presenti all'interno del bordo del cratere del Vesuvio e/o sul fondo del cratere, tramite pubblicazione di link del rilevamento in tempo reale che è a disposizione dell'Osservatorio Vesuviano."

Orbene, l'Osservatorio ha risposto nella tarda serata di ieri. Disattese alcune richieste, salutiamo un nuovo successo storico ed importantisismo.
La novità  più importante è che a breve, a seguito della Nostra richiesta, l'Osservatorio renderà disponibile sul sito la consultazione dei tracciati in tempo reale di una nuova stazione sismica posta sul cratere del Vesuvio, in aggiunta ad OVO HHZ e BKE V. Abbiamo ricevuto comunicazione ufficiale in tal senso dall'Osservatorio Vesuviano INGV.

Non possiamo che salutare con grande soddisfazione personale e per tutti i cittadini vesuviani  la presa d'atto della legittimità delle Nostre istanze. Non appena disponibile, pubblicheremo sulla home il sismogramma real time della nuova stazione sismica.
Intendiamo, quindi, per ora, evidenziare il risultato ottenuto ed apprezzare la scelta collaborativa dimostrata sul punto da parte del Direttore dell'Osservatorio Vesuviano dr. Giuseppe De Natale.
Rimane ancora tanto da fare, come detto.
Un saluto a tutti i visitatori del sito.
Avv. Giuseppe D'Aniello (ideatore, gestore e webmaster del sito).

CAMPI FLEGREI
Rilasciato tempestivamente il bollettino settimanale dei Campi Flegrei. Registrati nove terremoti di bassa magnitudo nel periodo 23-30 settembre, localizzati nella zona Solfatara a circa due km di profondità.  Prosegue la fase di sollevamento del suolo in atto. Nessun dato relativo alla geochimica. Nel bollettino mensile verranno forniti dettagli in merito.

Sett14
26/09/14
CAMPI FLEGREI
L'Osservatorio pubblica il bollettino settimanale periodo 17-23 settembre. Spiccano alcuni fattori: dei 17 terremoti registrati nella settimana, alcuni sono stati avvertiti dalla popolazione. L'Osservatorio riferisce di persone che hanno telefonato asserendo di aver avvertito gli eventi, benché il più energetico abbia avuto una mtd pari a 0.9. Gli eventi avvertiti, in particolare, si rifriscono allo sciame del 20, giorno in cui venne registrato il famoso evento con mtd pari ad 1.7. Orbene, l'Osservatorio, chiarisce che, come avevamo preannunciato nella news del 21/09,  si trattò di tre eventi in sequenza, con mtd 0.6, 0.7 e 0.1 (solo per l'evento con mtd 0.6 hanno individuato la profondità a 2.2km). Fatto sta che è stato proprio in relazione a questo sciame che sono arrivate le maggiori segnalazioni telefoniche dalla popolazione.  Eventi con magnitudo molto bassa avvertiti dalla popolazione, dunque. Per il resto, si segnala l'andamento al rialzo del suolo che continua e l'assenza di aggiornamenti sulla geochimica.
 Rammentiamo agli utenti che abbiamo richiesto ufficialmente all'Osservatorio spiegazioni sulla vicenda della magnitudo 1.7 dell'evento dei Felgrei, con istanza diretta ad ottenere i metodi/criteri/formule utilizzate per assegnare la magnitudo ai terremoti vesuviani e flegrei. Nessuna risposta, per ora.
25/09/14 Ore 12.30
Ripristinato da qualche ora il segnale sismico.
Ore 8.30
La rete sismica dell'Osservatorio Vesuviano risulta off-line, così come tutta l'area del sito relativa al catalogo PLINIO.  Pertanto i sismogrammi LIVE dei terremoti e quelli delle ultime 24 ore non sono disponibili. Ci scusiamo per il disagio. Nessun avviso del grave disservizio è presente sulla home page dell'Osservatorio, né viene in altro modo segnalato il problema.
Siamo in attesa del rilascio del bollettino settimanale relativo ai Campi Flegrei periodo 17-23 settembre.
23/09/2014 Ore 21.00
L'INGV  rettifica la la magnitudo dell'evento dei Flegrei,
uniformandosi a quella pubblicata dall'Ossrevatorio Vesuviano. Il tutto, ovviamente, DOPO la Nostra segnalazione. I data odierna abbiamo richiesto al Direttore dr. Giuseppe De Natale come catalogano gli eventi, in base a quali formule, per il Vesuvio e per i Flegrei. Giusto per essere chiari riportiamo a questo link il file pdf estratto oggi alle ore 14 dove si legge che l'INGV aveva catalogato a 1.7 la mtd dell'evento. Questo tanto per la chiarezza.
Ore 14.00 - 

L'Osservatorio cataloga alcuni eventi. Spicca, con riferimento al famoso evento di mtd 1.7 dei Campi Flegrei del 20.09.2014 ore 22.09.41 secondi UTC (corrispondente alle ore 00.09.41 secondi local time del 21.09.2014), una differente attribuzione di magnitudo pari a 0.6. Insomma, INGV vs OSSERVATORIO VESUVIANO INGV. Stesso evento, attribuita una magnitudo completamente diversa. Qui l'evento come catalogato dall'INGV, qui come compare su Plinio.  Chiederemo ufficiali spiegazioni al Direttore dell'Osservatorio in data odierna.
Quanto al Vesuvio, invece, troviamo catalogato con mtd pari ad 1.2 l'evento di ieri 22/09 (sismogramma). Non è stato catalogato, invece, l'altro evento del giorno 21/09 (sismogramma).
22/09/2014 Ore 13.00
A distanza di circa un mese, l'Osservatorio pubblica il bollettino dei vulcani campani relativo al mese di agosto. Non ci sono particolari novità da segnalare, se non che, per i Campi Flegrei, persiste un aumento delle temperature della fumarola Pisciarelli ed un aumento della concentrazione di gas magamtici. Il tutto, unito alla sismicità recente, mostra come persista l'intrusione di "fludi magmatici" nel sistema idrotermale del vulcano Flegreo (pag.11 Bollettino di agosto).
Quanto al Vesuvio, prosegue la sismicità ordinaria del vulcano con leggero abbassamento del livello del suolo registrato ormai da decenni dalle stazioni GPS situate sul cratere. La geochimica della fumarola FC2 (fondo cratere) non mostra variazioni significative. Non vengono rilasciati i dati delle temperature delle fumarole del Vesuvio (fondo e bordo cratere). Ricordiamo ancora che per i Campi Flegrei si è in attesa della pubblicazione del Piano di evacuazione non ancora disponibile sul sito della protezione civile.
Segnaliamo, infine, un evento registrato stamane al Vesuvio e non ancora catalogato, unitamente a quelli dei giorni precedenti (Vesuvio e Flegrei).
21/09/2014 Ore 9.00
VESUVIO
Dopo una intensa e prolungata fase di quiete sismica, assistitamo ad alcuni eventi tipici Vesuviani. Trattasi dell'evento di ieri sera e quello registrato stamane (con piccolissime repliche). Gli eventi rientrano ampiamente nella normale dinamica del Vesuvio.
CAMPI FLEGREI
Probabili eventi registrati nei giorni scorsi. Riportiamo i sismogrammi 1 - sismogramma 2. Uno dei due eventi sembra costituito da due o tre eventi accodati. L'evento sembra sia stato catalogato dall'INGV come avvenuto in mare a largo di Pozzuoli con mtd 1.7. Questo per la nota separazione di competenza: gli eventi del Vesuvio e dei Campi Flegrei non vengono mai catalogati su ISIDE dell'INGV ma dall'Osservatorio Vesuviano nei propri cataloghi.
Tutti gli eventi evidenziati non compaiono ancora nel catalogo sismico Plinio.
Siamo ancora in attesa del rilascio bollettino mensile di agosto.
17/09/14 L'Osservatorio Vesuviano INGV ha pubblicato in data odierna il bollettino settimanale dei Campi Flegrei al 16 settembre. Registrati 12 eventi, a profondità relativamente bassa e con epicentro nella zona Solfatara-Pozzuoli. Si conferma il sollevamento del suolo in atto, nulla viene detto circa il tasso di aumento settimanale e la geochimica. Attendiamo il bollettino mensile di agosto per avere ulteriori informazioni.
Abbiamo notato un aumento di energia degli eventi degli ultmi giorni, pur sempre contenuti in magnitudo molto basse <1. A questo punto, come sempre spinti da mera curiosità e da nessun altro scopo (siamo costretti a precisare anche questo!!!), abbiamo confrontato l'energia liberata in Joule dal vulcano Flegreo, selezionando un periodo ampio gennaio 2013 - maggio 2014 e quello più recente appunto giugno 2014- al 7 settembre (ultimo dato disponibile per l'energia in joule - grafici fonte: http://ov.ingv.it). Ora, nonostante l'enorme disparità di periodi e nonostante non siano ancora ricompresi i due sciami  del 10 e 16 settembre, rileviamo come l'energia liberata dal vulcano è praticamente raddoppiata nel solo periodo giugno-7settembre facendo registrare un valore di 0.12MJ, equivalente a 120KJ rispetto ai 55 KJ circa del periodo 1 gennaio 2013 - maggio 2014. Questo dato mostra come siamo di fronte ad una fase in cui vengono registrati mediamente eventi più energetici.
16/09/2014 Ore 14.00
Dopo la Nostra news, l'Osservatorio, con rapidità inusuale, ha catalogato alcuni eventi registrati in data odierna  ai Campi Flegrei. Segue la catalogazione rilevabile sul catalogo Plinio (fonte http://ov.ingv.it):
    DATA       ORA        MD     LAT           LONG      PROF
2014/09/16 08:30:11     0.4     40.8213     14.1418     0.11
2014/09/16 04:17:37     0.1     40.8187     14.1405     1.65
2014/09/16 01:45:12     1.0     40.8187     14.1358     1.58
2014/09/16 01:34:01     0.2     40.8232     14.1303     1.00
2014/09/16 01:21:19     1.0     40.8200     14.1333     1.20
2014/09/16 01:06:33     0.5     40.8315     14.1453     2.12
2014/09/16 01:05:57     -0.8     40.8192     14.1322     1.33
2014/09/16 01:05:44     -1.1     40.8180     14.1347     1.54
2014/09/16 01:01:47     -0.8     40.8220     14.1312     1.35
Trattasi di nove eventi localizzati in area Solfatara, con profondità relativamente bassa.

Ore 12.00
SCIAMI DI TERREMOTI AL VULCANO CAMPI FLEGREI - RILASCIATO IN RITARDO IL BOLLETTINO SETTIMANALE

In data odierna l'Osservatorio Vesuviano INGV ha rilasciato con notevole (e, riteniamo, inaccettabile) ritardo il bollettino settimanale relativo ai Campi Flegrei. Si tratta del bollettino al 9 settembre che andava rilasciato in quella data od immediatamente dopo. Oggi 16 settembre o domani dovrebbe essere rilasciato quello nuovo settimanale. Ricordiamo, in tutto questo, che all'Osservatorio lavorano circa 100 persone.
Andando al monitoraggio rileviamo come sono ben visibili una serie di eventi che si stanno verificando da questa notte al vulcano Flegreo. Rimettiamo i sismogrammi degli eventi che riusciamo a visualizzare. Sismogramma 1 - sismogramma 2
Nel bollettino settimanale obsoleto del periodo 2-9 settembre, l'Osservatorio ci dice che sono stati registrati otto eventi con magnitudo bassa, aggiungiamo noi, superiore a quella degli ultimi sciami sismici. Pur rimanendo, difatti, confinata all'interno di un range tra -1.1 ed 1, è evidente che ci sono ben 4 eventi con magnitudo pari o superiore a 0.7 registrati in poco tempo, cosa che non è riscontrabile almeno per l'ultimo biennio, come visibile nel catalogo Plinio pubblicato. Ecco l'elenco dei terremoti pubblicato nel bollettino:
Data Magnitudo Lat. N Long. E Prof. (km)
2014/09/03 12:14:31.93 -0.3 40° 49' 21.72" 14° 08' 03.12" 1.45
2014/09/03 12:14:42.26 -1.1 40° 49' 08.40" 14° 08' 12.48" 1.00
2014/09/04 18:54:37.14 0.9 40° 49' 19.20" 14° 06' 47.52" 0.92
2014/09/04 18:55:3.76 1.0 40° 49' 19.20" 14° 06' 59.40" 2.00
2014/09/04 19:55:32.18 0.9 40° 49' 19.20" 14° 07' 07.32" 2.00
2014/09/04 20:44:21.42 0.7 40° 49' 19.20" 14° 07' 01.92" 1.34
2014/09/04 20:44:45.76 -0.3 N.D. N.D. N.D.
2014/09/05 14:30:51.37 0.1 40° 49' 16.32" 14° 08' 44.88" 1.34

Lo sciame sismico in atto mentre scriviamo si aggiunge, dunque, alla sismicità pregressa e, molto verosimilmente assisteremo ad un continuo sollevamento del suolo, se non ad una accelerazione. Ma questo lo sapremo solo col bollettino che, si spera, l'Osservatorio pubblicherà oggi stesso o domani.
Ricordiamo a tutti gli utenti che il vulcano Campi Flegrei mostra variazioni significative in alcuni parametri monitorati ed in particolare in quello geochimico con elevate concentrazioni di gas magmatici (CO2). A questo si accompagna un continuo sollevamento del suolo che pare accelerare durante gli sciami sismici. Tant'è che da circa due anni lo stato di sorveglianza del vulcano è passato a livello 1 "attenzione", dal livello 0 "base". Ricordiamo ancora che NON esiste per i cittadini dell'area Flegrea un Piano di evacuazione operativo. Nessun cittadino flegreo sa cosa dovrebbe fare, dove andare...etc..in caso di riattivazione del vulcano flegreo, né ha cognizione di un Piano di evacuazione. La Protezione civile nazionale, come da news precedente, non pubblica alcun piano di emergenza per i Campi Flegrei. Afferma che esiste un Piano del 2001 in aggiornamento e che quanto prima pubblicherà un dossier sul proprio sito analogamente a quanto accade per il Vesuvio.
Oggi, 16 settembre ore 12, ancora non viene rilasciato e pubblicato il bollettino mensile di agosto dei vulcani campani, unico bollettino dove l'Osservatorio rilascia anche alcuni dati del monitoraggio geochimico.

Non vogliamo essere polemici e rispettiamo il lavoro svolto dagli uomini dell'Osservatorio ma riteniamo assolutamente inaccettabili i ritardi con cui vengono rilasciati i bollettini, per non parlare della scarsissima divulgazione dei dati sismici e geochimici e di tutte le carenze più volte denunciate.  Questo nonostante sia chiaro ormai al Direttore De Natale che sussiste un obbligo specifico alla pubblicazione di dati che non appartengono né all'Osservatorio né alla protezione civile, ma sono semplicemente dati di natura ambientale e in quanto tali DEVONO essere resi pubblici, immediatamete fruibili e disponibili ai cittadini in tempo reale. Ma questo concetto, nonostante la vittoria che abbiamo avuto nel ricorso per la nota vicenda del catalogo sismico completo inesistente al Vesuvio, non vuole essere accettato dal Direttore De Natale e dagli esponenti dell'INGV.  L'atteggiamento ostativo assunto dall'INGV e dal Direttore De Natale non fa altro che alimentare proprio quelle testate giornalistiche e quei gridi di allarme che vengono lanciati a destra e manca. Per quanto riguarda la linea del Nostro sito web, confermiamo che è Nostra intenzione portare avanti campagne di trasparenza senza alcuno altro scopo se non quello di informare, divulgare e, dunque, svolgere azione di protezione civile. La storia delle Nostre battaglie che vanno avanti sin dal 1997-98 quando l'Osservatorio non pubblicava alcun dato in tempo reale, è sempre la stessa: trasparenza.  Esistono uomini, risorse economiche, strumenti e mezzi a disposizione per farlo.
Ricordiamo che siamo in attesa di risposta alla nostra richiesta di accesso e pubblicazione dei dati della geochimica e di altre stazioni sismiche disponibili in tempo reale che sono disponibili al personale dell'Osservatorio ma non pubblicati sul sito.
12/09/2014 LA PROTEZIONE CIVILE RISPONDE ALLA RICHIESTA DI ACCESSO AL PIANO DI EMERGENZA/EVACUAZIONE DEL VESUVIO E DEI CAMPI FLEGREI.
Con comunicazione via PEC ricevuta in data odierna il Dipartimento della Protezione civile Nazionale - servizio contenzioso - risponde alla Nostra richiesta di accesso ai Piani di emrgenza/evacuazione per il Vesuvio ed i Campi Flegrei.
Rammentiamo, brevemente, che in data 7 Agosto 2014 avevamo sollevato una serie di quesiti alla Protezione civile circa la documentazione presente sul sito web con riferimento alla gestione di una eventuale crisi al Vesuvio ed ai Campi Flegrei. La questione più rilevante era ed è la inesistenza di un documento unico e consultabile riguardante la gestione dell'emergenza in caso di riveglio del Vesuvio e/o dei Campi Flegrei.
 Rimettiamo a questo link la mail integrale di richiesta di accesso.
Orbene, la protezione civile Nazionale, sostanzialmente, conferma che non esiste ancora né per il Vesuvio né per i Campi Flegrei un Piano di emergenza/evacuazione che sia costituito da un documento aggiornato, unico e consultabile dai cittadini, rimandando ai Piani comunali. Viene detto che la documentazione disponibile sul sito della Protezione civile (che linkiamo nella nostra pagina web), è sostanzialemente documentazione di natura tecnica. Ad un certo punto si legge: "[...] Tale documento (Piano di emergenza, ndr) quindi, pur essendo disponibile alla consultazione, non va inteso come un documento di divulgazione delle informazioni al cittadino [...]".
Quanto ai Campi Flegrei, viene confermata l'esistenza di un Piano di emrgenza ma non viene fornito un link e non viene indicato come accerdervi. Si rimanda ad un prossimo ed imminente aggiornamento del medesimo con un dossier che verrà pubblicato sul sito.
Ma ritieniamo sia più interessante, a questo punto, lasciarvi alla lettura della integrale comunicazione che abbiamo ricevuto.
Ciascuno tragga le proprie conclusioni.
Link alla risposta integrale della protezione civile.
10/09/14 VESUVIO - AGGIORNAMENTI - ore 13
Continua la rivisitazione degli eventi da parte dell'Osservatorio. Ricordate l'evento di media intensità del 1 settembre? E' stata appena rivista la magnitudo, al rialzo, da 1.8 ad 1.9. Sono stati  inoltre catalogati alcuni eventi di settembre da noi segnalati. In particolare, agli eventi più significativi del 3, 4 e 7 settembre è stata attribuita una magnitudo pari, rispettivamente, a 1.2, 1.8 ed 1.7. L'evento del 6 settembre ha avuto una magnitudo pari a 0.8. Si distingue, statisticamente, l'evento del 7 settembre, che segna una profondità pari a 4km, discostandosi dalla profondità media degli eventi degli ultimi due anni confinata, quasi sempre nei due km o meno di profondità. Si può notare facilmente, nel grafico, come dal primo gennaio 2012 all'oggi, la sismicità è concentrata sopra i 2 km di profondità e che molto raramente si registrano eventi al di sotto di tale soglia. Va precisato che negli anni antecedenti il 2012 al Vesuvio si registravano, sporadicamente, eventi con profondità tra i 2 e 4 km e, molto più raramente, sotto i 4km. Discorso a parte per la crisi sismica del 1999-2000. Link per approfondimenti.
Aggiornato anche il numero di eventi di settembre 2014 al giorno 7, con un numero di 33 terremoti.
09/09/14 VESUVIO - AGGIORNAMENTI
L'Osservatorio ha ripristinato l'accesso al catalogo PLINIO. Ovviamente non mancano le sorprese. Come avevamo preannunciato, il catalogo era stato messo offline per rettifiche ai terremoti. Notiamo, infatti, dal confronto tra il catalogo presente al giorno 1-9-14 e quello disponibile stamattina, l'inserimento dell'evento dai noi segnalato ma non inserito, del 12/08 con ml pari a 1.5. Inoltre, sono state rettificate alcune profondità degli ultimi eventi ed apportati aggiustamenti agli epicentri. Segnaliamo ancora che manca l'evento del giorno 11 agosto che si inserì in un piccolo sciame sismico di 13 eventi (vedi grafico eventi agosto - fonte  http://sismolab.ov.ingv.it/sismo/index.php?PAGE=SISMO/last&area=Vesuvio - elaborato da Giuseppe D'Aniello). L'evento, che si riesce ad individuare in altro modo nel catalogo Plinio come evidente nel grafico, ebbe una ml pari a circa 1.2, identica a quello del 10 agosto (catalogato). Tuttavia non compare nell'elenco terremoti come se i tecnici dell'Osservatorio non sono riusciti ad individuarne ipocentro ed epicentro.
Rileviamo ancora che dal catalogo Plinio risultano registrati nel mese di agosto 54 terremoti. Il dato non è corretto. Difatti basta estrarre il dettaglio mensile  per osservare un vuoto di circa otto giorni dal 18 al 26 agosto compreso, in cui al Vesuvio non sarebbero stati registrati eventi. Trattasi, piu o meno, del periodo in cui la stazione BKE era in avaria. Il mancato funzionamento di una stazione sismica su 19 installate e monitorate non può certo giustificare la mancata catalogazione di eventi. Vedremo, nei giorni a seguire, quando verrà pubblicato il Bollettino mensile, cosa ci dirà l'Osservatorio Vesuviano.
Infine, notiamo che non sono stati ancora catalogati ancora alcuni eventi registrati dal 2 settembre ad oggi. Pensiamo agli eventi del 3,4,6,7 settembre, per indicare i più rilevanti.
+++ AGGIORNAMENTO +++ ORE 21.30
DOPO LA NOSTRA SEGNALAZIONE, L'OSSERVATORIO HA INSERITO ALTRI EVENTI DEL 23 E 24 AGOSTO ANDANDO A COLMARE IL "VUOTO" DAL 18 AL 26 AGOSTO - NON E' STATO ANCORA CATALOGATO L'EVENTO DELL'11 AGOSTO - PASSATO DA 54 A 63 IL NUMERO DI EVENTI DI AGOSTO - CORRETTO DUNQUE ANCHE IL NUMERO DI EVENTI
08/09/14 VESUVIO
In attesa del Bollettino mensile, registriamo che in data odierna era comparso sul catalogo Plino un numero di eventi mensili al Vesuvio pari a 54, con un vuoto di eventi perdurato per circa dieci giorni dal 17 al 27 agosto circa. Ovviamente, il dato era falsato a causa della mancanza di dati in quel periodo da parte di BKE. Ora, mentre scriviamo, alle ore 22.05, la parte del sito reltaiva alla rete Plino è offline. Non ne conosciamo il motivo, o meglio, immaginiamo che si siano resi conto che quel dato pubblicato era non corretto e in qualche modo stiano provvedendo a reinserire alcuni eventi. Noi attendiamo, pazienti, che arrivino info piu dettagliate. Per ora non ci resta che pubblicare i sismogrammi di una serie di eventi che abbiamo rilevato nei giorni scorsi: sismogramma 1 - sismogramma 2 - sismogramma 3 - sismogramma 4 - sismogramma 5 (FRANA?).
05/09/14 CAMPI FLEGREI
Pubblicato il bollettino settimanale al 2 settembre. Il giorno 30 Agosto sono stati registrati 6 eventi di bassissima magnitudo. Viene confermato l'aumento del trend del sollevamento del suolo ma senza indicazione del tasso annuale. Da inizio anno la stazione RTE ha registrato un aumento di 3cm circa, di cui due negli ultimi due mesi. Nulla viene detto sulla geochimica. Riportiamo, di seguito, l'elenco terremoti registrati ai Flegrei nella settimana di riferimento del bollettino:
 Data                         Mag  Lat. N Long. E                 Prof. (km)
2014/08/30 15:51:50 N.D. N.D. N.D. N.D.
2014/08/30 15:51:51 N.D. N.D. N.D. N.D.
2014/08/30 15:51:52 0.1 40° 49' 22.80" 14° 08' 39.12" 0.15
2014/08/30 15:52:00 -0.5 N.D. N.D. N.D.
2014/08/30 22:12:02 -0.1 N.D. N.D. N.D.
2014/08/30 22:15:18 -0.1 40° 49' 26.40" 14° 08' 33.00" 0.95
In totale, nel mese di agosto, sono stati registrati 40 terremoti.
VESUVIO
Riportiamo i sismogrammi di alcuni terremoti registrati nella notte ed in mattinata al Vesuvio. Gli eventi non sono stati ancora catalogati dall'Osservatorio Vesuviano. Sismogramma 1 - sismogramma 2 . Rammentiamo che trattasi di eventi visibili poiché manca il disturbo del bus turistico. Di questi eventi non vi è traccia su OVOHHZ, l'altra stazione sismica resa pubblica dall'Osservatorio Vesuviano. Qui rendiamo disponibile, infatti, il tracciato parallello delle 4 ore in cui è stato registrato l'evento di questa mattina ore 3.50 UTC (5.50 locali), corrispondente del sismogramma 1 di cui sopra. Noterete l'assenza di segnale sismico all'ora e minuto in cui è stato registrato l'evento.
4/9/14 VESUVIO
Riportiamo, di seguito, i sismogrammi di alcuni terremoti registrati al Vesuvio nei giorni 3 e 4 settembre, ma non catalogati dall'Osservatorio. L'evento del 3-9-14 (ore 16.15 circa - sismogramma) è visibile solo perché in quel frangente non era presente il disturbo del bus turistico. L'altro evento è di poco fa, seguito da una piccola replica (sismogramma).
CAMPI FLEGREI
L'Osservatorio ha catalogato due eventi del 30-9-14, uno dei quali da noi debitamente segnalato. Inoltre, ai Flegrei, sono stati registrati altri eventi poco fa (vedi sismogramma), oltre ad un evento il 3/9/14 alle ore 14.14.30 secondi. Riportiamo il sismogramma degli eventi registrati pochi minuti fa. Prosegue dunque la fase sismica al vulcano Flegreo, con probabile sollevamento del suolo ad essa collegato.
L'Osservatorio, mentre scriviamo (ore 23.10) non ha ancora pubblicato il bollettino settimanale dei Flegrei del 3/09/14, né quello mensile dei vulcani campani.
01/09/14 VESUVIO
Ore 20.37 - L'Osservatorio cataloga l'evento con mtd 1.8 e profondità a 0.19km. Riportiamo qui un esempio di precedenti catalogazioni di eventi.
Registrato alle ore 19.39 locali un evento al Vesuvio che appare di magnitudo media compresa tra 2 e 2.5 (sulla base di precedenti osservazioni). L'Osservatorio non ha catalogato  l'evento.  Eccovi il sismogramma dell'evento:  sismogramma. DA NON PERDERE LA COMPARAZIONE DELLA MAGNITUDO ATTRIBUITA AD ALTRI EVENTI - QUI TABELLA COMPARATIVA.
Campi Flegrei
Registrato in data 30/08/2014 alle ore 22.15.17 (UTC, in locale 31/008/2014 ore 00.15.17) un evento ai Campi Flegrei dove è molto complicato rilevare eventi.
Riportiamo qui il sismogramma.
28/08/14 Rilasciato il Bollettino settimanale dei Campi Flegrei.
Non vengono segnalati eventi ma il ritmo del sollevamento del suolo passa da 2-2.5 cm/anno a 7cm su anno. Dunque, dopo gli eventi delle scorse settimane, si assiste ad un incremento del tasso di sollevamento del suolo.
Quanto al Vesuvio, dopo il rirpistino della stazione sismica bke che consente di rilevare eventi di minore intensità, registriamo tre o quattro eventi avvenuti tra la notte e la mattinata di oggi. Come sempre riportiamo qui i sismogrammi degli eventi vesuviani (abbiamo cerchiato in rosso l'evento con forma d'onda differente che non sembra un tipico evento vesuviano): sismogramma 1 - sismogramma 2.
Ribadiamo che siamo ancora in attesa di avere la catalogazione di due eventi dei giorni 11 e 12 Agosto che non sono stati catalogati nonostante sembra si tartti di eventi con magnitudo tale da consentirne la catalogazione con indicazione di epicentro ed ipocentro.
21/08/14 Ore 13.30
L'Osservatorio ha pubblicato il Bollettino settimanale dei Campi Flegrei periodo 12-19 Agosto. Permane il sollevamento del suolo, mentre vengono catalogati sette terremoti, come da elenco che segue. Nulla  viene detto sulal geochimica.
Data                          Magnitudo   Latitudine    Longitudine           Profondità!(km)
2014/08/12 22:12:54.00   0.3       40° 49' 09.48" 14° 09' 17.28" 1.74
2014/08/12 22:13:02.00   N.D. N.D. N.D. N.D.
2014/08/12 22:13:07.00   N.D. N.D. N.D. N.D.
2014/08/12 22:13:12.00   N.D. N.D. N.D. N.D.
2014/08/12 22:13:13.00   N.D. N.D. N.D. N.D.
2014/08/12 22:18:44.00   0.6      40° 49' 31.80" 14° 08' 31.20"  1.45

Segnaliamo che dalle ore 12 circa il segnale della stazione sismica OVO è assente. Pertanto, mentre scriviamo, poiché permane ancora l'avaria della BKE, di fatto, non è pubblicato on-line alcun rilevamento del segnale sismico registrato al Vesuvio.
NUOVA RICHIESTA FORMALE ALL'OSSERVATORIO VESUVIANO
Nella giornata di ieri abbiamo inviato  una nuova richiesta ufficiale e formale all'Osservatorio dove, dopo argomentazione in fatto e diritto, abbiamo chiesto:
"1- la pubblicazione e messa a disposizione di tutta l'utenza web e/o dello scrivente e/o qualuqnue altro interessato, tramite collegamento internet, dei sismogrammi in tempo reale del numero massimo di stazioni sismiche possibili e non solo di BKE ed OVO HHZ, stante l'assoluta inadeguatezza allo scopo di queste due stazioni;
2- la pubblicazione e messa a disposizione di tutta l'utenza web e/o dello scrivente e/o di qualuqnue altro ineteressato del catalogo sismico del Vesuvio con l'indicazione della natura e classificazione dei terremoti tra VT ed LP;
3- la pubblicazione dei dati del rilevamento geochimico (es. temperature) di una o più fumarole presenti all'interno del bordo del cratere del Vesuvio e/o sul fondo del cratere, tramite pubblicazione di link del rilevamento in tempo reale che è a disposizione dell'Osservatorio Vesuviano."
20/08/14 Pubblichiamo il report mensile della Nostra stazione meteo di Boscoreale. Da notare l'elevato quantitativo di pioggia caduto corrispondete a circa il quadruplo della pioggia media mensile che cade a Luglio. In effetti sono stati registrati ben 81.8mm di pioggia caduta contro i 28.5mm (media su periodo 1971-2000). Qui il report completo in pdf e qui il grafico.
19/08/14 Ore 11.45.
CAMPI FLEGREI - L'Osservatorio Vesuviano rilascia con ampio ritardo il Bollettino settimanale relativo ai Campi Flegrei. I dati più rilevanti sono: un lieve aumento della velocità di sollevamento del suolo rispetto al periodo precedente e la catalogazione di 14 terremoti occorsi nella settimana 5-12 agosto. Nulla viene detto relativamente alla geochimica. Da domani dovrebbe essere rilasciato il bollettino relativo alla settimana 12-19 agosto.
VESUVIO
Permane, al momento in cui scriviamo, l'omessa catalogazione di alcuni probabili eventi registrati nei giorni scorsi, così come permane lo stato di malfunzionamento della stazione BKE. Ricordiamo, per l'ennesima volta, che per le intrinseche caratteristiche della stazione OVO HHZ nel segnale che l'Osservatorio pubblica, NON è possibile senza un segnale BKE funzionane e pulito, osservare i terremoti che si verificano al Vesuvio, se non quelli di intensità maggiore (mtd >2 circa) che sono visibili in parte su OVO HHZ. Questa situazione rende di fatto pressocché inutile la pubblicazione da parte dell'O.V. di un segnale sismico che per la BKE, quando funzionante, è fruibile solo nelle ore della tarda serata e notturne a causa del bus turistico che rende il segnale inservibile.
Nel frattempo sulla home page del sito dell'Osservatorio è comparsa, sin da ieri, la locandina dell'evento "Vesuviando". Prevsite una serie di iniziative, tra cui "Domenica 28 settembre, la Sede Storica di Ercolano dell'Osservatorio ospiterà il concerto della cantante Karima Ammar ed una rappresentazione teatrale di un'eruzione del Vesuvio" (link alla home page della manifestazione). Il progetto è stanziato con fondi della regione Campania e della UE.
17/08/14
Ore 22.45
Vesuvio
La stazione sismica del Vesuvio  BKE è off-line con errore del segnale da circa 24 ore.
L'Osservatorio ha poi catalogato solo alcuni degli eventi registrati in questi giorni. E' doveroso segnalare agli utenti che NON sono stati catalogati i probabili eventi di maggiore intensità registrati  nei giorni 11( sismogramma) e 12 (Sismogramma evento Vesuvio) agosto, mentre sono stati catalogati altri eventi dal 13 al 17 agosto, come da tabella che segue:
Data           Ora (UTC) Mtd      Lat            Long          Prof.
2014/08/17 04:50:49    0.8    40.8195    14.4258    0.10
2014/08/14 16:44:45    0.3    40.8207    14.4315    0.09
2014/08/14 02:12:34    0.6    40.8223    14.4295    0.08
2014/08/13 12:16:11    0.2    40.8193    14.4330    0.16
2014/08/10 13:51:23    0.3    40.8182    14.4230    0.20
Resta aperto il quesito del perché non siano stati catalogati gli eventi dei giorni 11 e 12 agosto. Segnaliamo ancora che a partire dal 21 Luglio  l'Osservatorio, come risulta evidente scorrendo l'elenco a questa pagina, riesce a catalogare, assegnando profondità ed epicentro, anche eventi con magnitudo inferiore ad 1, cosa che avveniva molto raramente prima del 21 luglio.
Ricordiamo, da ultimo, che non è ancora stato aggiornato il catalogo Plino relativo a tutti gli eventi registrati e che l'elenco  degli eventi sopra riportato è assolutamente parziale in quanto riguarda solo quelli per cui, in base alle onde di arrivo P ed S ed altri parametri, i tecnici dell'Osservatorio riescono a catalogare ipocentro ed epicentro. Pertanto non vi è traccia, per ora, di molti eventi minori facenti parte delle segnalate brevi sequenze sismiche dei giorni scorsi.

Per i Flegrei è stato catalogato un solo evento e non risulta ancora aggiornato il catalogo Plinio completo né risulta ancora rilasciato, ad oggi, il bollettino settimanale che doveva essere rilasciato il 13 Agosto. Questi i dati dell'evento catalogato:
Data             Ora          Mtd  Lat                Long       Prof.
2014/08/12 22:12:54    0.3    40.8193    14.1548    1.74
14/08/14 Ore 07.30
VESUVIO
Registrati alcuni nuovi eventi (in totale cinque/sei)  al Vesuvio tra ieri sera (sismogramma) e stamane (sismogramma). Si attende la catalogazione da parte dell'Osservatorio. Gli eventi appaiono di bassa magnitudo.
13/08/14 Ore 14.30
VESUVIO
Registrati nelle ultime ore una serie di eventi al Vesuvio.
 Trattasi di quattro eventi vibili nel sismogramma disturbato della BKE (OVO, ribadiamo ancora, non è in grado di evidenziare, nel segnale reso disponibile, questi eventi). Abbiamo anche segnalato in rosso un evento dubbio. Siamo ancora in attesa delle catalogazioni eventi dei giorni scorsi e del rilascio del bollettino settimanale dei Campi Flegrei. Attendiamo aggiornamenti dall'Osservatorio Vesuviano. Intanto dispoinibili qui i sismogrami eventi: sismogramma 1 - sismogramma 2.

Ore 08.00
VULCANO CAMPI FLEGREI
Nella notte di oggi, alle ore  00.12.54 econdi circa, è stato registrato un terremoto di media intensità. L'evento differisce nella forma d'onda e nella durata dagli altri eventi osservati ultimamente ed appare di magnitudo più elevata. E' stato seguito da un altro piccolo evento. Attendiamo notizie dall'Osservatorio Vesuviano che oggi dovrebbe pubblicare il bollettino settimanale 5-12 Agosto. Vi terremo aggiornati appena possibile. Ecco il sismogramma dell'evento.
12/8/14 Ore 22.30 - Vesuvio
Registrato
poco fa evento al  Vesuvio di media intensità alle ore 22 e 36 secondi circa. In mancanza di catalogazione da parte dell'Osservatorio, sulla base di precedenti osservazioni, stimiamo il terremoto  di intensità compresa tra 1.5 ed 1.8. Subito dopo è stato registrato un evento in Puglia-Basilicata (piana di metaponto), alto Ionio (mtd 3.7). Entrambi gli eventi sono visibili sul grafico. Vi aggiorneremo non appena avremo altre news.. Sismogramma evento Vesuvio.

Ore 08.00

Aggiornamento Vesuvio
Dopo la breve sequenza sismica di ieri sera, registrati alcuni episodici eventi di bassissima magnitudo. Con questi eventi registrati contiamo (salvo errori) che la sequenza iniziata ieri sera ha generato circa 18 eventi fino al momento in cui scriviamo.  Riportiamo di seguito per completezza i sismogrammi dei nuovi eventi: sismogramma 1 - sismogramma 2 - sismogramma 3.
La presenza del disturbo diurno sulla BKE, già in atto,  impedirà di rilevare altri eventi. Come si è potuto ampiamente constatare, la stazione OVO, come più volte ribadito, non rileva, nel sismogramma che ci viene reso disponibile, gli eventi minori.
11/08/14 Ore 22.10
PICCOLA SEQUENZA SISMICA AL VESUVIO - sismogramma

E' stata registrata una breve sequenza sismica al Vesuvio iniziata alle ore 20.03 circa. Trattasi di piccoli eventi di bassa magnitudo. Si distingue un evento di magnitudo maggiore ma che comunque riteniamo possa essere compresa tra 1.2 e 1.6.  Al momento in cui scriviamo (ore 22.10) l'Osservatorio non ha ancora catalogato gli eventi.
Trattasi di una sequenza di circa 10-15 eventi, come segnalato nel sismogramma.
Vi daremo ulteriori notizie appena disponibili.
10/8/14 AGIORNAMENTO VULCANO CAMPI FLEGREI.
Prosegue lo sciame sismico. Registrati altri eventi in data odierna. Riportiamo la tabella degli eventi catalogati dall'Ossrevatorio:
Data             Ora          MD      Prof.
2014/08/10 16:01:03    0.3       1.50
2014/08/10 14:24:02    0.4       2.00
Mentre di seguito trovate i sismogrammi degli eventi da noi segnalati: sismogramma 1 - sismogramma 2.

VESUVIO
Rilevati tre terremoti in data odierna. Uno alle ore  15.51.23 sec con md 0.3 e profondità a 0.2km (sismogramma), catalogato dall'Osservatorio, gli altri due, uno registrato alle ore 03.13.18 sec locali (sismogramma 3) e l'altro alle ore 19.38.35 (sismogramma 4). Aggiungiamo che, per la forma d'onda che ha, riteniamo che l'evento riportato nel sismogramma 3 in verde sia un evento franoso verificatosi sul Gran Cono del Vesuvio. 
8/08/14 AGGIORNAMENTO VULCANO CAMPI FLEGREI
Prosegue lo sciame sismico in atto ai Campi Flegrei che, ripetiamo, sono in fase di "attenzione" dal Dicembre 2012. Riprotiamo, di seguito, l'elenco degli ultimi terremoti per cui l'Osservatorio ha determinato ipocentro ed epicentro: (fonte: Osservatorio Vesuviano -INGV)
DATA   ORA (UTC)   MD       PROF.
2014/08/08 00:08:13    0.1        1.70
2014/08/07 23:57:20    0.2        2.00
2014/08/07 15:41:56    0.7        1.02
2014/08/07 13:48:31    0.2        2.00
2014/08/07 13:48:02    0.0        1.56
Seguiremo, per quanto possibile, l'evolversi della situazione. Gli eventi sono concentrati per epicentro nella zona della Solfatara. Ricordiamo che abbiamo richiesto alla Protezioen civile Nazionale il Piano di emergenza per l'area vulcanica Vesuvio e Campi Flegrei.
06/08/14 Mentre scrivavamo, l'Osservatorio ha pubblicato il bollettino settimanale del vulcano Campi Flegrei e quello mensile.
Vesuvio
I dati (sismicità, deformazioni, geochimica) registrati al Vesuvio non mostrano variazioni significative. Rimandiamo al bollettino dell'Osservatorio.

Campi Flegrei
Registrati 24 eventi in sette giorni. Per tredici di essi è stato possibile determinare la profondità (link al bollettino).
Le deformazioni del suolo mostrano la ripresa del trend al rialzo, come pronosticato. Nuovi record al rialzo delle temperature della fumarola ai Pisciarelli e dellla concentrazione nella emissione di gas magmatici (CO2).  Riportiamo, inoltre, testualmente le parole dal bollettino per quanto riguarda le deformazioni del suolo in località Pisciarelli:
"    Diversi    osservazioni    visuali    nell’area    indicano    una    nuova    emissione    di    fango     sia     dalla     polla     che     dal     vent principale.     Localmente,     risultano    anche    evidenti     fenomeni    franosi     del     versante     e     dell’area     del     vent     principale,     che     hanno     mutato     significativamente     la  morfologia     del     sito.     Tale     fenomenologia     può     essere     imputata,     come     già     registrato     in    precedenti    eventi,    all’emissione    di    una    fase    liquida "  

Ecco il grafico tratto dal bollettino mensile dell'Osservatorio Vesuviano sopra linkato:


TABELLA EVENTI CAMPI FLEGREI ULTIMA SETTIMANA:
Data                           Md Latitudine Longitudine             Prof (km)
2014/07/30!16:30:58 [0.8 40°!49'!27.12" 14°!08'!32.28" 0.64
2014/07/30!16:31:11 [1.1 N.D. N.D. N.D.
2014/07/30!16:51:29 [1.6 N.D. N.D. N.D.
2014/07/30!16:51:38 [0.5 40°!49'!34.68" 14°!08'!28.68" 0.78
2014/07/30!16:54:58 [1.1 N.D. N.D. N.D.
2014/07/30!16:59:26 [0.8 40°!49'!36.12" 14°!08'!35.52" 0.45
2014/07/30!20:53:38 [1.6 N.D. N.D. N.D.
2014/07/31!11:20:11 [0.8 40°!49'!42.60" 14°!08'!31.92" 0.74
2014/07/31!11:20:22 [1.6 N.D. N.D. N.D.
2014/07/31!16:13:35 [0.8 40°!49'!53.40" 14°!08'!19.32" 0.92
2014/08/01!16:06:17 0.7 40°!49' 37.92" 14°!07'!50.88" 2.12
2014/08/01!16:53:41 0.3 40°!49'!00.12" 14°!07'!59.88" 3.10
2014/08/01!16:53:29 0.1 N.D. N.D. N.D.
2014/08/01!22:32:23 [0.3 N.D. N.D. N.D.
2014/08/02 11:24:35 [0.8 N.D. N.D. N.D.
2014/08/02!18:06:20 0.4 40°!49'!40.08" 14°!08'!52.80" 1.91
2014/08/02 15:16:38 [0.2 N.D. N.D. N.D.
2014/08/03!15:53:17 0.0 40°!49'!37.92" 14°!08'!10.68" 2.04
2014/08/03!16:00:27 0.8 40°!49'!12.72" 14°!08'!03.48" 1.79
2014/08/03 16:00:41 [0.3 N.D. N.D. N.D.
2014/08/03!16:00:47 0.7 40°!49'!12.00" 14°!08'!07.08" 2.73
2014/08/04!01:35:12 [0.3 40°!49'!27.48" 14°!08'!37.32" 1.24
2014/08/04!01:36:21 [0.5 40°!49'!32.88" 14°!08'!30.12" 0.56
2014/08/04 01:39:12 [1.1 N.D. N.D. N.D.

Ore 16.30
Registrato poco fa un evento al Vesuvio. Alle ore 16.00.51 locali è stato registrato un terremoto al Vesuvio (vedi sismogramma). Non è stato ancora catalogato ma sembra poter avere una magnitudo locale intorno ad 1-1.2 (trattasi di stima non avente alcun valore scientifico). Riportiamo, di seguito, i dati di altro evento registrato ieri e catalogato dall'Osservatorio:
Data              ora (UTC)                 MD      Prof.
2014/08/05 13:42:34 0.5 0.05

Probabili eventi registrati ai Campi Flegrei (vedi sismogramma 1 - sismogramma 2).
Ricordiamo che l'Osservatorio dovrebbe pubblicare oggi il bollettino settimanale dei Campi Flegrei, mentre siamo in attesa della pubblicazione del bollettino mensile.
04/08/14 Ore 20,00
VESUVIO
Catalogati tre eventi registrati nei giorni scorsi (sismogramma 1/8 - sismogramma 2/8 - sismogramma 3/8):
DATA           ORA       MD    PROF.
2014/08/03 02:42:57    0.8      0.50
2014/08/02 04:13:06    0.4      0.13
2014/08/01 20:16:42    0.7      0.09
Gli eventi hanno avuto tutti come epicentro il Gran Cono del Vesuvio. Le profondità ipocentrali e le localizzazioni sono in linea con la tendenza manifestata negli ultimi anni ad eventi concentrati nell'area craterica e con profondità ipocentrali che raramente vanno sotto i 2km.

Vulcano Campi Flegrei.

L'Osservatorio ha catalogato due eventi registrati questa notte (sismogramma):
Giorno e ora UTC (aggiungere 2 ore) MD Lat N Long E Profondità
2014/08/04 01:36:21.00 -0.5 40.8258 14.1417 0.56
2014/08/04 01:35:12.00 -0.3 40.8243 14.1437 1.24

Catalogati anche alcuni eventi da noi segnalati ieri:
2014/08/03 16:00:47.00 0.7 40.8200 14.1353 2.73
2014/08/03 16:00:27.00 0.8 40.8202 14.1343 1.79
2014/08/03 15:53:17.00 0.0 40.8272 14.1363 2.04

Tutti gli eventi hanno un epicentro prossimo alla Solfatara. Vedremo, nei prossimi bollettini, le variazioni del livello del suolo e le variazioni geochimiche. In genere, al verificarsi di sciami sismici ai Flegrei, è associato un aumento nel ritmo del sollevamento del suolo e variazioni nei parametri geochimici. Seguiremo gli aggiornamenti dell'Osservatorio Vesuviano.
03/08/14 ORE 20.40 ++++ Aggiornamento Campi Flegrei +++++
Registrati nuovi terremoti al vulcano Campi Flegrei. Gli eventi, ben visibili nel sismogramma, sono stati registrati alle ore 18 e 26 secondi circa. E' chiaramente visibile un evento seguito da altri due. Non escludiamo che siano in atto altri eventi non facilmente visibili sul sismogramma reso disponibile dall'Osservatorio. Rimaniamo in attesa delle catalogazioni.  Riportiamo qui il sismogramma di probabili eventi che hanno preceduto le scosse sopra evidenziate.
Seguiremo passo passo la situazione. Seguiteci anche sulla pagina Facebook
METEOVESUVIO

L'OSSERVATORIO VESUVIANO ADEMPIE IN PARTE ALLE NOSTRE RICHIESTE PUBBLICANDO UN CATALOGO SISMICO DELLA STAZIONE BKE CON SOGLIA DI TOLLERANZA PARI A 0.2 DAL 1999 ALL'OGGI--- IL DATO PIU' EVIDENTE E' CHE I TERREMOTI REGISTRATI AL VESUVIO SOLO IN QUESTO PERIODO SONO PIU' DI UNDICIMILA, MENTRE QUELLI CHE AVEVAMO NEL CATALOGO OVO CHE L'OSSERVATORIO PUBBLICAVA SINO A IERI ERANO POCO MENO DI DIECIMILA DAL 1972 ALL'OGGI. 
NON PUBBLICA LA DISTINZIONE DEGLI EVENTI TRA VT ED LP.E' UN PRIMO PASSO, UNA NOSTRA VITTORIA CHE CONFERMA I NOSTRI DUBBI CIRCA L'ASSOLUTA INCOMPLETEZZA DEL CATALOGO SISMICO CHE L'OSSERVATORIO PUBBLICAVA SUL SITO FINO A IERI - E' UN RISULTATO OTTENUTO GRAZIE ALLA NOSTRA TENACIA, ALLA VITTORIA NELL'AZIONE LEGALE CONTRO L'OSSERVATORIO. 
LINK ALLA PAGINA COI DUE CATALOGHI SISMICI - SITO OSSERVATORIO VESUVIANO
02/08/14 Ore 20.15
**L'Osservatorio Vesuviano ha già catalogato l'evento. La magnitudo è stata pari a 0.7, profondità pari a 0.67, epicentro zona Solfatara.
Nuovo evento registrato ai Campi Flegrei alle ore 20.06 circa (sismogramma). Prosegue, dunque, la sequenza sismica in atto da alcuni giorni. Rammentiamo che ci è possibile segnalare solo gli eventi visibili e distinguibili  sui sismogrammi che l'Osservatorio mette a disposizione. 
Ore 10,00
Dettagli sul piccolo sciame sismico deil vulcano Campo Flegrei dei gg.30 e 31 luglio.
Si è trattato di sette eventi registrati nel tardo pomeriggio del giorno 30-7-14 (ore 18 circa) e di  due eventi registrati nella prima mattinata del giorno 31 ed uno nel tardo pomeriggio, per un totale di dieci terremoti. Gli eventi del 30 hanno avuto tutti una magnitudo negativa compresa tra -1.6 circa e -0.5, così come gli eventi del 31 che hanno avuto una magnitudo negativa tra -1.6 -0.8 circa. Per alcuni l'Osservatorio ha individuato anche epicentro e profondità, come riportato nella news del giorno 1-8-14.  
Ore 08.00
Registrati alcuni terremoti al Vesuvio.
Ieri sera, alle ore 22.16.42 locali è stato registrato un terremoto al Vesuvio (vedi sismogramma). Altro evento è stato registrato in mattinata alle ore 06.13.06 locali (vedi sismogramma). Si attende la catalogazione dell'Osservatorio Vesuviano con l'importante indicazione della tipologia di evento (VT o LP).
01/08/14
Breve sequenza sismica al vulcano Campi Flegrei.
Ore 19.45 Come avevamo anticipato nella news di ieri e (vedasi il relativo sismogramma), si sono verificati una serie di terremoti ai Campi Flegrei, come da elenco che segue (fonte sito Osservatorio Vesuviano). Gli eventi sono tutti di bassissima magnitudo ma, come sappiamo, essendo la situazione ai Campi Flegrei a livello di "attenzione", la mini sequenza sismica dimostra che la dinamica in atto non si è affatto fermata. Vedremo coi prossimi bollettini se ci sarà stata, coem ci pare di poter leggere anche dagli spostamenti individuabili nell'ultimo bollettino, un ulteriore sollevamento del suolo e se i parametri geochimici continueranno a risultare fortemente anomali. Insomma, lo stato del vulcano Campi Flegrei continua a destare preoccupazione e richiede la massima attenzione. Ricordiamo che non esiste un definitivo ed ufficiale piano di evacuazione della popolazione Flegrea. A questo link, sul sito della protezione civile, si ammette candidamente che il Piano di evacuazione definitvo NON esiste, né viene fornito, ovviamente, un link dove poter scaricare il predetto Piano. Sul sito dell'Osservatorio Vesuviano, ancora oggi 1-agosto-2014, nella pagina Stato Attuale dei Campi Flegrei NON viene detto che il vulcano è a livello 1 di "attenzione", ma come sappiamo, lo leggiamo nelle faq!!! Inoltre, l'Osservatorio rimanda, come ovvio, al sito della Protezione civile per i piani di emergenza. Del resto la popolazione Pueteolana e Flegrea ne è prima testimone! Rimaniamo sempre più basiti e ci domandiamo come sia concepibile una situazione del genere!!!
Non è Nostra intenzione essere polemici o critici con gli organi preposti alla vigilanza dei vulcani ed alla Protezione civile: tuttavia ci sembra davvero gravissimo, intollerabile ed inconcepibile che per l'area flegrea non esista un piano di evacuazione per la popolazione che, ribadiamo, in caso di risveglio del vulcano NON saprebbe dove andare né come comportarsi. E parliamo di un vulcano in fase di "attenzione-livello 1" che mostra variazioni significative in tutta una serie di parametri sismici, geochimici e geofisici.
Segue elenco terremoti.
Data               ora               Mtd     Lat            Long        Profondità
2014/07/31 16:13:35.83    -0.8    40.8315    14.1387    0.92
2014/07/31 11:20:11.36    -0.8    40.8285    14.1422    0.74
2014/07/30 16:59:26.69    -0.8    40.8267    14.1432    0.45
2014/07/30 16:51:38.23    -0.5    40.8263    14.1413    0.78
2014/07/30 16:30:58.52    -0.8    40.8242    14.1423    0.64
31/07/14 IMPORTANTE NOTA DEL GESTORE DEL SITO
31/07/2014 ORE 14.15

Prendiamo atto del silenzio dell'Osservatorio Vesuviano sul ricorso. Non ha adempiuto a quanto stabilito dalla Commissione. Qualcuno ha deciso, ancora una volta, di infischiarsene anche delle decisioni di un organo importante ed imparziale quale è la Commissione per l'accesso ai documenti amministrativi di Roma. Accade anche questo in Italia. Fino a quando non slegheremo le nomine ai veritici da scelte per cooptazione e fino a quando le nomine dei Direttori avverrano senza concorso pubblico, chiaro e trasparente, la situazione dubito che cambierà. Vogliono la chiusura di Meteovesuvio ma noi continueremo a cercare trasparenza e divulgazione, unico nostro difetto: trasparenza e divulgazione, sempre! Un saluto a tutti gli utenti. Un saluto particolare ai ricercatori e non dell'INGV (Osservatorio Vesuviano di Napoli e INGV di Bologna) che ogni giorno visitano il Nostro sito web alla ricerca di non so cosa. Buona navigazione.  GD
30/07/14 L'Osservatorio Vesuviano ha aggiornato la tabella terremlti del catalogo Plinio. Abbiamo molte novità da segnalarvi.
In primo luogo hanno corretto l'errore inerente la data dei terremoti del 27 luglio che avevamo prontamente segnalato. Ora la tabella riporta esattamente la data. In più, notiamo che c'è stata l'aggiunta di un terremoto del 21 luglio 2014 di mtd 0.7 registrato alle ore 04.52 crica locali. L'evento non era sfuggito, come da sismogramma che alleghiamo.
E' accaduto ancora che l'Osservatorio ha rivisto la magnitudo ed altri dati degli eventi già catalogati nei giorni scorsi. Per evitare lungaggini alleghiamo un file immagine che mostra le tre diverse catalogazioni fatte dall'Osservatorio tra il 27 luglio e la giornata di oggi, coi differenti dati. Nella giornata di oggi ha cambiato le catalogazioni due volte, come potete notare.
Segnaliamo ancora che non ci eravamo sbagliati circa la mini serie di eventi della serata del 26 luglio. Si è trattato di sette eventi con magnitudo compresa tra -0.7 e +0.8. Sappiamo che per tre di questi eventi è stata determinata magnitudo e profondità (vedi tabella di cui sopra).
Il numero complessivo di eventi dal 1 al 27/07/14 è pari a 52.
Riportiamo inoltre, di seuito, i sismogrammi di altri due eventi registrati al Vesuviio il 29 e 30 luglio. Trattasi di eventi che non hanno avuto una catalogazione, per il momento.
Segnaliamo, infine, un probabile (o piu) evento/i ai Campi Flegrei registrato/i in data odierna (sismogramma).
28/07/14 Ore 14 - L'Osservatorio Vesuviano ha catalogato, sbagliando ad indicare la data, alcuni eventi da noi segnalati. In effetti i due eventi catalogati erroneamente come avvenuti il 27 Luglio, sono in realtà avvenuti il 26 Luglio. Abbiamo aggiornato il grafico eventi segnalando quelli per cui è stata effettuata la catalogazione. Trattasi del primo evento della mini serie (mtd 0.6 profondità 0.09 km) ed il quarto evento (mtd 0.0 e profondità 0.07). Curiosa la circostanza che per un evento con magnitudo pari a 0.0 sia stato possibile rilevarne la profondità. Nei prossimi giorni saremo in grado di fornire ulteriori dettagli.
27/07/14 Aggiornamento terremoti Vesuvio.
Nella tarda serata di ieri 26 Luglio sono stati registrati alcuni eventi al Vesuvio. Trattasi di sette eventi che sembrano, sulla base di osservazioni precedenti, di bassa magnitudo. La piccola serie di eventi è visibile solo su BKE e non su OVO ed ha avuto inizio con l'evento delle ore 23.17 (orario corretto rispetto rispetto all'orario indicato in precedenza "22.26") circa. In quel momento in zona NON erano in atto fenomeni temporaleschi. Daremo conto, appena possibile, della magnitudo degli eventi, indicandovi se sono stati tutti terremoti. Abbiamo segnalato con un doppio cerchio il terremoto che ha una forma triangolare simmetrica con segnale a scemare gradatamente. Riportiamo qui il sismogramma degli eventi.
Riportiamo qui anche i sismogrammi degli eventi catalogati ultimamente dall'Osservatorio Vesuviano. Sismogramma evento del 24-7-14 con mtd 0.5 e sismogramma evento del 25-7-14 mtd 0.4. Segue un sismogramma del 24-7-14 di un probabile evento registrato alle ore 14.46 locali anche'esso di bassa magnitudo. Evento del 26/07/14 di un evento di bassa magnitudo registrato alle ore 08.31 circa (sismogramma evento).
Infine, ci occupiamo di una serie di disturbi registrati da BKE la sera del 25/7/14. Potrebbe trattarsi, molto verosimilmente, di disturbi dovuti a cause esterne (fuochi d'artificio? - vedere sismogramma).
Come sempre attendiamo le catalogazioni da parte dell'Osservatorio Vesuviano per avere delle risposte.
27/07/14
25/07/14 IMPORTANTE NOTA DEL GESTORE DEL SITO
Restano quattro giorni all'Osservatorio Vesuviano per uniformarsi alla decisione della Commissione per l'accesso ai documenti amministrativi che ha sostanzialmente ordinato la pubblicazione del catalogo sismico ufficiale dei terremoti registrati al Vesuvio.
 
Ricordo agli utenti che il ricorso che ci ha visti vincitori mirava sostanzialmente a questi due risultati: ottenere il catalogo sismico ufficiale (con la fondamentale distinzione degli eventi tra VT ed LP) e la spiegazione di costa stava a significare "soglia di completezza catalogo MD 1.9" che si legge nel preambolo del catalogo sismico in formato txt disponibile a questa pagina sul sito dell'Osservatorio (http://www.ov.ingv.it/ov/it/banche-dati/186-catalogo-sismico-del-vesuvio.html). 
E' giunto il momento di pubblicare alcune notizie interessanti per i cittadini. 
La difesa dell'Osservatorio Vesuviano, nel giudizio innanzi alla Commissione, è stata affidata al Presidente pro tempore dell'INGV, prof. Stefano Gresta. 
Orbene, in primo luogo l'INGV smentisce il Direttore dell'Osservatorio dr. Giuseppe de Natale su un punto fondamentale. Abbandona la tesi difensiva del Direttore De Natale che aveva sostenuto il diritto dell'Osservatorio a "staccare la spina" in qualunque momento alla pubblicazione sul web dei dati del rilevamento. Ricordiamo, infatti, che il Direttore aveva sostenuto che è solo grazie alla buona volontà del personale dell'OV che avviene la pubblicazione di parte dei dati, non essendovi alcun obbligo in merito. E la Commissione bastona tale tesi difensiva affermando che non solo l'obbligo sussiste ma ha condannato l'Osservatorio a fornire il catalogo sismico, come sappiamo. 
Ma andiamo oltre. 
Il Presidente dell'INGV sostiene, come difesa, che il documento richiesto semplicemente non esiste, sulla scorta di una serie di argomentazioni che riteniamo assolutamente non condivisibili. 
In secondo luogo ci dice che la soglia di completezza del catalogo, sta a significare "la soglia di magnitudo minima al di sotto della quale alcune tipologie di analisi scientifiche hanno un grado trascurabile di significatività". Quindi, non si comprende bene quali tipologie di analisi non sarebbero possibili sotto la md di 1.9 che viene indicata nel catalogo disponibile all'indirizzo di cui sopra. 

Inoltre, conclude il Presidente, il documento non esiste e mi invita a ricercare nelle pubblicazioni scientifiche nazionali ed internazionali le elaborazioni degli eventi che costituiscono il frutto dell'attività dell'Ente (Osservatorio Vesuviano). 

Per inciso non posso tacere come ancora una volta, a distanza di 15 anni, l'Osservatorio, per il tramite del Presidente dell'INGV, tenti poi di negare l'interesse e diritto dello scrivente ad ottenere i dati richiesti. Tralascio ogni commento sul punto e mi limito a precisare che anche su questo sonora è stata la bastonata della Commissione.
 
Fuori da ogni norma giuridica e contraria allo spirito della Costituzione e dell'Ordinamento Giuridico Italiano ed Internazionale è poi la seguente affermazione del Presidente dell'INGV: "si evidenzia, rispetto a quanto indicato nei siti web dell'INGV, che i dati in essi pubblicati hanno finalità meramente divulgativa dell'utenza sulle attività dell'Istituto. In nessun caso costituiscono certificazioni giuridicamente rilevanti di quanto consta essere la complessa e ininterrotta attività di ricerca e di monitoraggio dell'INGV". 
Il Disclaimer di "Clausola di esclusione della responsabilità" presente sul sito dell'Osservatorio INGV di Napoli alla seguente pagina http://www.ov.ingv.it/ov/it/disclaimer.html è assolutamente contraddittorio e, riteniamo, contrario alla vigente normativa.
 
La sentenza dell'Aquila, probabilmente, ha giocato un ruolo in tutto questo. Lungi dal voler esprimere in questa sede giudizi di valore sull'operato del personale dell'INGV sede di Napoli che si trova a gestire una situazione dalle innumerevoli problematiche, va detto che non è possibile escludere qualunque responsabilità circa la pubblicazione e divulgazione dei dati online in quanto è lo stesso Osservatorio Vesuviano che ha negato l'esistenza di un documento ufficiale (il catalogo sismico) riguardante la sismicità del Vesuvio. 
La situazione della pubblicazione dei dati al Vesuvio resta assolutamente incompleta ed insoddisfacente. 
Non esiste un catalogo sismico completo ed ufficiale dei terremoti registrati al Vesuvio. 
Non esiste una catalogazione degli eventi registrati nelle FONDAMENTALI categorie di terremoti Vulcano-Tettonici (VT) e di Lungo-Periodo o Bassa Frequenza (LP). 
La stazione BKE è pressoché inservibile per i noti problemi del "bus turistico" che impedisce di leggere il segnale sismico nelle ore diurne. 
Il segnale OVO pubblicato (componente orizzontale) non LEGGE chiaramente i segnali sismici di eventi minori registrati al Vesuvio. 
Non esiste la pubblicazione in tempo reale o con frequenza almeno quotidiana dei dati relativi alla geochimica di alcune fumarole, neanche di quelli fondamentali relativi alla temperatura (dati che sono in possesso dell'Osservatorio). 
Non esiste alcuna pubblicazione in tempo reale o quotidiana dei dati relativi alle deformazioni del suolo. 
Non esiste alcuna pubblicazione di dati relativi alla gravimetria.
 
Non esiste la pubblicazione di dati riguardanti la geochimica dell'acqua dei pozzi monitorati. 
Per ora ci fermiamo qui. 
Attendiamo che l'Osservatorio cambi rotta. E' un Istituto di Diritto Pubblico ed è soggetto a regole ben precise. I dati rilevati al Vesuvio rivestono carattere "ambientale" e la normativa è chiara ed univoca nel sancire l'obbligo di pubblicazione e divulgazione massima di tali dati. 
Ci attendiamo che non passi inosservato l'atteggiamento di chi ha negato il diritto ad ottenere la divulgazione dei dati costringendo un cittadino della zona rossa a rivolgersi alle autorità competenti. 
Chiedo scusa agli utenti per la lunghezza della nota ma, credetemi, era doverosa. 
Sappiamo, perché lo abbiamo letto, che le nostre "umili" raccolte di dati e i nostri umili studi sulla sismicità del Vesuvio, hanno dato fastidio. Ci siamo limitati a mettere insieme, statisticamente, i dati che l'Osservatorio pubblica sul proprio sito web. 
Qualcuno vorrebbe che Meteovesuvio ed il sito su Altervista chiudessero, più di qualcuno. Ovvio che noi andremo avanti fino a che ci sarà consentito. 
Un saluto a tutti gli utenti. 
Il Vesuvio è dei Vesuviani. 
GD

22/07/14 Registrati tra la notte di ieri e stamane una serie di micro segnali dalla stazione BKE del Vesuvio e ad Ischia.
Come evidenziato (sismogramma 1 - sismogramma 2 - sismogramma 3) nei sismogrammi, sono stati registrati una serie di piccoli segnali dalla stazione BKE. Solo per alcuni (che abbiamo contrassegnato con una stella rossa) sembra possa parlarsi di terremoti, mentre per gli altri non sappiamo se si tratta di disturbi dovuti a segnali esterni (esplosioni golfo per pesca illegale, esplosioni cave, etc...). Ci limitiamo ad evidenziarli in attesa che l'Osservatorio li cataloghi. Trattasi, comunque, di microsismicità.

Passando agli eventi registrati ad Ischia, sembra che i segnali registrati siano degli eventi simsici (sismogramma Ischia). Si tratta di una mini serie di eventi. Anche qui, tuttavia, vista la persistenza in zona di celle temporalesche molto attive, non si può escludere che per alcuni almeno si tratti di segnali dovuti a fulmini o tuoni. Ma attendiamo comunque una catalogazione da parte dell'Osservatorio.
21/07/14 Aggiornato il numero di eventi mese di Luglio.
Nelle prime due decadi del mese sono sttai registrati n.20 eventi, di cui sei con mtd > di 0.5 ma < di 1.2. Sette eventi hanno avuto una mtd negativa, mentre altri sette hanno avuto una mtd compresa tra 0 e 0.5. Trattasi di eventi a bassissima energia. Si registra una sequenza di sei eventi registrata nella mattinata del 14.07.2014, tutti di bassissima energia e con magnitudo compresa tra -1 e 0.5. L'evento del 15 luglio è stato catalogato con mtd pari a 0.6 circa.
15/7/14 L'Osservatorio cataloga in data odierna questo evento (sismogramma) del 13/7 ore 03.10. Profondità 0.23km, mtd 1.2, localizzazione Cono del Vesuvio.
Riportiamo qui il sismogramma di un evento registrato in mattinata al Vesuvio, non ancora catalogato.
Non smetteremo mai di sottolineare come gli eventi in questione sono visibili agli utenti web solo perché accaduti, fortunosamente, quando il segnale BKE non è disturbato dal passaggio bus turistico (in pratica dalle 21 alle 07 di mattina). Il tracciato della stazione OVO visibile online raramente consente di rilevare terremoti con magnitudo inferiore a 2.
Speriamo che quanto prima, spontaneamente, l'Osservatorio Vesuviano INGV ponga rimedio a tale situazione che di fatto non consente un reale monitoraggio sismico per l'utenza pubblica (esperti, tecnici, sismologi, vulcanologi, studiosi e cittadini della zona rossa!).
14/7/14 Precisiamo che con riferimento ai due eventi del 28.6 e 29.6 con magnitudo 0.8 catalogati dall'Osservatorio a questa pagina  di cui avevamo dato notizia il 30/06/14, essi sono stati rimossi dall'elenco. Pubblichiamo qui il link al file pdf della pagina Plinio del 30-6-14 ove mostriamo che la catalogazione era avvenuta ed era ufficiale. Non conosciamo i motivi per cuil'Osservatorio ha eliminato gli eventi. Si notano anche variazioni nei parametri di alcuni terremoti.
11/07/14 RESOCONTO MENSILE - GIUGNO. Qui per grafici.
Pubblichiamo qui, riservandoci di approfondire sul sito web, un grafico che mostra l'andamento del numero dei terremoti e l'energia liberata dal Vesuvio nel mese di Giugno 2014.
Il numero di eventi riportati dal catalogo Plinio è pari a 33, mentre l'Osservatorio, nel report mensile appena rilasciato, ne indica 31.
Da notare il notevole aumento dell'energia espressa in MJ, passato a 23 circa, in contrasto col numero relativamente basso di eventi mensili. Ciò si giustifica col fatto che gli eventi registrati hanno avuto una magnitudo media più elevata rispetto a quelli dei mesi precedenti. Tutto rientra ampiamente nella media delle osservazioni degli ultimi decenni.
Ai Campi Flegrei permangono condizioni di criticità di molti dati rilevati. Proseguono le anomalìe nella composizione delle fumarole con elevata componente di CO2, aumento delle temperature ai Pisciarelli e sollevamento del suolo. Lo stato dei Campi Flegrei, lo ricordiamo, permane a livello di "attenzione". 
Circa l'esito del ricorso, si attende che l'Osservatorio si adegui alla decisione della Commissione. Vi terremo aggiornati.
04/07/14 Registrato, poco fa, un terremoto ad Ischia. L'evento è stato registrato alle ore 18.19 circa.L'evento è stato prontamente catalogato dall'Osservatorio Vesuviano ed ha avuto una magnitudo pari a 1.2, epicentro zona Casamicciola Terme, profondità 2.2km. Al momento non si dispone di ulteriori dati. Qui è disponibile il sismogramma evento.
Segnaliamo che da oltre due giorni la stazione OVO è offline. In pratica, nelle ore diurne, col disturbo BKE, non vi è alcuna possibilità di controllare il verificarsi di  eventuali terremoti al Vesuvio.
Rilasciato il bollettino settimanale dai Campi Flegrei. del 1 Luglio. In esso si legge che nella settimana di riferimento sono stati registrati due "piccoli" (testualmente) terremoti. Nulla viene detto sulla geochimica. Quanto al sollevamento del suolo, viene confermato il trend di sollevamento in atto.
Qui potete scaricare il bollettino.
Giugno14
30/6/14
Catalogato l'evento del 28/6. L'Osservatorio ha attribuito una magnitudo pari a 2.3 all'evento da noi segnalato (cui avevamo attribuito in via approssimativa una magnitudo tra 1.8 e 2.1) e 1.5 a quello che l'ha preceduto. Gli eventi hanno avuto come epicentro il bordo nord/ovest del cratere. La profondità è stata di 0.07 e 0.29km . L'Osservatorio ha inoltre catalogato altri due eventi entrambi di magnitudo pari a 0.8. Il primo registrato alle ore 23.21 circa del giorno 28 giugno, ad una profondità di 0.19 km, il secondo alle ore 04.54 circa del giorno 29 giugno, ad una profondità di crica 0.59 km. Entrambi gli eventi sono stati registrati sul bordo sud-est del cratere. 
30/06/14 Riceviamo e pubblichiamo il provvedimento della Commissione centrale che ha deciso il ricorso contro l'Osservatorio Vesuviano (qui la pagina dedicata). Da notare che l'Osservatorio, dichiarato perdente, ha cercato di difendersi sostenendo che non è possibile redigere un catalogo sismico e che, pertanto, non esiste un catalogo sismico ufficiale. Ha abbandonato la linea difensiva secondo cui non era tenuto a pubblicare alcunché ed ha incredibilmente insistito sulla carenza di un interesse giuridicamente rilevante dello scrivente (che abita in zona rossa 1) ad ottenere i dati in questione. Le difese dell'Osservatorio, respinte dalla Commissione, verranno valutate dallo scrivente avvocato. In questa sede ci preme sottolineare come la Commissione abbia inquadrato correttamente, come richiesto nel ricorso, i dati rilevati come dati "ambientali", la qual cosa è di rilevanza assoluta. Rinviamo alla pagina dedicata per ulteriori dettagli ed al commento dello scrivente.
28/6/14 Registrati, poco fa, due terremoti al Vesuvio. Il primo alle ore 07.13, il secondo alle ore 7.16. Il secondo evento è di intensità media e sulla scorta di precedenti osservazioni, è catalogabile, in via del tutto provvisioria ed approssimativa, con una magnitudo locale compresa tra 1.8 e 2.1. Gli eventi seguono, per quello che è possibile osservare, un periodo di quiete sismica protrattosi per alcuni giorni. Si attende, come sempre, la catalogazione ufficiale da parte dell'Osservatorio Vesuviano. Qui il sismogramma eventi.
26/6/14 Registrato, in mattinata, altro terremoto ai Campi Flegrei. Come sempre non sappiamo se si tratta di un signolo evento. L'Osservatorio ha catalogato il terremoto delle ore 11.38 circa locali, come avente magnitudo pari a 0.4, profondità di circa 3km ed epicentro localizzato sempre nella zona immediatamente ad est della Solfatara. Qui per il sismogramma evento (in rosso eventi incerti). Segnaliamo ancora altro probabile terremoto registrato in mattinata alle ore 06.52 circa locali. L'evento è con molto probabilità un terremoto di bassa magnitudo (compreso tra 0.2 e 0.5). Riportiamo qui il sismogramma evento.Nell'ultimo bollettino settimanale relativo ai Campi Flegrei (aggiornato al 24 giugno ore 12), l'Osservatorio non segnala terremoti, non rilascia dati relativi alla geochimica, mentre continua a segnalare un lieve sollevamento del suolo.
Per il Vesuvio si segnala un periodo di bassissima sismicità.
23/6/14 Vinto il ricorso contro l'Osservatorio Vesuviano. In attesa delle motivazioni, esprimiamo la Nostra soddisfazione per la vittoria contro il diniego comunicato dal Direttore dell'Osservatorio Giuseppe de Natale. A giorni sviluppi.
14/6/14 Terremoto registrato ieri ai Campi Flegrei.
Registrato un terremoto alle ore 22.02 circa ieri sera ai Campi Flegrei. L'evento appare in maniera evidente nel sismogramma. Non si esclude che altri eventi abbiano accompagnato l'evento in parola, come accaduto in passato. Tuttavia la limitazione dei dati messi a disposizione dall'Osservatorio impedisce qualunque tipo di analisi in merito. Ricordiamo che il sistema vulcanico dei Campi Flegrei è a livello di ATTENZIONE e che da tempo si rilevano variazioni "significative" nei parametri della geochimica, del sollevamento del suolo e variazioni importanti nella estensione dei campi fumarolici (vedasi  l'insorgere della fumoralo in loalità Pisciarelli). L'apporto di gas magmatici è in notevole aumento negli ultimi anni e questo dato, unito alle deformazioni in atto, desta preoccupazione nella comunità scientifica. Ricordiamo ancora che per i Campi Flegrei non esiste un piano di evacuazione ufficiale e che la popolazione non saprebbe come comprtarsi in caso di risveglio o riattivazione del vulcano.
Rammentiamo ancora che l'Osservatorio Vesuviano, negli ultimi bollettini settimanali ed in quello mensile, pur non rilasciando dati relativi alla geochimica, ha constatato che pur in assenza di fenomeni tellurici, il suolo aveva ripreso il trend di sollevamento. Avevamo sottolineato tale circostanza come un segnale che l'attività  del vulcano era tutt'altro che in una fase di stasi. Seguiremo, per quanto possibile, l'evolversi della situazione. Al momento in cui scriviamo, ore 10.30 del 14/6/14, l'Osservatorio non ha ancora catalogato l'evento/eventi di ieri.
Riportiamo di seguito il grafico dell'evento registrato al Vesuvio il  giorno 11/6/14 ore 15.58. L'evento, a stento rilevabile a causa dei più volte segnalati disturbi del segnale sismico sulla bke, è di bassa magnitudo che riteniamo catalogabile attorno a 1.2-1.4. 
11/6/14 Pubblicato il bollettino mensile dei vulcani campani e quello settimanale dei Campi Flegrei. Non si segnala nulla di nuovo rispetto a quanto già pubblicato su questo sito, se non che risulta del tutto mancante la geochimica sia per il Vesuvio che per i Campi Flegrei. L'Osservatorio ci dice che sono stati effettuati i rilievi ma che sono ancora in corso le elaborazioni. Ribadiamo che sul proprio sito l'Osservatorio sostiene che esiste una rete di monitoraggio in continuo  dei dati geochimici delle fumarole del Vesuvio. Tali dati, tuttavia, non vengono pubblicati.
Da segnalare, per i Campi Flegrei, che continua il trend al rialzo del sollevamento del suolo.
10/6/14 Catalogato oggi l'evento del 5/6/14.  L'evento ha avuto una magnitudo locale superiore a quella massima da noi stimata. In particolare è stata assegnata una mtd pari a 2.3. Il terremoto ha avuto una profondità pari a 0.25 ed è localizzato nell'area craterica.
6/6/14 Ore 19.40 - Riprende il trend di sollevamento del suolo ai Campi Flegrei. Pur senza che siano stati registrati eventi sismici, è ripreso il sollevamento del suolo in atto ai Campi Flegrei.
Seppur di modesta entità, tuttavia la circostanza che senza che si verifichino eventi il suolo continui nel suo trend di rialzo sta a significare che la situazione ai Campi Felgrei merita attenzione. Rimandiamo al nostro studio sul sollevamento del suolo in atto ai Campi Flegrei ed alle relative variazioni significative dei parametri geochimici.
Maggioni info nel bollettino del 3 Giugno rilasciato pochi minuti fa dall'Osservatorio Vesuviano INGV.

Registrato nella serata di ieri un terremoto di intensità media al Vesuvio. L'evento, registrato alle ore 22.59 circa, se confrontato con la magnitudo attribuita all'evento del 25/5/14 (1.9 - si veda la news del 25/5/14), sembra essere leggermente più intenso (Magnitudo > 1.9 , <2.2). In ogni caso si attende la catalogazione ufficiale da parte dell'Osservatorio che mentre scriviamo (ore 11.00) non è ancora avvenuta. Ecco il sismogramma dell'evento. Poco prima erano stati registrati altri eventi di bassa intensità (sismogramma).
3/6/14 Aggiornato il numero di terremoti registrati al Vesuvio. Nel mese di Maggio sono stati registrati 72 eventi. Un piccolo sciame  è stato registrato il giorno 24/05/2014, come avevamo segnalato nella news del 24/5. Non eravamo certi si trattasse di eventi. Ne abbiamo puntuale conferma. In particolare il 24 sono stati registrati sette terremoti, di cui il più intenso con Ml pari a 1.9, come segnalato. Altro piccolo sciame registrato il giorno sei Maggio con dieci eventi registrati, di cui il più intenso, anche qui, con Ml di 1.9. Catalogati, inoltre, altri due eventi, uno con Ml pari ad 1.00, registrato il 25/5/14 ore 14.20 circa e profondità pari a 0.99km, l'altro registrato il 1/6/14 ore 13.57 di Ml pari a 1.6 e profondità pari a 0.28. Tutti gli eventi di cui è stata determinata la profondità e l'epicentro, sono concentrati nell'area del cratere, in linea con l'andamento degli ultimi anni.
Il rilascio di energia è stato pari a 5 MJ circa, ampiamente nella media dei mesi precedenti.
Alla pagina Terremoti Vesuvio disponibili nuovi grafici aggiornati.
Ovviamente a causa del segnale sismico praticamente illegibile nelle ore diurne alla BKE e del segnale sismico della OVO che non consente la facile individuazione di eventi di Ml bassa, non abbiamo le tracce sismiche di molti eventi. Riteniamo inutile acuire la polemica sulla necessità di disporre di tracciati sismici reali come disponibili sulle reti digitali dell'Osservatorio. Del resto siamo in attesa della decisione del ricorso da parte della Commissione centrale.
25/5/14 Due terremoti registrati in mattinata al Vesuvio. Incredibilmente l'Osservatorio Vesuviano ha già catalogato gli eventi. Così come ha catalogato il più forte di ieri registrato alle 3.42 (Ml  1.4, profondità 0.98KM). Gli eventi di stamattina (sismogramma), hanno avuto una ML di 1.3 ed 1.9 e una profondità, rispettivamente di 0.2KM e 0.16KM. Sono stati registrati alle 03.20 ed alle 05.29, circa. L'ipocentro di tutti i terremoti è nell'area del cratere (salvo per quello di 1.3 che è localizzato sul bordo basso del gran Cono, direzione S-SW). Salutiamo con grande piacere e soddisfazione la rapida catalogazione degli eventi. Dovrebbe essere la normalità!!!
24/5/14 Registrati alcuni terremoti al Vesuvio. Registrata una serie di eventi al Vesuvio tra la tarda serata di ieri e la mattinata di oggi. Per molti di essi non vi è certezza che si tratti di terremoti e sono sttai contrassegnati con cerchio in arancione. Per due, invece, si può affermare che si tratta di terremoti. Il più rilevante è stato registrato alle ore 3.42. Trattasi di evento di bassa magnitudo (sismogramma eventi della mattinata - sismogramma eventi tarda serata). La forma d'onda degli altri eventi (quelli cerchiati in arancione), limitatamente a quel poco o nulla che ci è concesso osservare coi sismogrammi messi a disposizione dall'Osservatorio Vesuviano, non consente di verificare la natura degli eventi che potrebbe anche essere associata a fattori esterni (esplosioni notturne sottomarine per pesca illegale). Vi terremo comunque aggiornati.
23/5/14 Registrati alcuni terremoti al Vesuvio. Di essi, l'Osservatorio ha catalogato l'evento del 23/5/14, registrato alle ore 04.22, come terremoto con Ml pari a 0.9, profondità 1.15km ed epicentro cratere del Vesuvio (qui per il sismogramma). Riportiamo i sismogrammi di altri eventi registrati nei giorni scorsi e non catalogati dall'Osservatorio Vesuviano. Sismogramma eventi del 15-5-14 , 19-5-1422-5-14.
E' stato rilasciato il bollettino dei Campi Flegrei del 20 Maggio. Nessun dato relativo alla sismicità o geochimica è stato pubblicato in quanto ivi si legge che non sono stati registrati terremoti né variazioni geochimiche. Qui il link diretto al Bollettino Campi Flegrei del 20 Maggio.
19-21/5/14 19/5/14 Iniziativa legale intrapresa contro l'Osservatorio Vesuviano a causa del diniego di accesso al catalogo sismico completo ed ufficiale del Vesuvio e sulla rivendicazione, da parte dell'Osservatorio, del diritto a non pubblicare alcun dato relativo al monitoraggio del Vesuvio sul proprio sito web. A questo link è possibile seguire l'evolversi della vicenda.
21/5/14 Inaugurata una nuova sezione del sito denominata "Eruzioni in pillole" dedicata alle eruzioni storiche del Vesuvio con racconti, immagini e raffronti con la situazione attuale. Qui il link alla pagina.
19/5/14 Si comunica agli utenti che: 1) a fronte del diniego di pubblicazione e rilascio del catalogo sismico completo ed ufficiale relativo al Vesuvio; 2) a fronte della invocata insussistenza di obbligo giuridico alla pubblicazione sul web dei dati delle rilevazioni sismiche, geochimiche, reti GPS ed altro relativi al Vesuvio (e, quindi, anche ai Campi Flegrei); 3) a fronte dell'invocato diritto da parte dell'Osservatorio di rilasciare dati incompleti, non aggiornati  o comunque non corrispondenti necessariamente ai dati, testi ufficiali e cartacei,  saranno azionati i necessari rimedi previsti dalla normativa vigente. Un saluto a tutti gli utenti. Avv. Giuseppe D'Aniello
19/5/14 Registrati due eventi al Vesuvio. Trattasi di due etrremoti evidenti su BKE ma non su OVO. Ecco il sismogramma. Il primo registrato alle ore 21.07 circa, il secondo alle 21.34 circa. Il secondo, leggermente più intenso del primo potrebbe avere una magnitudo stimata  compresa tra 0.6 e 0.9. Trattasi di stima del tutto approssimativa. Gli eventi risultano visibili perché, data l'ora, è assente il disturbo su bke. 
16/5/14 Ore 21 - comunicato ufficiale in home page : CON COMUNICAZIONE DEL 5/5/14 AVEVO CHIESTO ALL'OSSERVATORIO VESUVIANO, NELLA TRIPLICE VESTE DI CITTADINO RESIDENTE NELLA "ZONA ROSSA", NONCHE' GESTORE DEL PRESENTE SITO E DELLA PAGINA FACEBOOK METEOVESUVIO, TESTUALMENTE

"L'indicazione ed il rilascio del catalogo ufficiale sismico storico all'ultima data possibile riferito a TUTTI i terremoti registrati al Vesuvio con riferimento alle stazioni BKE ed OVO, con specifica indicazione della classificazione e natura degli eventi (VT o LP);
la specificazione di cosa si intende nel catalogo sismico in formato di txt della dicitura "soglia di completezza del catalogo Md=1.9"
ECCO COSA HA RISPOSTO L'OSSERVATORIO VESUVIANO CON COMUNICAZIONE A FIRMA DEL DIRETTORE P.T. DR. GIUSEPPE DE NATALE, IN DATA ODIERNA 16/5/2014:

"Le informazioni, anche scientifiche, contenute nel sito web www.ov.ingv.it hanno carattere generale meramente divulgativo. Non necessariamente risultano esaurienti, complete e/o aggiornate non rappresentando, in alcun modo, un servizio di consulenza professionale tecnico-scientifica.

Questo Ente non ha alcun obbligo giuridico alla pubblicazione su web dei dati del monitoraggio geofisico e le informazioni contenute sul sito, così come quelle fornite attraverso la mail [email protected], sono frutto di una scelta divulgativa operata volontaristicamente dal personale dell'INGV, che in alcun modo vincola questo Ente alla prosecuzione della suddetta attività.

Si ribadsice che le elaborazioni e valutazioni scientifiche approfondite, invece, sono contenute nelle pubblicazioni scientifiche prodotte dai Ricercatori dell'INGV e rinvenibili nelle riviste nazionali ed internazionali specializzate.

Questo Ente diffida chiunque dall'utilizzazione a scopo di lucro dei contenuti del sito www.ov.ingv.it"
IN DATA 5.4.2014 AVEVO CHIESTO ALL'OSSERVATORIO IL RILASCIO DEL BOLLETTINO MENSILE DEI VULCANI CAMPANI RELATIVO AL MESE DI FEBBRAIO 2013 CHE RISULTA ESSER MANCANTE SUL SITO.
ECCO LA RISPOSTA DEL DIRETTORE DELL'OSSERVATORIO PERVENUTA OGGI 16/5/14:

"a) L'Osservatorio Vesuviano, Sezione di Napoli dell'INGV, è una istituzione pubblica dedicata alla ricerca vulcanologica e geofisica ed alla sua applicazione al monitoraggio dei vulcani attivi.

b) Le informazioni relative all'attività di sorveglianza vulcanica del Vesuvio sono a disposizione del pubblico sul sito istituzionale www.ov.ingv.it, in particolare, nelle aree "I Vulcani"; "Servizi e Risorse - Banche Dati"; "Segnali sismici in tempo reale".
c) Per quanto riguarda la mancata pubblicazione del "Bollettino di sorveglianza dei vulcani campani - febbraio 2013", si comunica che, all'epoca, non è stato pubblicato per motivi tecnici. Si precisa, tuttavia, che le informazioni contenute nel "Bollettino di sorveglinza dei vulcani campani - marzo 2013" sono comprensive, per riassunto, anche dei dati relativi al mese di febbraio 2013.

Con l'occasione si precisa che lo scopo del sito web www.ov.ingv.it è, esclusivamente, quello di fornire informazioni scientifiche affidabili ai membri della comunità scientifica nazionale ed internazionale ed a chiunque sia interessato. Tuttavia, i contenuti del sito costituiscono informazioni di carattere generale, risultati di ricerche scientifiche, o dati derivanti da reti di monitoraggio, non necessariamente esaurienti, completi o aggiornati non rappresentando, in alcun modo, un servizio di consulenza professionale tecnico-scientifica.


Le elaborazioni e valutazioni scientifiche approfondite, invece, sono contenute nelle pubblicazioni scientifiche prodotte dai Ricercatori dell'INGV e rinvenibili nelle riviste nazionali ed internazionali specializzate.

Questo Ente diffida chiunque dall'utilizzazione a scopo di lucro dei contenuti del sito www.ov.ingv.it""
CI SCUSIAMO PER IL DISAGIO ARRECATO AI VISITATORI. SARANNO I SINGOLI UTENTI DEL SITO, I RICERCATORI TUTTI CHE VI FANNO ACCESSO, LE ISTITUZIONI PUBBLICHE E PRIVATE, ITALIANE ED ESTERE, LE TESTATE GIORNALISTICHE E, SOPRATTUTTO, I CITTADINI VESUVIANI, A TRARRE, CIASCUNO, LE DOVUTE CONCLUSIONI.

PER QUANTO CI RIGUARDA, PER ORA PREFERIAMO RIMANERE NEL SILENZIO E VALUTARE LE OPPORTUNE AZIONI.  

PECCATO CHE IL PIANO  TRIENNALE PER LA TRASPARENZA DELL'INGV  (E PRINCIPI COSTITUZIONALI) CONSULTABILE A
QUESTO INDIRIZZO (DI CUI SI CONSIGLIA VIVAMENTE LA LETTURA) DICA BEN ALTRO!!!!

RIBADIAMO CHE IL SITO VIVE SOLO ED ESCLUVAMENTE  GRAZIE  AL CONTRIBUTO ECONOMICO E PERSONALE DEL GESTORE

UNA SOLA NOTAZIONE CI SIA CONSENTITA:
 
IL VESUVIO APPARTIENE ALLO STATO, MA LO STATO SIAMO NOI


Concludiamo con una citazione di Guglielmo di Champaux:

"La scienza aumenta quando la si distribuisce
COME RECITA LA LOCANDINA CHE APPARE SUL SITO WEB DELL'INGV, SEZIONE DI CATANIA, IN OCCASIONE DELLA  MANIFESTAZIONE "SCIENZAPERTA 2014"
Buon proseguimento a tutti.
Giuseppe D'Aniello
16/05/2014
varie  
15/5/14 Aggiornato il numero di eventi stimato.
13/5/04  L'OV ha aggiornato il numero terremoti - 33 contro i Nostri 17 stimati- Come previsto i disturbi BKE impediscono di rilevare i terremoti . Avevamo avvisato della possibile sottostima degli eventi.
09/5/14  ANIMAZIONE ESCLUSIVA SULLE RAGIONI DEL DISTURBO ALLA BKE   
INFO E DETTAGLI QU
08/5/14 Pubblicato nella giornata di ieri il bollettino settimanale dei Campi Flegrei periodo 30 aprile- 6 maggio. L'Osservatorio rende noto che non sono stati registrati eventi, né segnala altre variazioni.
Piuttosto segnaliamo ancora che dalla mattinata del giorno 5 maggio il segnale sismico della stazione OVO è off line e non viene trasmesso. Ci tocca ribadire che, praticamente, non vi è possibilità, durante le ore diurne, di osservare il verificarsi di eventi stante l'intulilizzabilità del segnale BKE che risente del passaggio (quasi continuo) dei bus turistici. Rammentiamo ancora comunque l'importanza per gli utenti web del segnale della BKE unica a consentire di osservare terremoti di bassa magnitudo.
Siamo in attesa del bollettino mensile.
06/5/14 L'Osservatorio ha catalogato l'evento di stamane con mtd 1.9, ben inferiore a quella stimata in via approssimativa. L'assenza di segnale su OVO impedisce una corretta individuazione della magnitudo. La profondità ipocentrale è stata di 1km e la localizzazione è sempre nell'area craterica. In giornata pubblicheremo un database delle varie catalogazioni da parte dell'Osservatorio Vesuviano.

Registrato un evento di magnitudo media al Vesuvio pochi minuti fa alle ore 06.53 39 secondi con una durata di 72 secondi. L'assenza di segnale alla OVO che si protrae da ieri mattina impedisce un'analisi piu accurata. Tuttavia l'evento preceduto e seguito da alcune repliche può essere stimato in via del tutto approssimativa con una magnitudo locale tra 2.2 e 2.5 (sismogramma). L'epicentropare essere sempre l'area del cratere. Nei giorni scorsi erano stati registrati altri eventi minori.
Nella giornata di ieri abbiamo inviato all'Osservatorio Vesuviano una mail ai sensi della Legge 241/90 sulla posta certificata dell'Istituto nella quale chiediamo il rilascio del catalogo sismico ufficiale relativo al Vesuvio atteso che quello presente sul sito in formato txt pare non essere completo essendo relativo ad OVO e con una "soglia di completezza del catalogo Md=1.9", inoltre non distingue tra eventi di tipo VT ed LP. Vi terremo aggiornati sull'evolversi della vicenda.

03/5/14
Registrati alcuni eventi al Vesuvio. Il più rilevante è stato registrato alle 04.53 di oggi 3 maggio (sismogramma). L'evento, da prime stime del tutto approssimative, potrebbe avere una mtd compresa tra 0.9 ed 1.3 ed ha avuto una durata per BKE di 20 secondi. Segnaliamo altresì altri 3 probabili eventi. Due registrati nella tarda serata di ieri (sismogramma) ed un altro nella giornata di ieri nel pieno dei disturbi della BKE. E' evidente, osservando il sismogramma, che l'evento è stato individuabile solo perché in via del tutto casuale verificatosi in un momento in cui non vi era disturbo.
02/5/14 Aggiornate le pagine Stato Attuale e Terremoti Vesuvio - Da alcuni giorni la stazione sismica STH ai Campi Flegrei  registra un segnale assolutamente piatto, mai osservato. Trattasi forse di una taratura differente dello strumento, un malfunzionamento o manutenzione in corso? Lo vedremo nei prossimi giorni.
01/5/14 Aggiornato il numero di eventi mensile registrati al Vesuvio. Il numero totale di eventi, nel mese di aprile, è stato pari a 34 terremoti, in calo rispetto ai mesi precedenti (49 febbraio, 48 marzo).  L'energia liberata risulta essere pari a circa 0,8 MJ, attestandosi su valori minimi. Si segnala che c'è stato un solo evento con magnitudo negativa, a differenza dei mesi precedenti. Si segnalano, tra gli eventi più energetici, quello del 5 aprile dimmtd pari a 2.0 (di cui già ci siamo occupati, v. news del 5 aprile, sismogramma ), quello del 20 aprile 2014 ore 18.35 circa di magnitudo pari ad 1.5 che avevamo stimato e segnalato nella news del 20 con mtd tra 1.3 ed 1.6 ( sismogramma dell'evento), mentre non abbiamo il sismogramma, stranamente sfuggito, dell'evento di magnitudo 1.3 del 21 aprile ore 03.59 UTC. Altro evento catalogato dall'OV insieme a quest'ultimo è quello di 0.8 mtd registrato il 28/4/14 alle ore  18.40 circa (sismogramma). Anche gli eventi del 23 hanno avuto piu o meno la magnitudo segnalata (gli eventi hanno avuto magnitudo di 0.4, 0.3 - sismogramma). Ad ogni modo gli eventi per cui è stata determinata, hanno avuto una profondità molto superficiale pari a 0.47km e 0.93km, in linea con l'andamento degli ultimi anni.
Si attende la divulgazione del bollettino mensile per ulteriori approfondimenti e dati della geochimica.

Nella tarda mattinata di ieri 30 aprile, l'Osservatorio ha rilasciato il bollettino settimanale dei Campi Flegrei relativo al periodo 22-29 aprile. Nel bollettino, molto scarno, privo di dati geochimici, si legge che non vi sono state "variazioni significative" nei parametri relativi al sollevamento del suolo, ne sono stati registrati terremoti. Si ritiene opportuno precisare qui cosa intende l'Osservatorio per variazione significativa al fine di consentire al lettore una piena cognizione di ciò che legge: "La variazione di un parametro viene considerata significativa quando essa supera il livello di fondo di almeno due volte il valore della suadeviazione standard (sigma) ". Per chi volesse approfondire il concetto di deviazione standard, riportiamo il link a wikipedia. Qui basta sapere, a grandi linee, che una variazione di un parametro per essere significativa deve essere di natura rilevante, tant'è che essa determina, in base anche ad altre variazioni, il passaggio alla fase di attenzione. Ciò detto,   eccovi il link del bollettino 22-29 aprile.
24/4/14 Riportiamo, di seguito, alcuni eventi registrati al Vesuvio negli ultimi giorni. Iniziamo con due terremoti piu rilevanti registrati il 23/04/14 alle ore 22.01 e 22.41 circa. Trattasi di eventi di bassa magnitudo che potrebbe essere stimata intorno allo 0.5 (sismogramma). Segnaliamo poi i sismogrammi di altri quattro probabili terremoti registrati il 22, 23 e 24 aprile. Trattasi di eventi di bassissima magnitudo (sismogramma 22, sismogramma 23-24, sismogramma 24). Si è in attesa della catalogazione da parte dell'Osservatorio.
23/4/14 Rilasciato in giornata anche il bollettino settimanale Campi Flegrei periodo 15-22 aprile. Identico al precedente, nulla da segnalare se non che gli eventi che avevamo segnalat come dubbi in precedenti news, in effetti, non sono stati considerati come terremoti.. Link al bollettino.

Nella tarda mattinata di ieri 22 aprile, l'Osservatorio ha rilasciato il bollettino settimanale dei Campi Flegrei relativo al periodo 8-15 aprile. Nel bollettino, molto scarno, privo di dati geochimici, si legge che non vi sono state "variazioni significative" nei parametri relativi al sollevamento del suolo, ne sono stati registrati terremoti. Si ritiene opportuno precisare qui cosa intende l'Osservatorio per variazione significativa al fine di consentire al lettore una piena cognizione di ciò che legge: "La variazione di un parametro viene considerata significativa quando essa supera il livello di fondo di almeno due volte il valore della suadeviazione standard (sigma) ". Per chi volesse approfondire il concetto di deviazione standard, riportiamo il link a wikipedia. Qui basta sapere, a grandi linee, che una variazione di un parametro per essere significativa deve essere di natura rilevante, tant'è che essa determina, in base anche ad altre variazioni, il passaggio alla fase di attenzione. Ciò detto,   eccovi il link del bollettino 8-15 aprile.
20/4/14 Come detto sulla pagina Facebook Meteovesuvio, la Natura, a differenza dell'Uomo,  non conosce festività.
Due terremoti registrati al Vesuvio. Il terremoto di entità più apprezzabile è stato registrato in data odierna alle ore 18.35 circa.  La magnitudo, sulla base di un ragionamento puramente statistico e di confronto con passate osservazioni, potrebbe essere tra 1.3 ed 1.6. Su OVO l'evento è pressocché invisibile (si reitera l'importanza di BKE). Potrebbe avere epicentro nell'area craterica. Si precisa che l'evento è visibile solo perché, per puro caso, in quel frangente non vi era il classico disturbo ambientale che altera il tracciato di BKE. L'altro evento è stato registrato in data 19/04/14 alle ore 02.46 di notte ed è di magnitudo bassissima. Riportiamo qui il sismogramma dell'evento di oggi e qui il sismogramma di quello del 19. Ovviamente, gli eventi attendono la catalogazione dell'Osservatorio Vesuviano che non ha ancora pubblicato neianche il bollettino settimanale relativo ai Campi Flegrei che, ripetiamo, sono in stato di "attenzione".
18/4/14 Ore 12.40 - Probabili eventi ai Campi Flegrei (sismogramma eventi). L'Osservatorio, ad oggi, non ha ancora rilasciato il bollettino settimanale dei Campi Flegrei (l'ultimo è dell'8 Aprile). Attendiamo notizie al riguardo.
15/4/14 Registrato alle ore 17.21 circa un evento al Vesuvio. Trattasi di terremoto di magnitudo medio-bassa. In via del tutto approssimativa ed amatoriale e sulla scorta di precedenti osservazioni, si può stimare l'evento tra 1 ed 1.5 di mtd. L'evento, assolutamente non inviduabile su OVO (per cui si ribadisce l'importanza della BKE per gli utenti web), potrebbe avere epicentro sul lato est del cratere. Si attende, ovviamente, la catalogazione dell'Osservatorio Vesuviano per avere dati reali ed ufficiali. Abbiamo segnalato due anomalie del segnale che molto probabilmente NON sono dei terremoti ma disturbi. Qui il grafico degli eventi.
Pubblicata una mappa interessante con le zone probabilmente ineteressate da future eruzione ai Flegrei ed al Vesuvio. Napoli stretta tra due fuochi. Link alla mappa.
14/4/14 L'Osservatorio Vesuviano ha catalogato l'evento da noi segnalato il 5/4/2014. La magnitudo dell'evento è stata di 2.0 (come stimata da chi scrive in via approssimativa-vedi news del 5/4/14), con profondità di 0.29KM ed epicentro cratere Vesuvio. Aggiornato anche il numero di eventi nel mese di aprile che risulta essere di 18, di cui 7 registrati il giorno 5, in occasione dell'evento di mtd 2.0. Per il resto trattasi di eventi di bassa magnitudo compresi tra 0 ed 1, mentre 7 hanno registrato una magnitudo negativa. Tre eventi sono stati registrati in mattinata. Riportiamo il sismogramma dell'evento del 5-4-14 e quello degli eventi registrati in data odierna.
13/4/14 Segnaliamo alcuni probabili eventi registrati ai Campi Flegrei nelle giornate di 11 e 12 aprile. Ripetiamo che si tratta solo di probabili eventi per cui si attende la catalogazione ufficiale dell'Osservatorio.  Ecco i sismogrammi degli eventi: giorno 11 aprile, giorno 12 aprile.
Sono 13 giorni che non viene aggiornato il catalogo sismico. Pertanto non si ha ancora notizia dell'evento di media magnitudo registrato al Vesuvio il 5/4/14.
11/4/14 La Corte Europea di Strasburgo avrebbe chiesto all'Italia di fornire entro il 12 Maggio le prove di aver predisposto efficaci piani di emergenza ed evacuazione e se"ha fornito agli abitanti sia informazioni sui rischi che corrono nell’abitare nella zona rossa sia quelle riguardanti cio’ che devono e non devono fare in caso che il vulcano erutti" - "Le autorita’ dovrebbero inoltre [...] informare con regolarita’ i cittadini per garantire al massimo la loro incolumita’. (Fonte: Meteoweb: link articolo)
10/4/14  L'Osservatorio Vesuviano ha pubblicato il bollettino settimanale dei Campi Flegrei (datato 8-4-14).
Come avevamo puntualmente segnalato nella news del 6 aprile e nel sismogramma relativo, in quella data si è verificata una breve sequenza sismica ai Flegrei con cinque eventi registrai dalle ore 07.10 alle ore 07.32. Proponiamo il  sismogramma già pubblicato quattro giorni fa(in rosso gli eventi catalogati dall'OV, in azzurro l'altro che pure avevamo segnalato ma che non è un terremoto), con indicazione degli altri eventi catalogati dall'O.V. Va detto che essi hanno avuto tutti una profondità intorno ai 2 km, con epicentro zona Solfatara. Dei cinque eventi solo per due è stata determinata la magnitudo (0.1 e 0.00) e la profondità. E' da notare come, per mero errore, nel bollettino, l'OV indica la sequenza come avvenuta in data 6.03.2014. Sappiamo che è avvenuta il 6.4.2014.
Inoltre è da notare, cuoriosamente, che subito dopo lo sciame del 31 marzo, tecnici dell'OV si recarono in località Pisciarelli per effettuare rilievi. Ebbene, si apprende che i sistemi di acquisizione dei dati geochimici in continuo ed automatico presenti sulla fumarola maggiore, con elevata probabilità, erano fuori uso o comunque restituivano valori errati (ci si riferisce al valore della CO2). Altra curiosità riguarda l'unica anomalìa "macroscopica" rilevata; essa  riguarderebbe il rumore generato dalla fumarola principale (in netto aumento), cui, dati alla mano, pare non sia corrisposta variazione nella pressione dei gas.
Da notare, in ogni caso, come la temperatura della fumarola principale ai Pisciarelli rimanga su valori molto elevati in un trend ben definito di continuo rialzo, così come tutti gli altri parametri osservati.
09/04/2014 Ore 11.45 A distanza di circa tre giorni, sono comparsi sul sito dell'Osservatorio gli eventi che segnalammo nella Nostra news del 6 Aprile (vedi news). Trattasi di due terremoti registrati ai Campi Flegrei il giorno 6 Aprile. La profondità è intorno ai 2KM, l'epicentro presso la Solfatara, la magnitudo pari a 0.1 (evento delle 7.10) e 0.00 (evento delle 07.31). Dato il sismogramma dal quale si evincono altri segnali anomali, potrebbe trattarsi di altro sciame sismico. Per questa conferma, tuttavia, dobbiamo attendere la pubblicazione del bollettino dell'Osservatorio(riproponiamo il sismogramma già pubblicato).
La stazione BKE è off-line da ieri e, comunque, a causa dei continui disturbi, come segnalato a questa pagina, è praticamente inservibile.
07/04/2014 L'Osservatorio Vesuviano ha pubblicato il bollettino per il mese di marzo 2014. Si segnala la pubblicazione, dopo circa due anni, dei datai relativi alla geochimica del Vesuvio. Non si segnalano apprezzabili variazioni. Si rimanda alla pagina Geochimica Vesuvio e, per approfondimenti, alla lettura del bollettino dell'Osservatorio.
06/04/2014 Ore 09.15 - Registrati poco fa alcuni  eventi ai Campi Flegrei. Potrebbe trattarsi  di terremoti (ore 7.10 e 7.31 locali). Abbiamo, come sempre, segnalato i probabili terremoti (sismogramma). Rammentiamo che dai simsogrammi pubblicati si possono indididuare solo gli eventi più rilevanti, come dimostrato dallo sciame del 31-3-14 per cui avevamo segnalato solo tre o quattro dei 65 eventi poi catalogati dall'Osservatorio che dispone dei reali tracciati integrali.
Piccolo terremoto di bassissima magnitudo registrato anche al Vesuvio alle ore 07.52 locali (sismogramma). Si rammenta che fino a questo momento, Domenica 6 Aprile 2014, l'Osservatorio non ha catalogato gli eventi di ieri  registrati al Vesuvio, né, ovviamente, ha ancora catalogato quelli di stamane al Vesuvio e Campi Flegrei. Vi aggiorneremo con una news non appena avremo notizie in merito.
In attesa del bollettino di Marzo dove verranno finalmente pubblicati i dati della geochimica delle fumarole al Vesuvio, abbiamo predisposto in HOME una tabella riepilogativa dei dati più significativi delle rilevazioni che verranno pubblicate dall'Osservatorio Vesuviano.
05/04/2014 Ore 08.30 Registrati nella notte ed in mattinata alcuni terremoti al Vesuvio. Trattasi un terremoto  di magnitudo media registrato alle ore locali 05.24 locali circa. L'evento evidente anche su OVO è stato preceduto e seguito, anche poco fa, da altri piccoli eventi (evidenziati nei sismogrammi). E' da ritenersi, sulla base della catalogazione di eventi simili, che esso abbia una magnitudo intorno a 2. In ogni caso si attende la catalogazione da parte dell'Osservatotio (sismogramma evento, sismogramma altri eventi). 
03/04/2014 ATTENZIONE: SCIAME SISMICO CON BOATI AI CAMPI FLEGREI.
Uno sciame sismico di 65 terremoti è stato registrato il giorno 31-3-14 ai Campi Flegrei. Lo sciame è avvenuto tra le 22.59 e 23.22 ora locale. Avevamo pubblicato il sismogramma relativo segnalando alcuni eventi ma l'Osservatorio, oggi, ci dice che gli eventi registrati sono stati ben 65. I boati sono stati avvertiti anche dalla popolazione della zona Pisciarelli (più volte richiamata da questo sito). La profondità degli eventi è stata di circa 2km.
Qui il sismogramma eventi che avevamo già pubblicato in data 31-3-2014 con evidenziazione di alcuni eventi rilevati.

Nel bollettino rilasciato dall'Osservatorio (da cui abbiamo tratto la notizia) nulla viene detto sulla geochimica, mentre non è possibile avere certezze sul sollevamento del suolo atteso che vi è un ritardo nella elaborazione dei dati.


Ore 08.45- L'Osservatorio ha appena catalogato alcuni eventi del mese di marzo. Trattasi di due eventi del 30 marzo, già da noi segnalati (vedi news del 30)  registrati alle ore 20.57 e 21.05 circa. Il primo con magnitudo 0.8 e profondità di 0.31km ed il secondo con magnitudo 1.3 e profondità di 0.28. Entrambi localizzati nell'area del cratere, lato nord ovest (piu vicino alla stazione sismica OVO e, riteniamo, per questo evidenti anche sul sismogramma OVO). Ecco il grafico degli eventi già segnalato (sismogramma).
Aggiornato anche il numero di eventi del mese di marzo 2014. Il numero totale è di 48, nella media degli ultimi anni.
Qui approfondimenti e resoconto mensile con grafici.
02/04/2014 Ore 12.50 Probabile terremoto registrato alle ore 08.54 di stamane ai Campi Flegrei. Qui il sismogramma dell'evento. Si attende la conferma e catalogazione da parte dell'OV.
01/04/2014 L'Osservatorio ha aggiunto un altro evento registrato questa notte ai Campi Flegrei (uno di quelli segnalati dallo scrivente nel riquadro azzurro del sismogramma in rosso gli eventi che l'OV ha catalogato) ed ha rettificato l'epicentro dell'altro terremoto individuandolo in area Solfatara. L'evento aggiunto, registrato alle ore 01.08 locali e, quindi, prima dell'evento già catalogato, ha avuto una magnitudo negativa pari a -0.1 e profondità pari a 2km. L'epicentro è stato localizzato poco ad est rispetto alla Solfatara. Rammentiamo che questa mattina avevamo segnalato un terremoto certo ed altri due probabili come da sismogramma pubblicato questa mattina.

Catalogato l'evento registrato ai Campi Flegrei.
L'evento ha avuto una magnitudo di 0.7 e profondità di 2km ed è stato registrato in corrispondenza del bordo sud-ovest del cratere degli Astroni, non molto distante dalla Solfatara. Nei prossimi bollettini sarà interessante valutare le variazioni geodetiche e geochimiche eventualmente registrate in correlazione a questo evento ed a quelli del 20 e 23 marzo. Da notare che a causa dell'ora legale e del GMT time, l'evento viene catalogato dall'Osservatorio come avvenuto alle ore 23.22 del giorno 31/03/2014, mentre l'evento si è verificato alle ore 01.22 circa del 01/04/2014.
Registrato, nella notte, un evento dalla stazione sismica dei Campi Flegrei. Trattasi un terremoto di bassa magnitudo  registrato alle ore locali 01.22 della notte, preceduto da probalbili altre piccole scosse (sismogramma eventi). Siamo in attesa della catalogazione da parte dell'Osservatorio.
Marzo2014
31/03/2014
31-3-14 Registrato, poco fa, un evento dalla stazione bke-Vesuvio. Trattasi un terremoto di bassa magnitudo registrato alle ore locali 21.34 circa, preceduto da probalbile piccola scossa (sismogramma eventi). Come per gli eventi dei giorni precedenti, l'Osservatorio, ad oggi, non ha ancora catalogato gli eventi.
30/03/2014































      Registrati due
terremoti al Vesuvio.
Trattasi di due terremoti di bassa magnitudo registrati alle ore locali 20.57 e 21.05 circa. Gli eventi sono visibili anche sulla stazione OVO (sismogramma eventi).

TERREMOTO DI MAGNITUDO 4.8 REGISTRATO ALLO YELLOWSTONE.
Quella che segue è la sequenza sismica in atto allo Yellowstone, super vulcano situato negli Stati Uniti.
La crisi sismica è di rilevante entità. L'evento di mtd 4.8 rappresenta uno tra i piu forti mai registrati
allo Yellowstone. Sono anni che si registrano cambiamenti nello stato dell'area che è molto estesa, con
campi fumarolici e geyser diffusi.
Lo Yellowstone ha dato atto all'ultima eruzione effusiva con lava circa 70mila anni fa, mentre l'ultimo evento
esplosivo (catastrofico) risale a rica 640mila anni.
Abbiamo inserito in home page il sismogramma in tempo reale delle ultime 24ore dei terremoti registrati.
Seguiremo da vicino la situazione ed l'evolversi della crisi sismica in atto, con news ed approfondimenti.
Ricordiamo che allo Yellowstone, durante le crisi sismiche del 1985 (la più forte ad oggi) e quella del 2009, si è appurata
la intrusione di magma profondo.
Pertanto, la situazione richiede attenzione.
Fonte dati: http://www.seis.utah.edu/
 
3.3 2014/03/30 09:12:24 44.777N 110.723W 6.0 29 km (18 mi) S of Gardiner, MT
3.1 2014/03/30 09:07:49 44.770N 110.720W 6.6 30 km (18 mi) S of Gardiner, MT
2.5 2014/03/30 07:56:40 44.770N 110.714W 7.7 30 km (18 mi) S of Gardiner, MT
3.1 2014/03/30 07:30:52 44.772N 110.698W 4.5 29 km (18 mi) S of Gardiner, MT
4.8 2014/03/30 06:34:39 44.778N 110.683W 6.8 29 km (18 mi) S of Gardiner, MT
3.0 2014/03/30 04:36:25 44.786N 110.690W 1.6 28 km (17 mi) S of Gardiner, MT
2.8 2014/03/30 00:23:48 44.785N 110.681W 1.5 28 km (17 mi) S of Gardiner, MT
0.5 2014/03/28 09:41:43 44.825N 110.781W 3.1 24 km (15 mi) SSW of Gardiner, MT
2.0 2014/03/28 05:37:16 44.839N 110.513W 7.1 27 km (17 mi) SE of Gardiner, MT
1.9 2014/03/26 18:58:40 44.808N 110.773W 4.3 26 km (16 mi) S of Gardiner, MT
2.2 2014/03/26 18:20:59 44.800N 110.772W 4.1 27 km (17 mi) S of Gardiner, MT
1.5 2014/03/26 18:11:57 44.821N 110.774W 2.0 24 km (15 mi) S of Gardiner, MT
2.0 2014/03/26 18:00:10 44.799N 110.774W 3.9 27 km (17 mi) S of Gardiner, MT
3.5 2014/03/26 17:59:00 44.801N 110.778W 4.5 27 km (17 mi) S of Gardiner, MT
3.0 2014/03/26 13:14:36 44.804N 110.772W 6.4 26 km (16 mi) S of Gardiner, MT
1.4 2014/03/24 12:06:51 44.246N 110.444W 3.6 70 km (43 mi) SE of West Yellowstone, MT
1.7 2014/03/24 05:21:37 44.778N 110.774W 7.5 29 km (18 mi) S of Gardiner, MT
1.1 2014/03/23 22:55:22 44.574N 110.410W 2.7 56 km (35 mi) E of West Yellowstone, MT



Registrato in mattinata dalla BKE (si presume alle ore 03.00, incertezza dell'orario dovuta alla concomitante introduzione dell'ora legale) piccolo terremoto di bassa magnitudo. Qui il sismogramma.

29-3-14 Registrati, nella serata di ieri, due eventi
dalla stazione bke-Vesuvio. Trattasi di due terremoti di bassa magnitudo registrati alle ore locali 19.23 e 20.52 circa (sismogramma eventi).
29/03/2014 Registrati tre eventi dalla stazione bke-Vesuvio. Il primo, nella notte alle ore 01.09 circa ed il terzo delle ore 08.37 circa, non facilmente classificabili, il secondo, delle ore 03.19, è il tipico terremoto vesuviano e pare contenuto in un range di magnitudo tra 0.5 e 1.  (sismogramma primi due eventi, e del terzo)
28/03/2014 Registrati due eventi dalla stazione bke-Vesuvio. Il primo, nella notte alle ore 02.14 circa, non è direttamente associabile ad un terremoto vesuviano (sismogramma).Ricerche di eventi registrati dal sistema ISIDE nelle vicinanze (Campania e/o basso tirreno) non hanno dato esito.
 Il secondo, registrato alle ore 05.52 circa, di bassa magnitudo, sembra un terremoto vesuviano (sismogramma).
.Rilasciato bollettino settimanale Flegrei Dettagli qui
27/03/2014 Registrato alle ore 10.19 di stamane un evento al Vesuvio. Sembrerebbe trattarsi di un evento di natura sismica, anche se la forma dell'onda sismica non fa esludere che possa trattarsi di un evento di altra natura (tipo franoso o altro). L'Osservatorio non ha catalogato ancora il sisma. Qui il sismogramma evento.
26/03/2014 Speciale sul monitoraggio geochimico.

Due piccoli eventi registratio al Vesuvio ieri sera. Il primo alle ore 22.31circa, il secondo alle ore 22.53 circa. Potete notarli nel sismogramma  debitamente evidenziati. Trattasi probabilmente di eventi sismici di bassissima magnitudo.

Piccolo evento registrato ai Campi Flegrei il 23/03/2014 alle ore 23.20 circa. Lo riporta oggi l'Osservatorio Vesuviano. L'evento ha avuto magnitudo negativa pari a 0.1 ed è stato registrato in zona Agnano ad una profondità di circa 2km.
24/03/2014 Aggiornato il numero di eventi mese di marzo. L'Osservatorio ha aggiornato il numero di eventi registrati al Vesuvio al giorno 24/03/2014. In particolare, dal 1 marzo sono stati registrati 31 eventi. Nel periodo 19-24 marzo, registrati 13 eventi: tra questi, è stato possibile rilevare che 4 hanno avuto magnitudo negativa, 4 compresa tra 0 e 0.5 e 3 con magnitudo compresa tra 0.5 e 0.8. Non è disponibile la profondità degli eventi, né la localizzazione.  Gli eventi segnalati nella news del 22/03/14, in particolare, hanno avuto una magnitudo approssimativa che può essere così stimata:  eventi delle ore 03.22 e 03.23, rispettivamente, ML di -0.1 e 0.4; evento delle ore 10.38 circa ML di 0.6 circa, così come l'evento del 21/03/2014. 
22/03/2014 Ore 18.00 - Inseriti in home i sismogrammi delle ultime 24 ore delle stazioni sismiche di Ischia, Campi Flegrei stazione di Bacoli e Matese.
In data  09/02/14 sono stati registrati due terremoti ad Ischia. Lo riporta l'ultimo bollettino di febbraio dell'Osservatorio Vesuviano. L'evento più rilevante ha avuto una magnitudo pari ad 1.6 con localizzazione in zona Casamicciola Terme e profondità pari a 2km.
Per chi non lo sapesse, ricordiamo che Ischia è un vulcano attivo. L'ultima eruzione risale al 1302.

Ore 10.40 Registrato dalla stazione sismica BKE un evento al Vesuvio. Di bassa magnitudo, è stato registrato alle ore 10.38 circa. In attesa della catalogazione da parte dell'O.V., pubblichiamo sismogramma.
Ore 10.00 Registrati dalla stazione sismica BKE due eventi al Vesuvio. Di bassa magnitudo, sono stati registrati alle ore 03.22 e 03.23 circa della notte. In attesa della catalogazione da parte dell'O.V., pubblichiamo sismogramma con evidenziazione dei tracciati.
21/03/2014 ATTENZIONE: ore 22.35 - Ricomparso sul sito O.V. da pochi minuti l'evento registrato ieri ai Campi Flegrei. Dopo aver contattato 4 ricercatori dell'Osservatorio oggi pomeriggio, rivediamo ora catalogato l'evento di ieri.

ATTENZIONE: sul sito dell'Osservatorio è scomparso l'evento registrato ai Campi Flegrei ieri 20/03/14 ore 5.36 che era stato catalogato. Non conosciamo ancora le ragioni della cancellazione e siamo in attesa di un chiarimento sul punto.

Registrato piccolo terremoto al Vesuvio alle ore 11.07 circa. In attesa della catalogazione da parte dell'Osservatorio, vi  proponiamo il sismogramma dell'evento.
20/03/2014 Aggiornato, da parte dell'Osservatorio, il numero eventi Marzo 2014. Al giorno 18 sono stati registrati 19 eventi, ampiamente nella media mensile. Otto terremoti hanno avuto magnitudo negativa, sette tra 0 e 1 e quattro tra 1 e 2. I quattro eventi per cui è stato possibile determinare la profondità hanno registrato ipocentri compresi tra 1.5 e 0 km. Gli epicentri permangono concentrati nell'area craterica. Ulteriori dettagli e grafici ad inizi Aprile.

Catalogato l'evento registrato stamane. Si è trattato di un terremoto di magnitudo 0.9 a 1,81 km di profondità con epicentro la zona tra Agnano e il cratere degli Astroni. Qui la mappa della localizzazione. (fonte O.V.- evidenziazione nostra).

Evento sismico registrato ai Campi Flegrei alle ore 05.36 circa di stamane. Si attende la catalogazione da parte dell'O.V. Grafico qui.
19/03/2014 "Sono state ripristinate le condizioni per l’effettuazione dei campionamenti nel cratere per le
analisi geochimiche dei gas fumarolici.Dal prossimo bollettino saranno di nuovo riportati i
risultati di tali misure."
Con queste parole, nel 
bollettino di febbraio,  l'Osservatorio annuncia che dal prossimo mese pubblicherà i dati delle rilevazioni geochimiche. Un grazie a tutti gli utenti del  sito che hanno partecipato alle petizione. E' un primo passo, un diritto riconosciuto!!!
Pare, dunque, che ora siano stati reperiti uomini e risorse per far fronte sia alla situazione di "attenzione" in atto ai Campi Flegrei,  che a quella di monitoraggio del Vesuvio. Sarebbe interessante capire come, tuttavia per ora ci interessa avere informazione ed averla con la frequenza massima possibile. Un mese è davvero tanto, troppo. Insisteremo affinché ci sia un aggiornamento con frequenza settimanale o, se possibile per le stazioni wireless, in tempo reale. Parliamo del vulcano più pericoloso al mondo e deve essere il più monitorato al mondo!!! Grazie a tutti.
18/03/2014 "E' ora che l'Osservatorio pubblichi i dati della geochimica (temperatura, pressione, composizione dei gas delle fumarole).
Inviamo una mail di richiesta e sollecito alla pubblicazione all'Osservatorio Vesuviano.  MODELLO EMAIL OSSERVATORIO"
18/03/2014 Ore 16.00 Catalogato l'evento delle ore 13.17. Ha avuto una magnitudo pari a 1.2 ed è stato localizzato sul lato est del cratere (più vicino a BKE) ad una profondità pari praticamente a 0, livello del mare.

Ore 13.58 Registrato alle ore 13.17 circa altro evento al Vesuvio (grafico BKE e OVO). Appare di magnitudo paragonabile a quelli registrati in mattinata anche se la stazione sismica OVO lo ha registrato in maniera minore. Siamo in attesa della catalogazione.

Ore 12.00 L'Osservatorio ha catalogato gli eventi. Il primo ha avuto una magnitudo di 1.6  con profondità ad 1.5 km, mentre il secondo ha avuto una magnitudo di 1.9 con profondità a 1.15 km. Gli eventi hanno avuto un epicentro localizzato nella zona del cratere. Anche questi due eventi, dunque, confermano la tendenza ad eventi registrati a profondità relativamente bassa e con epicentro nell'area del cratere. A breve un'analisi più approfondita.

Ore 07.35 Due terremoti sono stati registrati poco fa al Vesuvio. Gli eventi, di media magnitudo, sono stati registrati alle ore 05.12 e 05.23 circa ora locale.Il primo evento delle ore 5.12 circa è stato seguito da altro evento di magnitudo maggiore alle ore 05.23 circa. Qui il sismogramma eventi. Ulteriori info e dettagli a breve. Siamo in attesa della catalogazione da parte dell'O.V.
16/03/2014 70 anni fa, precisamente il 18 marzo 1944, il Vesuvio dava inizio all'ultima eruzione che chiudeva il ciclo 1631-1944 (periodo in cui il vulcano ha eruttato innumerevoli volte).  In area Media pubblicati alcuni video storici con immagini dell'eruzione.
L'eruzione, di tipo effusiva, terminò il 29 marzo del 1944. Da allora il Vesuvio è in stato di quiescenza.
12/03/2014 Due piccoli terremoti sono stati registrati poco fa al Vesuvio. Gli eventi di bassa magnitudo sono stati registrati alle ore 21.11 e 21.26 circa ora locale. Qui il sismogramma eventi. Si è in attesa della catalogazione da parte dell'O.V.
11/03/2014 Pubblicato resoconto menisle di Febbraio in attesa del bollettino ufficiale dell'Osservatorio Vesuviano.
A questa pagina è consultabile il resoconto.
10/03/14
L'Osservatorio Vesuviano ha rilasciato i dati dei terremoti registrati al 10/03/14. Per un solo evento è stato possibile ricavare la profondità. Trattasi del terremoto del 09/03/14, registrato alle ore 23.15 circa, ora locale che ha avuto una magnitudo locale pari a 0.5 ed una profondità pari a 280mt  (0.28). In totale, dal 1 a 10 marzo, sono stati registrai 8 terremoti, di cui, due con magnitudo positiva  e sei con magnitudo negativa.  Si noti che terremoti con magnitudo negativa vengono registrati poiché, rispetto alla formula del calcolo della magnitudo elaborata da Richter ed alla strumentazione in possesso all'epoca, oggi  è possibile rilevare eventi con magnitudo molto bassa che restituiscono, appunto, valori negativi (eventi del tutto strumentali). Qui il grafico con evidenza dell'evento del 09/03/2014. 
06/03/14  Nuove immagini di eruzioni e flussi piroclastici QUI
Migliorato lo streaming video a  1 immagine ogni 3 secondi qui
01/03/2014 Si è chiuso con n.49 eventi registrati il mese di febbraio 2014. L'ultimo catalogato ha avuto una profondità di 0.22 km  con magnitudo strumentale di 0.5 e localizzato nell'area craterica. Archivio mensile terremoti Vesuvio con grafici
25/02/2014 Aggiornato il numero di terremoti registrati al Vesuvio nel mese di febbraio. Siamo a 44 eventi, nella media mensile degli ultimi anni. A fine mese pubblicheremo le statistiche complete del mese, raffrontandole con quelle dei mesi precedenti, anche con  nuovi ed esclusivi grafici.
24/02/2014 Ecco di seguito l'intervento del Direttore dell'Osservatorio Vesuviano, dr. Giuseppe di Natale,  che è intervenuto sugli allarmismi che girano in rete sullo stato del Vesuvio (dalla home page del sito dell'Ossrevatorio Vesuviano).

AVVISO del 21/02/2014

Negli ultimi giorni si è diffuso, per l'ennesima volta, un allarmismo ingiustificato sullo stato del Vesuvio. Tale allarme deriva, a nostra conoscenza e per quanto riferito dalle persone che ci contattano, da due fonti: la prima è una ricostruzione giornalistica, sembra a firma di un ricercatore americano e che viene riportata ogni volta che si diffondono voci allarmistiche sui nostri vulcani, dei dettagli catastrofici di un'eruzione pliniana del Vesuvio; la seconda sarebbe una errata interpretazione del fatto che, essendo stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la nuova legge sui piani di emergenza Vesuvio, essa diventerà operativa entro 45 giorni. Questo fatto sarebbe stato erroneamente interpretato nel senso che 'fra 45 giorni diventerebbe operativa (ossia inizierebbe) l'evacuazione'. Questa errata ed assurda interpretazione, che sembra stia ricorrendo sul web tramite i 'social network' è, ribadiamo, assolutamente falsa. Nel contempo, ribadiamo ancora una volta che l'attuale stato del Vesuvio è lo stesso che persiste dal 1944 ad oggi, ossia di quiescenza. Non c'è alcuna evidenza di attività anomala che potrebbe indicare una ripresa imminente di attività; anzi, l'attuale sismicità di fondo, che è assolutamente normale su ogni vulcano ed è normalmente registrata al Vesuvio dal 1944 ad oggi, è notevolmente più bassa che nel passato. Quindi, per quanto possa essere spaventosa una ricostruzione giornalistica (o cinematografica) di un'eruzione catastrofica, bisogna comprendere la differenza tra 'possibile', 'probabile' ed 'imminente'. Eruzioni estremamente violente del Vesuvio (come di ogni vulcano esplosivo) sono certamente 'possibili', ma non sono 'probabili' (nel senso che per fortuna sono eventi rari), nè sono tantomeno, assolutamente, 'imminenti'.

24/02/14 Inseriti in home sismogrammi terremoti ultime 24 ore Vesuvio-Flegrei
L'Osservatorio ha rettificato la profondità del terremoto dell'11/2/14 portatandola a 1.12 dal precedente -0.19.
L'evento visibile nel tracciato 16-20, con molta probabilità, è dovuto ad un fulmine che si è abbattuto in zona alle ore 17.43 circa
22/02/14 Un piccolo evento, di contenuta magnitudo, è stato registrato dalla stazione sismica BKE del Vesuvio. L'evento si è verificato alle ore 18.55 ora locale, è di lieve entità ed  è visibile in questo tracciato. L'Osservatorio non ha ancora catalogato l'evento.
20/02/2014 SPECIALE TESORO DI BOSCOREALE/VILLE ROMANE
Terremoti Vesuvio mese di Febbraio 2014: 29 (fonte O.V.) ATTENZIONE: SERVIZIO DATABASE BANCHE DATI PLINIO NON PIU' ATTIVO DA IERI 19/02/2014 SUL SITO O.V.
Mentre in Italia  ci "è concesso" accedere ai dati dei rilevamenti sismici quasi per gentile concessione, negli Stati Uniti è il Servizio Nazionale di monitoraggio sismico e vulcanico, il famoso USGS, che chiede ai cittadini di installare presso le residenze private (gratuitamente) costosi  sismografi per ampliare  il monitoraggio. Non aggiungo altro. Qui potete accedere al link dell'USGS. 
19/02/2014 Ore 07.40 . Registrato alle ore 02.58 circa, un terremoto di bassa magnitudo dalla stazione BKE. L'evento appare molto contenuto. Grafico.
18/02/14 Ore 16. Registrato alle ore 15.53 un terremoto di bassa magnitudo dalla stazione BKE. L'evento appare molto contenuto. Grafico.
15/02/2014 15/02/14 Speciale Piano di evacuazione-Tante novità- 
 
ESCLUSIVI GRAFICI SUI TERREMOTI DEL VESUVIO
Interviene il Direttore dell'Osservatorio Vesuviano sulla vicenda dei dati preliminari e definitivi dei terremoti. Silenzio sul vuoto di misurazioni geochimiche che permane da giugno 2012. 
14/02/2014 Con un messaggio in home page, il Direttore dell'Osservatorio Vesuviano, dr. Giuseppe De Natale, interviene spiegando che gli eventi in corso rientrano nella normale dinamica del Vesuvio. I gestori di questo sito avevano, difatti, postato a questa pagina una Tabella esplicativa dei terremoti Vesuviani dalla quale emergeva come anche in passato si erano verificati eventi di pari e superiore magnitudo. Addirittura una sequenza sismica dell'agosto 2011 dove in poche ore vennero registrati numerosi eventi. Il Direttore interviene poi sulla vicenda dei dati pubblicati, spiegando che nessuna valenza doveva essere attribuita alla dicitura "preliminare" e "supervisionato"che compariva accanto ai terremoti pubblicati. Ne prendiamo atto, così come prendiamo atto della eliminazione della predetta dicitura che è scomparsa dalla relativa pagina web. Tuttavia, il Direttore tace sulla questione del monitoraggio geochimico che, per il Vesuvio, è fermo dal giugno 2012 a causa della scarsità di personale (vedi questa pagina che rinvia ai Bollettini pubblicati dall'Osservatorio Vesuviano). Ci saremmo aspettati una risposta anche su questo. Il Vesuvio dorme sogni tranquilli e di questo ne siamo felici tutti. Ma se mancano uomini e mezzi per le campionature geochimiche, ben avrebbe potuto il Direttore lamentare ancora una volta tale situazione venutasi a creare a seguito dell'attenzione maggiore richiesta ai Campi Flegrei. 
13/02/2014 INSERITO GRAFICO TERREMOTI VESUVIO DAL 1990 AD OGGI 
 
 TABELLA ESPLICATIVA TERREMOTI VESUVIO .
  Aggiornata la pagina relativa "stato attuale del Vesuvio"
WEBCAM E SITO INSERITI SUL PRESTIGIOSO VOLCANODISCOVERY

Ore 12.00 . L'Osservatorio ha rilasciato i dati preliminari degli eventi del 12 e 13 febbraio. Trattasi, per l'evento del 12, di terremoto di magnitudo 1.9 con epicentro in corrispondenza del cono del Vesuvio e profondità di 0.09. L'evento di questa notte, sempre in via preliminare, localizzato in corrispondenza del cono del Vesuvio, ha avuto una magnitudo di 1.8 ed una profondità di 0.09.
Ore 08.00 -  Due nuovi eventi sismici registrati nella notte. Sismogrammi degli eventi.Il piu significativo è delle ore 01.29. L'evento, di bassa magnitudo, è stato preceduto da altro piccolo evento registrato alle ore 01.03. Si attende che l'Osservatorio cataloghi gli eventi. Al momento in cui si scrive non risultano ancora catalogati gli eventi di ieri 12/02/2014. 
12/02/2014 ore 11.45  Nuovo evento sismico registrato al Vesuvio pochi minuti fa. Siamo in attesa della catalogazione del sisma che appare comunque contenuto e di bassa magnitudo. Nel momento in cui scriviamo sono in atto piccole repliche. Sismogrammi degli eventi.
Ore 14.30 - L'Osservatorio Vesuviano non ha ancora catalogato l'evento di questa mattina.
11/02/2014 Registrato un evento sismico al Vesuvio. Il terremoto, registrato alle ore 7.06 circa di stamane, è di bassa magnitudo. L'evento ha avuto come epicentro la zona tra Trecase e Boscotrecase, lato sud del cratere del Vesuvio, secondo il dato preliminare rilasciato dall'Osservatorio. La magnitudo stimata è di 1.8, non avvertibile dalla popolazione. La strumenazione indica una profondità negativa di -0,19, vale a dire avvenuto a circa 200mt sopra il livello del mare. Il sisma è ben visibile nei sismogrammi delle stazioni sismiche BKE-OVO ed è stato preceduto da una piccola scossa anticipatoria, oltre ad una piccola replica. Seguiteci per ulteriori aggiornamenti e approfondimenti..
08/02/2014 Aggiunta in home la stazione sismica OVO Vesuvio che non risente di disturbi ambientali. Un'anomalia su entrambe potrebbe indicare un sisma.
 Il piano di evacuazione presente su Vesuvio2000 risale agli anni 1996-99.
 Aggiornata la pagina relativa "stato attuale del Vesuvio"
07/02/2014 07/02/2014Registrata una temperatura minima della notte 2,2 gradi C, contro una temperatura minima di 6,9 C di Boscotrecase e i  5,6 di Sarno. Minima di 1,9 gradi C registrata alla stazione di Montevergine  posta a ben 1284 metri di altitudine. Conferma del fenomeno di inversione termica.
06/02/2014 Aggiornata la pagina news sui Campi Flegrei e Multimedia
 
Il piano di evacuazione presente su Vesuvio2000 risale agli anni 1996-99.
 Aggiornata la pagina relativa "stato attuale del Vesuvio"
06/02/2014 L'anomalia nel tracciato bke 4-8 non sembra  un evento sismico.  Potrebbe tratatrsi di un fulmine per un temporale che ha interesstao la zona.
04/02/2014 Apportate novità importanti al sito. Inserito lo streaming live della web cam del Vesuvio e lo streaming della stazione sismica BKE del Vesuvio in Home. Aggiornata la pagina Multimedia con l'aggiunta di un video sullìeruzione del Vesuvio del 1944. Registrati alcuni eventi strumentali  dalla stazione BKE. 
01/02/2014

Bollettino mensile meteorologico stazione Boscoreale-Vesuvio.

Il mese appena trascorso è stato caratterizzato da correnti occidentali e nord-occidentali con almeno due eventi sciroccali molto forti. Da segnalare nessuna incursione del freddo siberiano e/o artico e numerosi eventi temporaleschi (almeno 5-6) tipici del periodo autunnale.

Temperature: le temperature massime e minime nel mese quasi sempre sono state oltre le medie climatiche per questa zona. In particolare, durante tutto il mese non sono state registrate gelate degne di rilievo e raramente la temperatura è scesa sotto lo zero termico. Da segnalare diversi eventi di scirocco che hanno portato la temperatura di diversi gradi oltre le medie di periodo (+13 di max). Da segnalare i + 19,2 gradi Celsius di massima del 31-1-14, i + 18 gradi più volte registrati durante il mese.

Precipitazioni: le elevate temperature hanno contribuito a far si che il mare accumulasse molta energia sotto forma di calore poi tramutatasi in evaporazione e quindi precipitazioni. Difatti contro una media di 90 mm di piogge per il periodo, si sono registrati ben 181 mm di pioggia.

Vento: gli eventi sciroccali hanno generato forti veti da sud-est. La raffica massima è stata di 85,9 km/h

01/02/2014 Ecco la sabbia del deserto arrivata sino a noi Foto
01/02/2014 Evento sismico del Vesuvio(da Vesuvio2000-Fonte O.V.) - Un evento sismico è stato registrato dalle reti di monitoraggio dell'osservatorio
Vesuviano. L'evento, registrato alle ore 4.09di bassa magnitudo, non è stato ancora classifiicato dall'O.V..
31/01/2014 Ore 22.40 Piogge torrenziali e veni fortissimi in atto \/\/\/\/ Registrate raffiche di vento ad 85 kmh