Home News Grafici Sismogrammi Ultime 24 ore Articoli ed esclusive Webcam Dati meteo DB Plinio


NEWS TERREMOTI - BOLLETTINI
!!!Disclaimer da leggere con attenzione!!!
News anno 2014 News I semestre 2015 News II semestre 2015
News I semestre 2016 News II semestre 2016 News anno 2017
Archivio 2018 News generali 2017

© 2014/2015/2016/2017/2018 
Tutti i diritti relativi alle news sono riservati. Vietata la riproduzione. Obbligatorio citare la fonte per esteso come segue:
"METEOVESUVIO - http://meteovesuvio.altervista.org - Avv. Giuseppe D'Aniello"


VADEMECUM TERREMOTI



11/12/18 COMUNICATO: MAIL AD INGV OV PER SOLLECITARE PUBBLICAZIONE DATI (apre Facebook)

COMUNICATO
"Come anticipato, in serata abbiamo inviato mail alla Direzione INGV OV chiedendo almeno la pubblicazione sul sito dei dati in tempo reale di temperatura e/o geochimici di una stazione craterica e l'elenco eventi LF. Il tutto all'esito del sondaggio che Le abbiamo linkato.
Confidiamo in una risposta
Il gestore, avv. Giuseppe D'Aniello"



9/12/18 VESUVIO: EVENTO DI MEDIA INTENSITA' - ISCHIA EVENTI NELLA NOTTE D IN MATTINATA
Ore 16.00
Catalogato come segue da INGV OV il secondo evento segnalato. Epicentro in area cratere.
Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/12/09 14:21:36.00 1.2 40.8208 14.4187 0.80 Preliminare



Ore 15.23 Nuovo evento
Un nuovo evento è visibile sui tracciati. Le onde sismiche lunghe presenti trai i due eventi non sono visibili sugli altri tracciati. La md stimata in via approssimativa ci sembra intorno ad 1.5.


Ore 14.20 Catalogazione
Arriva la catalogazione INGV OV. Magnitudo 2.0, come da Noi stimato, profondità 0.75, epicentro area cratere.
Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/12/09 12:24:26.00 2.0 40.8215 14.4280 0.75 Preliminare


Ore 13.25 - In aggiornamento

Stimiamo in via del tutto approssimativa la magnitudo intorno a 2.0.
Eventi registrati nella notte e mattinata ad Ischia, zona sud ovest dell'isola catalogati da INGV OV su Plinio con md 08. ed 1.3, 0.1.
Aggiornati al 30/11/18 i Nostri grafici sul sito.

Elenco catalogazioni Ischia:
Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/12/09 08:31:19.00 0.1 40.7088 13.8805 2.00 Preliminare
2018/12/09 08:30:57.00 1.3 40.7168 13.8933 1.57 Preliminare
2018/12/09 02:14:2.00 0.8 40.7180 13.8973 1.09 Preliminare
2018/12/06 15:19:13.00 1.0 40.7320 13.9063 1.34 Preliminare
2018/11/13 16:56:58.12 0.6 40.7225 13.8903 1.39 Revisionato
2018/11/13 16:33:48.06 0.7 40.7225 13.8910 1.35 Revisionato
2018/11/13 16:28:29.96 0.2 40.7225 13.8917 1.30 Revisionato




8/12/18 
SEQUENZA SISMICA VESUVIO: CAUSE ED ESAME APPROFONDITO


7/12/18 BOLLETTINI MENSILI NOVEMBRE INGV OV

VESUVIO           FLEGREI           ISCHIA



7/12/18 VESUVIO: ALCUNI EVENTI NELLA NOTTE ED UNO IN MATTINATA - ISCHIA: EVENTO NELLA GIORNATA DI IERI CATALOGATO CON MD 1.1
Ore 7.45
Registrati alcuni eventi di bassa magnitudo nella notte e giornata di ieri. Alcuni sono stati localizzati e catalogati nel db Plinio. Tutti gli eventi sono molto superficiali (meno di 500metri). L'evento con md maggiore è quello registrato pochi minuti fa alle ore 7.13.25 sec. circa ora locale (md 1.1).
Intanto è stato ripristinato da qualche giorno il corretto funzionamento della stazione sismica VCNE il cui sismogramma è disponibile online dopo Nostre pressioni e richieste alla precedente Direzione INGV OV.  
Seguono ultime catalogazioni preliminari (db Plinio INGV OV):

Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/12/07 06:13:25.00 1.1 40.8170 14.4278 0.27 Preliminare
2018/12/07 01:40:20.00 0.4 40.8185 14.4293 0.09 Preliminare
2018/12/07 01:06:15.00 0.1 40.8163 14.4247 0.22 Preliminare
2018/12/06 23:05:34.00 0.3 40.8195 14.4232 0.50 Preliminare
2018/12/06 22:10:45.00 -0.6 40.8190 14.4218 0.09 Preliminare
2018/12/06 22:01:56.00 0.5 40.8168 14.4287 0.23 Preliminare
2018/12/06 21:56:54.00 -1.0 40.8188 14.4218 0.17 Preliminare
2018/12/06 21:36:9.00 -0.2 40.8193 14.4300 0.09 Preliminare
2018/12/06 17:22:1.00 0.3 40.8217 14.4302 0.42 Preliminare
2018/12/06 16:01:7.00 0.0 40.8218 14.4308 0.13 Preliminare
2018/12/06 08:29:33.00 0.1 40.8228 14.4143 0.31 Preliminare
2018/12/05 06:45:21.00 -0.3 40.8173 14.4277 0.33 Preliminare

Un terremoto è stato registrato ad Ischia nella giornata di ieri. Ci sono pervenute segnalazioni dell'evento da alcune persone che lo avrebbero avvertito. Ad ogni modo il terremoto è stato catalogato da INGV OV come segue con epicentro a Casamicciola, prof. 1.34 KM, md 1.1. Altri tre eventi sono stati localizzati e catalogati in Plinio registrati il 13 novembre:

Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/12/06 15:19:13.00 1.0 40.7320 13.9063 1.34 Preliminare
2018/11/13 16:56:58.12 0.6 40.7225 13.8903 1.39 Revisionato
2018/11/13 16:33:48.06 0.7 40.7225 13.8910 1.35 Revisionato
2018/11/13 16:28:29.96 0.2 40.7225 13.8917 1.30 Revisionato




5/12/18 VESUVIO: NOTTE TRANQUILLA
Ore 7.25
Tranne alcuni eventi registrati nella serata di ieri di cui alcuni localizzati e catalogati nel DB Plinio (che contiene solo eventi di tipo VT, vulcano tettonici ad alta frequenza), ci sembra non siano sttai registrati eventi sismici associati al Vesuvio. I segnali "lunghi" visibili sui tracciati della mattinata sono riferibili ad eventi di MD molto elevata registrati all'estero ( 6 e 7.5).
Segue elenco ultime catalogazioni INGV OV:

Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/12/04 19:40:3.00 N.D. 40.9103 14.5083 19.16 Automatico
2018/12/04 18:39:53.00 0.9 40.8213 14.4240 0.10 Preliminare
2018/12/04 16:27:29.00 1.5 40.8195 14.4272 0.10 Preliminare
2018/12/04 14:59:3.00 -0.4 40.8162 14.4288 0.10 Preliminare
2018/12/04 14:57:46.00 0.4 40.8228 14.4240 4.00 Preliminare
2018/12/03 21:45:25.00 -0.2 40.8333 14.4128 0.10 Preliminare
2018/12/03 20:58:30.00 1.3 40.8197 14.4260 0.97 Preliminare
 


4/12/18 ESITO SONDAGGIO 79% "NO", 21% "SI"
Ore 14.00
Desideriamo ringraziare tutti coloro che hanno partecipato al Sondaggio, sia coloro che, semplificando, hanno votato contro MeteoVesuvio (21% di "SI"), sia coloro che,  semplificando, hanno votato a favore di MeteoVesuvio (79% di "NO").
La pagina Facebook è "seguita" al momento da poco meno di 4mila persone.
I votanti sono stati in totale 753: ci hanno sostenuto 598 persone, mentre i contrari sono stati 155. 

Non neghiamo che la partecipazione è stata molto bassa: ha votato poco meno del 20% degli utenti che seguono al pagina. Questo è un fatto molto negativo in quanto dimostra la scarsa attitudine alla partecipazione nonostante il momento molto particolare col Vesuvio su tutti i titoli di giornale per le scosse che sta facendo registrare negli ultimi giorni.

In ogni caso ci faremo portavoce delle persone che hanno votato per ottenere la pubblicazione sul sito INGV Osservatorio Vesuviano dei dati in tempo reale non solo delle stazioni sismiche ma anche di quelle relative al monitoraggio delle temperature delle fumarole e del suolo, della geochimica, dell'inclinazione, del movimento del suolo, del livello, temperatura e composizione delle acque di falda e dei pozzi  e così via. Chiederemo, per l'ennesima volta, la pubblicazione di un elenco e/o catalogo e/o database degli eventi sismici a bassa frequenza registrati dalla rete di monitoraggio.

Chi ha votato "SI" ha scelto invece di non essere interessato a questi dati in tempo reale (forse perché qualcuno ha già accesso a questi dati?!).

Vogliamo chiarire, per l'ennesima volta, che Noi di MeteoVesuvio da sempre ci battiamo per avere libero accesso ai dati delle reti di montiraggio in tempo reale. Abbiamo vinto molte battaglie contro INGV OV ed il Dipartimento di Protezione civile con vari ricorsi innanzi alla Commissione di accesso agli atti di Roma. Un breve resoconto di alcune di esse è reperibile a questo link. Altre battaglie ci hanno consentito di ottenere l'installazione di stazioni multiparametriche automatiche di monitoraggio delle fumarole del Vesuvio; il catalogo sismico BKE, che pure non era pubblicato; accesso ad informazioni sconosciute perché non pubblicate come quelle sui tremori ed eventi a bassa frequenza ricavate dai Rendiconti semestrali. Di conseguenza questo si è tradotto nell'avere bollettini sempre più completi.
Evidentemente chi ha votato contro MeteoVesuvio (votando "SI" al sondaggio) non ha interesse nemmeno a questo.
 
Non è Nostra intenzione e non lo è stata mai porre in discussione l'operato di INGV Osservatorio Vesuviano soprattutto da quando l'attuale Direzione ha dimostrato sensibilità alle Nostre legittime istanze.
Confidiamo quindi nella collaborazione di INGV OV che saprà senz'altro cogliere l'opportunità che gli offriamo; pubblicare in tempo reale i dati del monitoraggio come richiesto dalla stragrande maggioranza dei partecipanti al voto e come, tra l'altro, previsto dalla normativa vigente. Si potrebbe iniziare col pubblicare in tempo reale i dati raccolti dalla stazione multiparametrica FLXOV6 o di altre stazioni e/o sensori presenti nel cratere.
Un saluto a tutti. Il gestore.
Avv. Giuseppe D'Aniello




4/12/18 VESUVIO: NOTTE TRANQUILLA
Ore 8.30
Dopo gli eventi di bassa md segnalati ieri sera, nella notte  e mattinata (agg. ore 8.20)  non sembra siano stati registrati terremoti. Segnaliamo solo che alle ore 21.50 - 21.51 circa UTC è sttao registrato un evento "lungo" registrato sia su OVO che BKE sulla cui natura (LF?) non possiamo esprimerci in quanto, come noto ormai a tutti, questo tipo di eventi (se di tale tipo si è trattato) non vengono inseriti nel DB PLinio né da nessuna altra parte sul sito INGV OV.



3/12/18 CRISI SISMICA VESUVIO: NELLA NOTTE EVENTO MD 2.4 -DIRETTA

SONDAGGIO APERTO SULLA PAGINA FACEBOOK ASSOCIATA AL SITO
ACCEDETE PER VOTARE
TESTO SONDAGGIO

"MeteoVesuvio fa della divulgazione e libero accesso in tempo reale dei dati del monitoraggio vulcanico una delle Sue battaglie.

Ritenete soddisfacente l'attuale disponibilità di dati in tempo reale sul sito di INGV Osservatorio Vesuviano di Napoli?"

Ultima modifica ore 23.30  Aggiornamento
Siamo in attesa delle catalogazioni preliminari. INGV OV ha catalogato e localizzato in via preliminare un solo evento tra quelli ultimi segnalati. E' arrivata una notifica dalle appa varie di un terremoto con md 1.7 avvenuto in mare. Si tratta con molta probabilità di catalogazione che non verrà confermata da INGV OV in quanto effettuata da INGV CNT Sala sismica di Roma che spesso effettua catalogazioni non precise per eventi del Vesuvio. Cosa confermataci tempo fa dal Direttore di INGV CNT.
Attendiamo la catalogaizone di INGV OV.
Arrivate alle ore 22.36 ed abbiamo avuto ragione l'evento notificato dalle app delle 21.58.30  è di md 1.3 avvenuto in corrispondenza del gran cono e non in mare (e non di md 1.7).
Catalogazioni aggiornate ore  23.26 (comprende solo eventi VT localizzati):
Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/12/03 21:45:25.00 -0.2 40.8333 14.4128 0.10 Preliminare
2018/12/03 20:58:30.00 1.3 40.8197 14.4260 0.97 Preliminare
2018/12/03 20:53:25.00 0.0 40.8225 14.4520 0.99 Preliminare
2018/12/03 20:53:3.00 0.4 40.8197 14.4282 1.58 Preliminare
2018/12/03 20:52:50.00 0.2 40.8197 14.4668 0.67 Preliminare
2018/12/03 20:50:6.00 0.6 40.8175 14.4232 1.75 Preliminare
2018/12/03 18:48:45.00 1.0 40.8153 14.4252 2.20 Preliminare
2018/12/03 18:47:53.00 -0.4 40.8170 14.4233 0.06 Preliminare
2018/12/03 01:54:17.00 0.2 40.8208 14.4122 1.59 Preliminare
2018/12/02 23:42:50.00 2.4 40.8233 14.4337 1.63 Preliminare


Ore 22.00 Aggiornamento
I
n corso altri eventi sismici che sembrano di bassa magnitudo. Catalogazioni appena disponibili. Registrati 5 eventi sismici dalle ore 21.50 alle 22.00 locali circa.

Ore 20.00 Aggiornamento
Evento catalogato con md 1.0 da INGV OV registrato pochi minuti fa. Di seguito catalogazione INGV OV preliminare. Profodnità 2.2km, epicentro area cratere. Riprendono gli eventi?
Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/12/03 18:48:45.00 1.0 40.8153 14.4252 2.20 Preliminare


Ore 17.15 Aggiornamento
Situazione di calma assoluta dai sismogrammi disponibili. Non sembra vi siano stati eventi. I segnali di tipo "lungo" che si notano sembrano riconducibili a disturbi di natura antropica.

Ore 7.45 - Aggiornamento crisi

Alle ore 00.42.50 sec. locali è stato registrato un ulteriore evento con magnitudo pari a 2.4, epicentro in area craterica e profondità pari a 1.6km circa. L'evento sarebbe stato avvertito dalla popolazione.
Dopo quell'evento non sono stati registrati altri terremoti singificativi se non qualche piccola scossa strumentale. Non conosciamo i valori di tutti gli altri dati monitorati in quanto non pubblicati sul sito INGV OV in tempo reale né come sapete sono stati resi noti nel comunicato della Direzione. Sappiamo che INGV OV ha dichiarato che è tutto nella norma e ci fidiamo assolutamnte dell'Istituto ma avremmo preferito la divulgazione in tempo reale anche di tutti gli altri dati monitorati. In giornata assumeremo una iniziativa sulla pagina Facebook associata a questo sito web. Ulteriori approfondimenti inoltre su questa crisi e confronto con crisi precedenti e sismicità ordinaria del Vesuvio con articoli qui sul sito.
Sismogramma BKE eventi:
Sismogramma

Al momento tutte le catalogazione sono preliminari. Segue elenco ultime presente su Plinio:

Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/12/02 23:42:50.00 2.4 40.8233 14.4337 1.63 Preliminare
2018/12/02 21:59:30.00 1.8 40.8242 14.4263 1.06 Preliminare
2018/12/02 21:52:5.00 0.4 40.8195 14.4253 0.67 Preliminare
2018/12/02 20:28:23.00 0.9 40.8193 14.4223 1.37 Preliminare



2/12/18 VESUVIO: ATTENZIONE, NUOVO EVENTO ABBASTANZA RILEVANTE ED EVENTI AMBIGUI - NEWS IN CONTINUO AGGIORNAMENTO LIVE
Ore 24.00 Aggiornamento
Dopo l'ultimo terremoto delle ore 22.59.30 secondi, catalogato come gli altri in via preliminare e non definitiva con md 1.8, non sembrano visibili altri eventi sui tracciati.
Questo non vuol dire che la crisi sismica che osserviamo dal giorno 28 novembre è terminata. Speriamo cessino gli eventi e che l'attività del vulcano rientri nell'ordinaria sismicità.

Ore 23.18 Aggiornamento
Catalogato con md 1.8 l'evento di poco fa. Segue elenco catalogazioni aggiornato che comprende i soli eventi localizzati (fonte sempre DB Plinio):
Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/12/02 21:59:30.00 1.8 40.8242 14.4263 1.06 Preliminare
2018/12/02 21:52:5.00 0.4 40.8195 14.4253 0.67 Preliminare
2018/12/02 20:28:23.00 0.9 40.8193 14.4223 1.37 Preliminare
2018/12/02 19:09:18.00 2.3 40.8232 14.4272 1.49 Preliminare
2018/12/02 15:09:55.00 1.6 40.8267 14.4262 1.59 Preliminare
2018/12/02 13:42:11.00 0.3 40.8253 14.4280 1.05 Preliminare
2018/12/02 13:41:36.00 0.4 40.8265 14.4237 1.61 Preliminare
2018/12/02 13:40:29.00 0.4 40.8232 14.4292 2.12 Preliminare
2018/12/02 13:39:44.00 1.6 40.8237 14.4230 1.34 Preliminare
2018/12/02 13:17:13.00 0.2 40.8247 14.4260 1.39 Preliminare
2018/12/02 07:38:13.00 1.4 40.8233 14.4218 2.24 Preliminare
2018/12/02 07:26:56.00 0.1 40.8252 14.4255 2.31 Preliminare
2018/12/02 07:22:32.00 0.1 40.8225 14.4212 1.25 Preliminare
2018/12/02 06:51:26.00 0.4 40.8285 14.4243 0.82 Preliminare
2018/12/02 06:32:45.00 0.4 40.8200 14.4315 2.62 Preliminare
2018/12/02 05:00:29.00 0.4 40.8173 14.4310 2.99 Preliminare
2018/12/02 03:01:58.00 0.5 40.8215 14.4305 3.31 Preliminare
2018/12/02 00:24:31.00 0.7 40.8238 14.4287 1.71 Preliminare



Ore 23.03 Aggiornamento
Altro evento registrato poco fa.

Ore 22.56 Aggiornamento
Prosegue la sismicità con altri due eventi di bassa magnitudo registrati poco fa.

Ore 21.15 Aggiornamento
Arrivata la catalogazione INGV OV da alcuni minuti: si tratta di un evento con magnitudo 2.3 con epicentro sempre in area craterica e profondità ad 1.5km circa. INGV OV non pubblica ancora alcun dato live e/o aggiornato relativo agli altri dati e valori monitorato.  

Ore 20.15
Nuovo evento intenso al Vesuvio.Non ci sbagliamo. La crisi sismica si intensifica.
INGV OV deve assolutamente pubblicare live tutti i dati che sta rilevando!
Non ci sbilanciamo più sulle magnitudo dopo quello a cui stiamo assistendo.
Ecco il sismogramma
Sismogramma


Ore 19.20 Aggiornamento
A parte due probabili piccoli eventi non ci risultano ulteriori segnali visibli sui tracciati associabili a terremoti del Vesuvio.

Ore 16.52 Aggiornamenti sospesi sul sito riprenderemo in serata. Ci scusiamo per il disagio.


Ore 16.30 -
Ingv OV cataloga in via preliminare anche il secondo evento delle 15.09.55 sec. circa con md pari ad 1.6. Dunque due eventi di md 1.6 (stima preliminare INGV OV).
Seguono ultime catalogazioni disponibili:
Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/12/02 15:09:55.00 1.6 40.8267 14.4262 1.59 Preliminare
2018/12/02 13:42:11.00 0.3 40.8253 14.4280 1.05 Preliminare
2018/12/02 13:41:36.00 0.4 40.8265 14.4237 1.61 Preliminare
2018/12/02 13:40:29.00 0.4 40.8232 14.4292 2.12 Preliminare
2018/12/02 13:39:44.00 1.6 40.8237 14.4230 1.34 Preliminare
2018/12/02 13:17:13.00 0.2 40.8247 14.4260 1.39 Preliminare
2018/12/02 07:38:13.00 1.4 40.8233 14.4218 2.24 Preliminare




ORE 16.11 ULTERIORE EVENTO RILEVANTE ORA
Un evento che sembra di magnitudo molto superiore al precedente è stato registrato pochi minuti fa al Vesuvio. La crisi sismica prosegue e si acuisce!
Invitiamo i cittadini che ci stanno giustamente tempestando di messaggi a rivolgersi per info di protezione civile ai Sindaci ed agli organi di Protezione civile. Per info scientifiche rivolgetevi ad INGV Osservatorio Vesuviano e ad INGV.
Non possiamo rispondere a tutti e non è Nostro compito fornire quel tipo di indicazioni.


Ore 15.35 - In continuo aggiornamento

Nuovo evento al Vesuvio abbastanza rilevante registrato alle ore 13.39.42 sec. circa UTC (+ un'ora per quella locale).
INGV OV cataloga l'evento principale con md pari ad 1.6. L'evento è preceduto e seguito da eventi minori e da un ambiguo evento lungo. Vedremo cosa dirà INGV OV.
Sismogramma

Ultime catalogazioni prelininari INGV OV:
Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/12/02 13:41:36.00 0.4 40.8265 14.4237 1.61 Preliminare
2018/12/02 13:40:29.00 0.4 40.8232 14.4292 2.12 Preliminare
2018/12/02 13:39:44.00 1.6 40.8237 14.4230 1.34 Preliminare
2018/12/02 13:17:11.00 N.D. 40.8062 14.4758 2.07 Automatico





2/12/18 COMUNICATO GESTORE SITO
Ore 14.00
Prendiamo atto del Comunicato della Direzione INGV OV dal quale emerge che lo stato del Vesuvio rimane a livello verde e che l'attività sismica di questi ultimi giorni rientra nella normale attività del vulcano.
Bene. Ma non è solo questo che abbiamo chiesto ad INGV OV.
Il comunicato è efficace dal punto di vista della Protezione civile ma dal punto di vista scientifico e divulgativo ci sembra scarno.
Si afferma che i dati raccolti dalle reti di monitoraggio sono nella norma e si rimanda al bollettino mensile che, al momento, raccoglie i dati del mese di ottobre 2018 non essendo stato ancora pubblicato quello di novembre 2018.
Da un Istituto di ricerca come l'Osservatorio Vesuviano dove lavorano decine e decine di tecnici ed esperti di alto livello ci saremmo aspettati dei dati, dati ambientali pubblici raccolti dalle reti di monitoraggio pubbliche. Ci saremmo aspettati il confronto tra i dati dell'attuale crisi e quelle precedenti; la presenza o meno in passato di eventi a bassa frequenza e così via.
In primis avremmo gradito l'elencazione degli eventi a bassa frequenza registrati nella crisi sismica attuale. Tale dato è immediatamente disponbile nel momento stesso in cui si verifica un sisma. L'interpretazione di tali eventi è un fatto che può richiedere del tempo ma la frequenza dell'evento, ripetiamo, è immediatamente disponbile.
Il giorno 28 novembre sono stati registrati alcuni eventi a bassa frequenza (e forse anche un tremore) di cui uno catalogato in primo momento in automatico in Plinio. Tale evento è stato tolto dal database. Questo tipo di eventi NON sono, difatti, presenti nel database Plinio e non si comprende come sia mai possibile che non venga pubblicato un catalogo, elenco, database di essi vista l'enorme importanza che hanno in vulcanologìa. Sono anni che chiediamo di fornire un catalogo od elenco di questo tipo di eventi senza avere una risposta accettabile.
Inoltre il Comunicato INGV OV non contiene alcun dato attuale relativo alla geochimica, temperatura fumarole, livello e temperatura dei pozzi e falde monitorate, rete GPS, tiltmetrica.
Per tali precipui motivi riteniamo insufficiente il Comunicato emesso che avrebbe potuto e dovuto fare più chiarezza rivelando ai cittadini gli ultimissimi dati a disposizione dell'Istituto; dati raccolti, lo ribadiamo, da strumentazioni pubbliche. Si tratta di dati a libero accesso e che dovrebebro essere pubblicati live sul sito istituzionale.
Sia chiaro. La Nostra critica non intende dubitare della buona fede dell'operato di INGV OV ma è mirata da un lato a suggerire una politica di divulgazione atta a tranquillizzare la popolazione con dati attuali e dall'altro a consentire l'accesso a dati pubblici in tempo reale. Solo così si può garantire serenetà alla popolazione e fugare ogni dubbio pur presente in alcune persone.
Solo dal 28 novembre sono stati localizzati da INGV OV 62 eventi in via preliminare, tra cui alcuni eventi LF non conteggiati tra questi, altri non localizzabili, un probabile tremore sismico ed una profondità più elevata rispetto alla media degli ultimi anni (in base ai dati preliminari).
Quanto al discusso evento di ieri delle ore 10.11 UTC catalogato dapprima con md 1.8 e poi 2.0 in via preliminare da INGV OV, vi proponiamo un esempio di catalogazioni preliminari tra l'evento di ieri ed uno di stamane. In base a quanto da Noi osservato ed alla Nostra esperienza possiamo affermare che non abbiamo mai visto un evento con un tracciato così ampio sulla stazione OVO negli ultimi anni. Attendiamo che i dati vengano revisionati per ritornare sul punto.
Sismogramma

Ricordiamo, da ultimo, che i dati in parola sono pubblici e l'Istituto è tenuto per Legge a pubblicarli con accesso libero sul proprio portale in tempo reale o appena disponibili (DLGS 80/2013). Del resto in questo Nostro articolo del 2016 apprezzavamo la svolta dell'INGV che con decreto n.200/2016 stabiliva l'accesso aperto e condiviso per questo tipo di dati.
Confidiamo in un cambiamento di rotta sul punto, vista la sensibilità fino ad ora dimostrata dall'attuale Direzione INGV OV.
Per chi fosse interessato ad approfondire la tematica dei livelli di allerta e variazione di parametri monitorati sufficienti per il passaggio a livelli successivi vi suggeriamo questo Nostro articolo esclusivo di qualche tempo fa. Da non perdere.
Da ultimo ci riecheggia alla mente (e non vogliamo che accada di nuovo) quanto accadde nel 1999 quando l'allora Direttrice dell'Osservatorio Vesuviano chiedeva al prof. Giuseppe Luongo a cosa gli servivano i dati della crisi sismica. Tra l'altro, per chi non l'avesse letto, questo Nostro speciale con materiale esclusivo del 1999 è assolutamente da leggere sia perché contiene il video in questione sia perché ivi si leggono affermazioni degli allora responsabili della Protezione civile davvero interessanti. Buona lettura.
Un saluto a tutti.
Avv. Giuseppe D'Aniello



2/12/18 COMUNICATO INGV OV - CONTINUANO EVENTI NELLA NOTTE
Ore 8.00
Nella tarda serata di ieri è stato pubblicato sulla home page del sito INGV OV il seguente comunicato. In mattinata uscirà un  Nostro comunicato  e aggiornamento della situazione:

"

COMUNICATO DEL DIRETTORE DEL 01/12/2018 ORE 23:50

A seguito di infondate, errate ed allarmanti notizie apparse su diversi canali social circa la recente attività sismica del Vesuvio si precisa che i terremoti che si stanno verificando al Vesuvio in questi giorni rientrano nella normale attività sismica del vulcano nel suo attuale stato dinamico che si configura in un Livello di Allerta: Base.

Brevi periodi di maggiore sismicità sono avvenuti altre volte negli ultimi anni e pertanto non costituiscono una situazione anomala.

Dai dati di tutte le reti di monitoraggio non si evidenza alcun cambiamento dello stato di attività del Vesuvio, come si può verificare dalla lettura dei Bollettini Mensili"




1/12/18 SCIAME DI EVENTI AL VESUVIO: DIECI EVENTI NELLE ULTIME 4 ORE - RICHIESTA COMUNICATO UFFICIALE
Ore 22.15 Continuano terremoti
Ancora terremoti al Vesuvio di bassa magnitudo ma sembra sempre più profondi del solito e nessun comunicato da parte di INGV OV. Consigliamo la lettura, per chi non lo avesse fatto, di cosa si diceva durante la crisi del 1999 del Vesuvio. Link all'articolo da non perdere.

News ore 21.00

Prosegue l'elevata sismicità del Vesuvio. La profondità media degli eventi è più alta rispetto a quanto registrato negli ultimi anni. Nelle ultime quattro ore registrati almeno 10 eventi sismici di bassa magnitudo.
Riteniamo opportuno che INGV OV faccia un comunicato con la pubblicazione di tutti i dati pubblici disponibili raccolti dalle reti di monitoraggio chiarendo anche quanti eventi di tipo LF (a bassa frequenza) e tremori sono stati registrati negli ultimi giorni. Vanno altresì resi disponibili in maniera live e liberamente fruibili i dati delle temperature e delle fumarole e delle zone controllate all'interno del gran cono. Questo non per allarmare ma per fornire un quadro chiaro e scientificamente completo della situazione in atto. Vanno altresì forniti i dati revisionati del terremoto registrato stamane alle 10.11 UTC (11.11 locali). Non basta l'intervista a questo o quel quotidiano. Al momento è rimasta inevasa la Nostra mail alla Direzione INGV inviata questa mattina.
Segue sismogramma ultime 4 ore BKE.
Quanto all'attacco informatico di cui siamo stati oggetto oggi pomeriggio faremo le opportune indagini per eventualmente risalire alla fonte di tale attacco.


Sismogramma




1/12/18
ATTACCO HACKER AL NOSTRO SITO WEB QUALCUNO HA PROVATO RIPETUTAMENTE DI INTRODURSI NEI NOSTRI SISTEMI  CON FINI NON DI CERTI BEVENOLI -  DISATTIVATA LA WEBCAM PER MOTIVI DI SICUREZZA

1/12/18 VESUVIO: ALTRA SISMCITA' NELLA NOTTE ED ALTRI PROBABILI EVENTI A BASSA FREQUENZA IN MATTINATA
Ore 14.30 UN CONFRONTO DI CATALOGAZIONI
Eccovi la catalogazione dell'evento del 29/11 md 2.3 in alto e quello di oggi più intenso delle 10.11.08 UTC di oggi in basso (entrambi con epicentro ed ipocentro simile). Guardate la differenza. Ci sembra davvero improponibile questa catalogazione odierna! Il confronto è imbarazzante!!!
Tutti i quotidiani locali e nazionali hanno dato la notizia del terremoto odienro che è stato avvertito dalla popolazione nei piani alti di alcuni comuni vesuviani. Un terremoto di magnitudo 1.8 a 1.6km di profondità non può essere avvertito dalla popolazione.
Siamo sconcertati, molto!!!
Da pochi istanti portato a 2.0 da INGV OV.

Sismogramma


Ore 11.55
Arriva una catalogazione preliminare pari ad 1.8. Abbiamo quindi sbagliato addirittura di 1.2 la Nostra stima?
Riteniamo assolutamente sottostimata la magnitudo assegnata in via preliminare

Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/12/01 10:11:8.00 1.8 40.8233 14.4272 1.67 Preliminare
2018/12/01 10:01:26.00 N.D. 40.7353 14.5297 16.30 Automatico
2018/12/01 09:14:52.00 1.0 40.8198 14.4227 1.06 Preliminare
2018/12/01 08:45:52.00 1.0 40.8207 14.4220 0.65 Preliminare
2018/12/01 07:55:25.00 0.6 40.8173 14.4257 0.16 Preliminare
2018/12/01 00:18:59.00 0.5 40.8207 14.4248 0.06 Preliminare
2018/12/01 00:04:29.00 0.6 40.8185 14.4158 0.30 Preliminare
 
Ore 11.15 - In aggiornamento
EVENTO RILEVANTE VESUVIO
Stimiamo la magnitudo dell'evento intorno a 3.0. Sarebbe la prima volta dopo molti anni.
E' innegabile che è in atto una crisi sismica del vulcano inziata da qualche giorno con l'accadimento anche di eventi a bassa frequenza. Senza fare allarmisimi inutili riteniamo che INGV OV debba immediatamente fornire tutti i dati del monitoraggio live registrati in questo momento al vulcano, dalla temeperatura delle fumarole alla composizione chimica, sollevamento suolo.
 


Ore 8.00

Prosegue la sismicità del Vesuvio con eventi registrati nella notte di cui uno riportato anche dalle varie app e localizzato dalla sala sismica di Roma  a 9km di prof. md 1.4 area Terzigno (tale catalogazione dovrà avere conferma da parte di INGV OV). Abbiamo esteso a 200 la profondità degli ultimi terremoti nel grafico piccolo in home page. Intendiamo tuttavia evidenziare alcuni eventi (di cui almeno uno) che ci sembra possano essere collocati nella medesima categoria degli eventi del 28/11, cioè a bassa frequenza od LF (e/o LP). Chiederemo conferma ad INGV OV. Intanto vi evidenziamo i probabili eventi LF e le ultime catalogazioni disponibili su Plinio (al momento non sono catalogati gli eventi di questa notte):
Sismogramma

Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/11/30 23:26:50.00 N.D. 40.8450 14.4760 11.60 Automatico
2018/11/30 23:25:3.00 N.D. 40.8277 14.4135 3.62 Automatico
2018/11/30 14:29:59.00 0.5 40.8238 14.4252 1.65 Preliminare
2018/11/30 14:28:0.00 0.4 40.8267 14.4257 1.39 Preliminare
2018/11/30 13:07:50.00 0.1 40.8232 14.4248 1.80 Preliminare
2018/11/30 12:59:41.00 0.5 40.8287 14.4287 2.07 Preliminare
2018/11/30 12:57:2.00 0.2 40.8263 14.4260 1.59 Preliminare
2018/11/30 01:55:51.00 0.2 40.8030 14.4323 0.81 Preliminare


 

30/11/18 VESUVIO: NUOVI EVENTI IN CORSO
Ore 16.00
Prosegue una sismicità piuttosto sostenuta del Vesuvio. Dalla notte registrati una ventina di eventi tutti di bassa magnitudo, alcuni localizzati e catalogati anche in Plinio. La profondità di questi eventi (tra 1.5-2km circa) è maggiore rispetto alla media degli ultimi anni (meno di 1km). Attendiamo le catalogazioni revisionate ed il bollettino mensile anche per leggere quanto verrà detto sugli eventi a bassa frequenza del 28. Ancora offline il segnale della stazione VCNE Vesuvio.
Segue sismogramma BKE dove abbiamo evidenziato gli ultimi eventi e catalogazioni disponibili su Plinio.
Sismogramma


Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/11/30 14:29:59.00 0.5 40.8238 14.4252 1.65 Preliminare
2018/11/30 14:28:0.00 0.4 40.8267 14.4257 1.39 Preliminare
2018/11/30 13:07:50.00 0.1 40.8232 14.4248 1.80 Preliminare
2018/11/30 12:59:41.00 0.5 40.8287 14.4287 2.07 Preliminare
2018/11/30 12:57:2.00 0.2 40.8263 14.4260 1.59 Preliminare
2018/11/30 01:55:51.00 0.2 40.8030 14.4323 0.81 Preliminare
2018/11/29 21:26:55.00 0.0 40.8160 14.4267 1.27 Preliminare
2018/11/29 20:10:12.00 0.8 40.8217 14.4245 1.57 Preliminare
2018/11/29 19:59:1.00 0.3 40.8197 14.4253 2.57 Preliminare
2018/11/29 19:57:32.00 1.0 40.8208 14.4237 1.00 Preliminare
2018/11/29 19:21:22.00 0.3 40.8202 14.4287 0.05 Preliminare
2018/11/29 19:20:57.00 0.2 40.8225 14.4215 0.07 Preliminare
2018/11/29 18:34:35.00 0.3 40.8272 14.4263 1.19 Preliminare
2018/11/29 18:32:26.00 0.6 40.8262 14.4278 1.72 Preliminare
2018/11/29 15:55:12.00 2.3 40.8212 14.4232 1.58 Preliminare
2018/11/29 14:50:34.00 1.5 40.8185 14.4232 0.34 Preliminare
2018/11/29 08:12:38.00 0.7 40.8310 14.4272 1.50 Preliminare
2018/11/29 06:45:54.00 0.9 40.8243 14.4240 1.14 Preliminare
2018/11/29 06:28:21.00 0.4 40.8257 14.4310 0.11 Preliminare
2018/11/29 06:12:25.00 0.4 40.8265 14.4272 1.30 Preliminare
2018/11/29 05:21:8.00 1.5 40.8288 14.4252 1.81 Preliminare
2018/11/27 10:27:12.00 1.3 40.8217 14.4305 0.21 Preliminare



29/11/18 VESUVIO: TERREMOTO MD 2.3 ED ALTRI EVENTI MINORI
Dopo la sequenza di eventi sismici e tremore a bassa frequenza di ieri, nella notte e mattinata sono stati registrati alcuni eventi sismici minori. Nel pomeriggio di oggi, inoltre, sono stati registrati due eventi di cui uno
alle ore 16.55.12 sec. con magnitudo pari a 2.3, profondità 1.5km circa ed epicentro in area gran cono. Un altro evento è stato registrato alle 15.50.34 sempre ora locale catalogato, sempre in via preliminare, con md 1.5, profondità 0.34km, epicentro area gran cono.
Sulla pagina Facebook associata al sito abbiamo dato immediatamente notizia degli eventi con stima approssimativa della magnitudo dell'evento più intenso pari a 2.2 circa. Anche questa volta abbiamo dato un'informazione corretta e precisa.
Tornando alla sequenza a bassa frequenza di ieri precisiamo che dopo gli eventi segnalati non ci sembrano visibili sui tracciati ulteriori eventi di quella tipologia.
La sismicità tipica del Vesuvio è di tipo VT, eventi vulcano tettonici che si differenziano da quelli LF od LP che si caratterizzano per la bassa frequenza e di origine ascrivibile al movimento di fluidi nel sottosuolo come origine di fratturazione delle rocce (magma o fonti idrotermali). 
Segue sismogramma degli eventi di oggi pomeriggio:

Sismogramma



28/11/18 VESUVIO : SCIAME EVENTI IN CORSO - AGGIORNAMENTO: SI E' TRATTATO DI BREVE SEQUENZA DI EVENTI A BASSA FREQUENZA/TREMORE
Ore 23.15 - Aggiornamento importante
Abbiamo ricevuto info ufficiali sugli eventi di oggi pomeriggio ed è confermata la Nostra prima valutazione: si sarebbe trattato di una sequenza di eventi sismici a bassa frequenza (intorno ai 4hz) con profondità intorno ai 6km. Si tratta di eventi non tipici ed abbastanza rari al Vesuvio. Abbiamo ricevuto espressa comunicazione dalla Direzione INGV OV cui avevamo chiesto oggi pomeriggio chiarimenti sulla natura di questi eventi. Al momento, in base alle prime valutazioni pervenuteci dalla Direzione, si esclude che essi possano essere legati a movimenti di magma. Gli eventi saranno oggetto di ulteriore studio ed approfondimento. Secondo quanto riferitoci gli eventi sarebbero riconducibili alla categoria di eventi (anche tremore) di cui vi abbiamo dato conto nella Nostra esclusiva assoluta del 2016 che invitiamo a leggere. In quella occasione il dr. Mario La Rocca ci inviò, su Nostra richiesta, uno studio molto importante ed interessante circa l'accadimento di tremore sismico registrato al Vesuvio nel 2012 ed eventi a bassa frequenza. Qui il link per la lettura del Nostro speciale esclusivo.
Precisiamo che la Direttrice di INGV OV ci ha informati che si tratta di primissime valutazioni e che questi eventi di oggi saranno e sono già oggetto di ulteriore studio ed approfondimento.

Speriamo di avere ulteriori notizie nei prossimi giorni.
Un saluto
Il gestore e responsabile avv. Giuseppe D'Aniello.



Ore 18.45 - Aggiornamento
Al momento in cui scriviamo gli eventi di oggi pomeriggio visibili sui tracciati delle stazioni sismiche del Vesuvio sembrano rimasti isolati. L'ultimo evento di probabile natura sismica è quello delle ore 14.29 secondi circa ora locale. Girano molti post sui c.d. "social" da oggi pomeriggio; altri su siti di varie testate locali. Alcuni ci citano come fonte, altri no. Abbiamo anche notato molti pacchiani errori nella interpretazione di quanto da Noi riportato in esclusiva assoluta. Di seguito il tracciato BKE dove abbiamo evidenziato in rosso gli eventi ambigui ed in azzurro quelli che a Nostro avviso derivano da origini antropiche.
Non appena disponibili info ufficiali ne daremo conto in questa news.
Sismogramma


Ore 15.24 - Aggiornamento
INGV OV ha rimosso la catalogazione automatica comparsa su Plinio. Questo potrebbe far pensare che gli eventi segnalati o non sono terremoti del Vesuvio oppure che si tratta di frane o che si tratta di una tipologia di eventi (forse a bassa frequenza) per i quali non è possibile al momento determinare la localizzazione oppure che si tratta di segnali registrati dai sismografi ma dovuti ad altra causa antropica.
Seguiteci per gli aggiornamenti.
I soliti siti copioni stanno cercando click riprendendo la Nostra news ma colorandola di dati assurdi tipo che si sia trattato di una forte scossa e così via.


Ore 15.05 - Aggiornamento
Non sembrano visibili ulteriori eventi sui tracciati mentre mancano ancora le catalogazioni da parte di INGV OV. 

ore 14.10 - In aggiornamento continuo
Uno sciame di eventi che definiamo "ambigui" è in atto al Vesuvio. Gli eventi sono visibili chiaramente anche sul tracciato sismico OVO oltre che su BKE. Questa circostanza protrebbe far pensare ad eventi sismici più profondi del solito. Gli eventi hanno avuto inizio alle ore 14.10 circa ora locale dapprima con un rumore crescente e poi con eventi più nettamente distinguibili. Potrebbe anche trattarsi, in ipotesi, di una frana ma tendiamo a scartare questa ipotesi.
Al momento (ore 14.33) è disponibile solo la localizzazione automatica dell'evento più evidente sul tracciato delle ore 14.04.27 secondi circa. Questo dato è, come sappiamo, molto probabilmente errato e quindi attendiamo il dato dato preliminare.
Un altro evento "lungo" è visibile sui tracciati OVO e BKE registrato alle ore 14.29 circa ora locale.



22/11/18 FLEGREI: NOSTRA ELABORAZIONE MOSTRA L'AVVICINAMENTO AI MASSIMI STORICI DEL SOLLEVAMENTO DEL SUOLO RAGGIUNTI NEL 1985.
Tempo fa (primavera 2016) pubblicammo un grafico che mostrava l'andamento del sollevamento del suolo degli ultimi anni inserito su un grafico storico che parte dal 1905.
Abbiamo deciso di aggiornare quel grafico aggiungendo il periodo 2016-ottobre 2018.
Come da didascalìa, il grafico originario è tratto da un articolo della rivista AMRA, cui abbiamo aggiunto in azzurro il sollevamento degli ultimi anni.
Il massimo storico è del 1985 e ormai, seppure in lenta progressione, ci stiamo avvicinando a quei massimi. Se non abbiamo sbagliato i calcoli e la rappresentazione, mancherebbero circa 35-40 cm grosso modo ma ormai siamo su una soglia prossima.
A differenza degli altri episodi, questa volta il sollevamento è lento, progressivo con anomalìe termiche e geochimiche superiori rispetto alle altre crisi. Non vogliamo entrare nella polemica che interessa la comunità scientifica che vede una parte (ci sembra nettamente minoritaria) escludere il coinvolgimento di migrazioni di masse magmatiche nella presente crisi anche perché vi abbiamo già dato conto in passato di questa diatriba. Quello che qui ci interessa evidenziare è la continua progressione verso l'alto. L'avvicinamento ai massimi di sempre del 1985 è chiaro e il sistema, al momento, sembra proseguire con un sollevamento caratterizzato da sismicità continua ma poco intensa rispetto alle crisi passate mentre la componente magmatica dei gas è nettamente superiore rispetto al passato. Postiamo di seguito il grafico esclusivo.
Grafico



15/11/18 FLEGREI: NUOVO STUDIO CONFERMA CHE L'ATTUALE FASE DI UNREST POTREBBE AVERE ORIGINE MAGMATICA. IL VULCANO SI STAREBBE PREPARANDO LENTAMENTE AD UNA GRANDE ERUZIONE.

La rivista online "Le scienze" pubblica un articolo dando spazio ad un nuovo studio sui Campi Flegrei (qui il testo integrale). Troverebbe conferma la tesi secondo cui l'attuale fase di unrest sarebbe da inserire ed inquadrare in una preparazione di lungo termine ad una grande eruzione. Lo studio, a firma della dr.ssa Francesca Forni e di altri colleghi anche dell'INGV, analizza le rocce e minerali eruttati in 23 eruzioni del vulcano per giungere alla conclusione che il super vulcano si starebbe preparando ad una eruzione su larga scala in tempi geologici (è bene precisarlo).

Di seguito uno stralcio e link allo studio in inglese.

"
I Campi Flegrei potrebbero essere alla vigilia – in tempi geologici, s’intende – di una nuova eruzione di grandi dimensioni. È la previsione di uno studio pubblicato su “Science Advances” da Francesca Forni, del Politecnico di Zurigo, in Svizzera, e colleghi di altri enti tra cui l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (INGV) di Roma e il Dipartimento di scienze della Terra della “Sapienza” Università di Roma."

E ancora:
"
Forni e colleghi hanno analizzato campioni di rocce e minerali prodotti da 23 eruzioni avvenute nella zona dei Campi Flegrei, comprese le due eruzioni principali, da cui è stato possibile stimare i cambiamenti critici nella temperatura del magma e il suo contenuto di acqua nel corso della storia eruttiva di tutta la regione. Hanno poi combinato i risultati di questa analisi con un modello termomeccanico per ricostruire i meccanismi che portano il sistema magmatico a passare da eruzioni piccole e frequenti a eventi di dimensioni enormi e dalle conseguenze catastrofiche.
I dati rivelano che l’eruzione in assoluto più recente, quella di Monte Nuovo del 1538, è stata caratterizzata da magmi assai simili a quelli che hanno alimentato l’attività delle fasi iniziali delle eruzioni che hanno formato le caldere. Gli autori ritengono che l’eruzione di Monte Nuovo sia stata l’espressione di un cambiamento delle condizioni chimico-fisiche del magma, in cui notevoli quantità di sostanze volatili si sono separate dalla fase liquida negli strati più superficiali del magma stesso. Questa attuale fase di accumulo di magma e d’incremento della pressione dei gas nella camera magmatica potrebbe culminare, in un’epoca indeterminata del futuro, in un’eruzione di grandi proporzioni.
"

 La notizia è riportata anche dall'ANSA (qui per il testo integrale).

Segono stralci delle news (formattazione Nostra):

"Pubblicata sulla rivista Science Advances, la scoperta parla italiano ed è basata sull'analisi dei campioni di rocce prodotte dal magma relativo a 23 eruzioni avvenute nell'arco di 60.000 anni. Tra queste, a suggerire l'ipotesi che il vulcano sia all'inizio di un nuovo ciclo di attività sono stati i resti dell'ultima eruzione, che nel 1538 ha fatto nascere un piccolo cono di tufi e scorie, il Monte Nuovo."


E ancora:

"
"Studiando i campioni, i ricercatori hanno notato "che nell'attività dei Campi Flegrei c'è una ciclicità" ha detto all'ANSA De Astis. Dopo lo stadio in cui si verifica un'eruzione massiccia di magma che porta alla formazione di una caldera, il vulcano entra in un periodo di piccole e più frequenti eruzioni causate da piccole tasche di magma, rimaste negli strati di crosta superficiali.

"Successivamente - ha spiegato il vulcanologo - l'alimentazione delle eruzioni si dirada e può avvenire solo attraverso tasche di magma o attraverso l'arrivo di nuove piccole quantità di magma. In ogni caso la tendenza è verso piccole eruzioni come quella del Monte Nuovo. Per dare luogo a una grande eruzione è necessario che il serbatoio di magma si ricarichi e cresca". Secondo lo studio, i Campi Flegrei sarebbero nella fase di "lenta e progressiva ricarica del serbatoio perché il magma dell'eruzione del Monte Nuovo ha caratteristiche simili, ad esempio nella composizione e nel rapporto tra vetro e cristalli, a quelle delle fasi iniziali delle eruzioni che hanno preceduto le due catastrofiche del passato".
"


13/11/18 SETTIMANALE FLEGREI: 26 TERREMOTI E SCIAME DI 19 EVENTI IL 12
Dal bollettino settimanale rilasciato in data odierna da INGV OV apprendiamo che nella settimana 6-13 novembre ore 12 locali sono stati registrati 26 terremoti totali, di cui 17 localizzati. Lo sciame di cui vi abbiamo dato notizia in esclusiva assoluta ieri non solo è confermato ma è consistito in 19 terremoti totali (Ns. stima approssimativa parlava di una decina di eventi ed ulteriori minori), localizzati in area Pisciarelli-Solfatara con profondità non superiori ai 2.3 km circa. Riviste dunque alcune magnitudo e profondità. L'evento più energetico ha avuto una md pari ad 1.4 (vs Ns stima di 1.5 circa).
Stabili CO2 e temperatura Pisciarelli, così come stabile il tasso di sollevamento del suolo che prosegue a circa 0.7 cm al mese.
Link al bollettino



12/11/18 SCIAME FLEGREI
Ore 23.22 Aggiornamento
Registrati alcuni probabili micro eventi in aggiunta a quelli già segnalati. Intanto arrivano le prime catalogazioni INGV OV. Gli epicentri sono concentrati in area Pisciarelli, dunque poco ad est della Solfatara a profondità variabili dai 4 a 2km circa. La md massima è per ora individuata in 1.2 ed è quella dell'evento delle ore 22.20.32 sec. circa locali.
Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/11/12 22:10:54.00 0.4 40.8266 14.1481 1.96 Preliminare
2018/11/12 21:20:32.00 1.2 40.8287 14.1450 2.97 Preliminare
2018/11/12 21:06:53.00 0.1 40.8242 14.1356 1.47 Preliminare
2018/11/12 21:06:28.00 0.6 40.8261 14.1414 1.99 Preliminare
2018/11/12 20:57:58.00 0.4 40.8280 14.1539 4.22 Preliminare
2018/11/12 19:14:21.00 0.2 40.8215 14.1439 1.46 Preliminare


Ore 23.00 Aggiornamento
Purtroppo ancora non sono disponibili le catalogazioni relative allo sciame se non di un solo evento catalogato per ora in via preliminare con md 0.4 profondità 4km circa epicentro poco ad est dei Pisciarelli. L'evento (i) più intenso non è stato ancora catalogato ma sembra comunque con magnitudo contenuta intorno ad 1.5. Attendiamo le catalogazioni INGV OV. Al momento contiamo, ripetiamo, circa dieci eventi sismici di bassa magnitudo.

Ore 22.28

Uno sciame di eventi sismici è in atto ai Campi Flegrei. Al momento abbiamo contato una decina di eventi. Sarebbe stato avvertito anche un boato.
L'evento più energetico, al momento, è stato registrato alle ore 22.20.32 secondi circa locali. INGV OV sta procedendo alla catalogazione degli eventi che riporteremo anche qui, oltre che sulla home, appena disponibili.




12/11/18 NUOVA PAGINA GRAFICI METEOVESUVIO. BOLLETTINI MENSILI INGV OV. VESUVIO: CONFERMATA LA NOSTRA STIMA DI TERREMOTI MENSILI AD OTTOBRE PARI A 177, NUMERO PIU' ALTO ALMENO DAL 2002. SUBSIDENZA MARINA: DATO IN CONTINUO CALO. FLEGREI: CONFERMATE ANOMALIE: PROSEGUE ANOMALIA INCLINAZIONE TILTMETRO ECO. TEMPERATURE MASSIME STAZIONE SOLFATARA SF2 IN AUMENTO. ISCHIA: NESSUN EVENTO.

Vesuvio

Iniziamo col dirvi che da molti giorni abbiamo reso disponibili i nuovi grafici aggiornati sul Nostro sito (tranne che per alcuni valori). Ora pubblichiamo la nuova pagina relativa ai grafici che ha lo scopo di facilitarne la consultazione. Stiamo inserendo anche nuovi grafici esclusivi.
Da molti giorni avevamo precisato (grafico relativo alla sismicità del Vesuvio 1972/2018) che per il periodo 1972/1998 si trattava di dati presi dal catalogo OVO, mentre per il periodo 1999-2018 si trattava del catalogo BKE. Ora INGV OV pubblica per la prima volta nel bollettino mensile un grafico relativo alla sismicità del  Vesuvio periodo 1972-2018 che indica la frequenza di accadimento di eventi. Precisa INGV OV che la differenza tra i due cataloghi porta ad un numero maggiore di eventi per la stazione BKE. Questa cosa l'abbiamo più volte precisata in passato e chi ci segue da tempo conosce molto bene la nota polemica che ci fu (agosto 2014) con l'allora Direttore di sezione quando chiedemmo, tra l'altro, che venisse pubblicato il catalogo BKE. Cosa che avvenne solo dopo Nostra richiesta e vittoria legale su Nostro ricorso in Commissione per l'accesso ai dati. Dunque ora INGV OV si preoccupa di pubblicare nel bollettino un grafico che mostra chiaramente quello che diciamo da almeno 4 anni: la microsismicità al Vesuvio è in costante aumento dal 1999 quando, lo ribiadiamo ancora una volta, venne registrata una delle più gravi crisi sismiche al Vesuvio col più forte terremoto mai registrato dalle strumentazioni moderne. Quindi i dati del periodo 1999/2000 non sono ordinari o normali e non possono essere confrontati con la sismicità successiva ed attuale. Del resto pubblichamo da alcuni anni in esclusiva assoluta il grafico relativo alla microsismicità che dimostra quanto affermato. Questo dato è inconfutabile. Parimenti incotrastabile è un altro dato: dal 1999/2000 qualcosa è cambiato nella sismicità del Vesuvio che fa registrare eventi meno energetici ma più frequenti. Quanto alle profondità ribadiamo ancora tutti i Nostri dubbi e perplessità riguardo a quelle pubblicate nel db Plinio che sono in contrasto con quanto riportato in studi scientifici anche di personale INGV OV che adottando, probabilmente, un differente modello di velocità/progagazione delle onde sismiche, giunge ad attribuire parametri sismici differenti a tantissimi eventi registrati al Vesuvio.
Dopo questa premessa, passando al commento del bollettino e dati relativi di cui raccomandiamo la lettura, il numero mensili di terremoti totali (localizzati e non) è stato pari a 177, come esattamente indicato da Noi da molti giorni sulla Nostra home. Siamo stati fortunati. Confermati gli sciami segnalati.
Il numero mensile di terremoti è molto alto e segna un  nuovo record nella sismicità del Vesuvio dal 2002 all'oggi. La causa di questa elevata sismicità non è ascrivibile come precisa INGV OV a mutamenti nello stato del vulcano. Noi aggiungiamo che il dato deve in ogni caso indurre a profondere tutti gli sforzi possibili nel comprendere con la massima certezza possibile la causa di tale aumento.
Notiamo inoltre un dato in netto calo relativo alla subsidenza (abbassamento) del livello del suolo registrato dalla stazione mareografica di Torre del Greco. Avevamo già evidenziato qualche mese fa che la subsidenza in quell'area mostrava un'accelerazione da fine 2015.
Alcune frane hanno interessato l'area del gran cono e questo ha reso impossibile effettuare i campionamenti alla fumarola di fondo cratere FC2 ma in compenso è stata campionata un'altra fumarola di fondo cratere (la FC5) che ha nel tempo mostrato valori simili alla FC2. Ad ogni modo i dati relativi alla geochimica, alla temperatura di tutte le fumarole monitorate, nonché quelli relativi alla deformazione orizzontale e verticale del suolo, non mostrano variazioni significative.
Dall'analisi dei Nostri grafici è evidente quanto detto: si va verso nuovi massimi nel numero, somma magnitudo, eventi con md >1.5 ed altri parametri sismici da almeno 15 anni.
Si tratta di sismicità di bassa energìa certo e non accompagnata da anomalìe significative negli altri parametri monitorati. Tuttavia si tratta di un dato oggettivo che richiede, a Nostro avviso la giusta attenzione. Del resto la premura di INGV OV nel pubblicare nel bollettino un grafico che sostanzialmente mostra come sia poco significativa questa sismicità in termini di energìa in Joules dimostra il nuovo vento che tira all'interno del sezionale di Napoli con la Direzione attuale sensibile alla comunicazione e divulgazione molto di più di quanto visto fino ad ora. Anche le catalogazioni degli eventi su Plinio avviene ormai secondo standard temporali degni di un Istituto di ricerca quale INGV OV (anche qui sono note a chi ci segue da tempo le dure polemiche con la passata Direzione che procedeva a pubblicare le catalogazioni dei terremoti del Vesuvio con giorni o settimane di ritardo!!!). Restano immutate le ragioni per cui pubblichiamo il grafico relativo al cumulativo della sismicità che invece viaggia verso nuovi massimi dal 2000 (dato già battuto l'anno scorso). Dato che, a Nostro avviso, deve far riflettere.

Campi Flegrei

Come noto per i Flegrei INGV OV rilascia bolettini settimanali e molti dati dunque sono già noti. Segnaliamo un Nostro errore nel computo dei terremoti mensili totali che ad ottobre è stato pari a 62 e non 72 come indicato.
Ciò detto, passando al commento del bollettino di cui raccomandiamo la lettura, segnaliamo il permanere dell'anomalìa alla stazione tiltmetrica ECO che a partire dal 14 luglio 2018 ha invertito il tipico pattern di deformazione disinguendosi dalle altre stazioni di rilevamento.
Sui massimi i valori delle anomalìe registrate alle fumarole BG e BN della Solfatara, così come in aumento le temperature massime registrate alla fumarola SF2 della Solfatara.
Confermate le anomalìe in atto da alcuni anni ormai.
Analizzando i grafici si nota come sia in aumento il cumulativo delle magnitudo, così come il numero di eventi a bassa e media intensità, quello dell'energìa in Joules e il numero totale di eventi.

Ischia
Nessun evento sismico registrato ad ottobre. Rimandiamo alla lettura del bollettino.



06/11/18 FLEGREI: 2 TERREMOTI SETTIMANA 30/10 - 6/11. PROSEGUE SOLLEVAMENTO SUOLO.
Dal bollettino settimanale rilasciato da INGV OV nel primo pomeriggio di oggi, apprendiamo che sono stati registrati due piccoli terremoti con magnitudo massima pari a -0.3, profondità poco superiore al km ed epicentro in zona Pisciarelli. Uno di questi era già stato localizzato ed inserito su Plinio. Prosegue a 0.7cm circa su mese il sollevamento del suolo, mentre restano stabili la CO2 e la temperatura ai Pisciarelli.
Come sempre raccomandiamo la lettura del bollettino.
Ci sembra di scorgere anche qualche ulteiore vento registrato nel pomeriggio di oggi ed alcuni minuti fa. Ma attendiamo le catalogazioni INGV OV per capire se ci siamo sbagliati.

5/11/18  EDITORIALE: I MORTI ABUSIVI E LA FUTURA ERUZIONE DI VESUVIO/FLEGREI



30/10/18 FLEGREI: 8 TERREMOTI SETTIMANA 23-30 OTTOBRE. PROSEGUE SOLLEVAMENTO SUOLO.
Dal bollettino settimanale rilasciato da INGV OV nel primo pomeriggio di oggi, apprendiamo che sono stati registrati otto piccoli terremoti con magnitudo massima pari a 0.1, profondità inferiore al km ed epicentro in zona Pisciarelli. Alcuni di questi erano già stati localizzati ed inseriti su Plinio. Prosegue a 0.7cm circa su mese il sollevamento del suolo, mentre restano stabili la CO2 e la temperatura ai Pisciarelli.
Come sempre raccomandiamo la lettura del bollettino.



27/10/18 VESUVIO: SCIAME IN ATTO
Ore 16.45
Lo sciame sembra giungere a conclusione. L'ultimo evento strumentale è stato  registrato alle ore 16.02.30 secondi circa. Disponibili sul sito INGV OV e sulla Nostra home page le ultime catalogazioni.

Ore 15.33
Aggiorniamo la news. Nel frattempo INGV OV ha catalogato in via preliminare alcuni eventi dello sciame che è ancora in atto. Abbiamo contanto altri 12 eventi circa a partire dalle 14.09.20 secondi circa ora locale. Pertanto dall'inizio (ore 11 circa locali, come riportato sul catalogo Plinio) ad ora abbiamo contato circa 37 terremoti di cui solo alcuni con magnitudo superiore ad 1. Precisiamo che il Nostro conteggio eventi comprende anche eventi probabilmente non localizzabili su Plinio o comunque segnali che potrebebro non essere eventi sismici del Vesuvio. Tuttavia ribadiamo che solo in sede di revisione e con l'uscita del bollettino mensile per il Vesuvio sapremo quanti eventi totali ci sono stati.

Ore 13.42
Prosegue lo sciame con altri 4-5 eventi registrati dall'ultimo aggiornamento. In totale quindi siamo giunti a circa 25 eventi registrati. Gli ultimi 4-5 eventi sembrano comunque di magnitudo bassa e i più intensi con md intorno a 1.

Ore 12.52
Altri due eventi di l'ultimo di magnitudo (ore 12.50.20 sec. circa locali) più intensa di tutti che stimiamo intorno a 2.0-2.2.
Al momento abbiamo contato circa 18 eventi. 

Ore 12.25
Ancora qualche ulteriore evnto di bassa magnitudo registrato. Al momento contiamo almeno 15 eventi non catalogati da INGV OV.

Ore 12.17
Lo sciame sta proseguendo con altri due eventi visibili sul tracciato. E' iniziato alle ore 11.52.30 secondi circa con due piccoli eventi e sta prosegendo. Stiammo aggiornando costantemente sul sito la Nostra stima eventi. 

Ore 12.10 - in fase di scrittura
Uno sciame di circa 11 eventi è in corso al Vesuvio. Si tratta, per quanto osservabile, di piccoli eventi. Solo tre di essi sono più evidenti sui tracciati e sembrano avere comunque una md contenuta tra 0.7-1.2.
Al momento in cui scriviamo INGV OV non ha catalogato alcun evento.


23/10/18 GRAFICO ESCLUSIVO SISMICITA' FLEGREI - SETTIMANALE, COMMENTO. PAGINA ESCLUSIVA CON VENTO AL SUOLO ED IN QUOTA PER VESUVIO E FLEGREI
Iniziamo col presentarvi questo nuovo grafico esclusivo che abbiamo elaborato.
Esso mostra l'andamento della sismicità registrata ai Campi Flegrei dal 2000 al 17 ottobre 2018. Abbiamo deciso di ripubblicare questa versione più completa in quanto abbiamo letto ed ascoltato da qualche parte (purtroppo anche autorevole ed accademica) che la sismicità ai Flegrei non è in aumento. Quando sentiamo certe cose, diciamo che ci irritiamo un po' visto che il mondo accademico non può esprimersi come magari ci si aspetta da un politico locale. Non che il politico sia giustificato, anzi; ma quando lo fa l'accademico la Nostra irritazione sale a livello esponenziale e capirete bene il perché.
Ma torniamo brevemente al grafico. Esso mostra quanti terremoti sono stati registrati dal 2000 al 17 ottobre ai Flegrei giorno per giorno. Ovviamente il grafico sale da sinistra (anno 2000) a destra (17 ottobre 2018) in quanto cumula gli eventi. Ma quello che si evince da questo tipo di grafico, dal come lo abbiamo elaborato, è che gli spazi vuoti che potete notare (e che rappresentano i giorni e periodi di assenza di sismicità giornaliera) ormai quasi non esistono più. Inoltre esso mostra ancora come la frequenza di accadimento e il numero di terremoti ad esso collegata sia chiaramente in netto aumento.
Questi dati sono inconfutabili ed oggettivi.
Abbiamo elaborato anche il grafico dal 2012 circa al 17 ottobre per meglio evidenziare quanto sopra detto.
Cliccando sui singoli grafici accedete alla versione full.

Grafico 2000-2018



Grafico 2012-2018
 


Abbiamo anche aggiornato e rivisto la pagina (già esistente) relativa alla direzione e forza dei venti per l'area Flegrea e Vesuviana. Abbiamo scelto di default, per i meno esperti, di visualizzare la forza
e direzione del vento in area Vesuvio a diverse altitudini. Nelle prossime ore, ad esempio, sarà possibile osservare la rotazione dei venti che tenderanno a disporsi dai quadranti occidentali. Per sabato e domenica previsti venti da moderati a forti dai quadranti meridionali. Per Noi che siamo appassionati anche di meteorologia il dato non stupisce ma osservate la diversa forza e direzione dei venti alle varie altitudini: dal suolo, 0 metri fino ai 7000 metri ed oltre si osservano spesso sostanziali differenze nellz velocità ma a volte anche nella direzione. Ricordiamo che il Vesuvio è alto 1281 metri mentre i Campi Flegrei possono considerarsi a livello del mare o poche decine di metri sopra questo livello.
L'importanza della forza e direzione dei venti in caso di eruzione è fondamentale al fine del dislocamento della popolazione ed allontanamento. Soprattutto in caso di eruzione con poco preavviso. I grafici sono interattivi e consentono di impostare varie opzioni.
Link alla pagina. (aggiornare dal browser in caso di caricamento vecchia pagina)


Passando al bollettino settimanale rilasciato da INGV OV puntualmente e che consigliamo sempre di leggere integralmente, nella settimana 16-23 ottobre sono stati registrati 9 terremoti, di cui localizzati 6. La magnitudo massima è stata pari a 0.6. Il sollevamento del suolo prosegue ad un tasso di sollevamento di circa 0.7 cm mese. Stabili flusso CO2 e temperatura ai Pisciarelli (113 °C.).


21/10/18 VESUVIO: NUOVI EVENTI IN CORSO
Ore 21 - Aggiornamento
Non sono stati registrati altri eventi se non un probabile microsisma dopo i due eventi di intensità maggiore.
Le localizzazioni preliminari danno gli eventi come accaduti in area gan cono, lato nord ad una profondità di 1km ed 1.7 km circa.


Ore 20.00 - In aggiornamento

Dopo una serie di micro eventi registrati in parte questa notte ed alcune ore fa, da alcuni minuti sono stati registrati due eventi catalogati e localizzati con md 1.7 ed 1.6 da INGV OV con epicentro base gran cono. Si tratta di catalogazione preliminare.
Questa news è in continuo aggiornamento. Si prega di seguire qui e non sulla pagina Facebook gli aggiornamenti.



20/10/18 VESUVIO: DOPPIO EVENTO POCHI MINUTI FA
Ore 20.35
Un doppio evento sismico è ben visibile sui tracciati sismici BKE registrato alle ore 20.17.25 locali e seguire. Al momento in cui scriviamo INGV OV ha catalogato in via preliminare con md 1.5 il primo dei due eventi, epicentro area cono Vesuvio e profondità praticamente a livello del mare (zero metri). Si tratta di catalogazione preliminare. A noi sembra che l'evento, il primo dei due, possa avere una md maggiore stimabile intorno a 1.7-1.8, il secondo una md minore tra 1 ed 1.2.


20/10/18 NUOVA ESCLUSIVA ASSOLUTA METEOVESUVIO: INGV OV, SU NOSTRA ISTANZA, CI COMUNICA I DATI AGGIORNATI AD OGGI DELLE FUMAROLE VESUVIO, TEMPERATURA E GEOCHIMICA
Desideriamo, innanzitutto, ringraziare la disponibilità della Direttrice di INGV Osservatorio Vesuviano dr.ssa Francesca Bianco che ci ha trasmesso e concesso di pubblicare, su Nostra istanza, i grafici aggiornati della fumarola bordo cratere del Vesuvio B3.

Disponiamo quindi in esclusiva assoluta dei dati in questione.


Riteniamo che dopo gli eventi e sciami dei giorni scorsi l'informazione relativa allo stato attuale delle fumarole e temperatura del suolo sia importante.


Abbiamo analizzato i grafici della stazione FLXOV6 che monitora la fumarola di bordo cratere B3 ed il suolo circostante e non intravediamo anomalìe significative. L'anomalìa termica atmosferica che registriamo al suolo in questo mese di ottobre è presente anche in quota dove è ubicata la stazione. Questa anomalìa sembra stia influenzando anche il dato della temperatura della fumarola e soprattutto del suolo che tende a rimanere su valori leggermente più elevati rispetto ai medesimi periodi dei due anni precedenti. E' comunque in atto una diminuzione dei valori in ossequio al calo termico stagionale che si registra in quota. Nella norma anche i dati relativi al flusso di CO2.
Tornando allo sciame registrato ieri, siamo in attesa della revisione degli eventi per capire se verranno confermate o meno le profondità degli eventi e gli altri valori.

Seguono grafici INGV OV aggiornati:

Temperatura fumarola B3


Grafico
Grafico

Temperatura suolo in area fumarola a 10, 20 e 40 cm.
Grafico

Grafico


Flusso di CO2
Grafico


19/10/18 SCIAME IN ATTO AL VESUVIO
Ore 7.15 del 20/10
Durante la notte localizzati altri due eventi da INGV OV. Altri due eventi potrebbero essere stati registrati. Lo sciame, ad ogni modo, si può dire concluso nella tarda serata di ieri. Ora ci attendiamo una ripresa della ordinaria sismicità vesuviana.

Ore 23.50
Ancora due piccoli micro eventi registrati al Vesuvio dall'ultimo aggiornamento; gli eventi sono di bassissima magnitudo. Sembra dunque scemare la sequenza sismica in atto che è consistita al momento di circa 44 eventi registrati dal pomeriggio ad ora.

Ore 22.30
Proseguono micro eventi. Stiamo aggiornando live in home page gli eventi totali (barra in rosso sul grafico) che comprendono anche gli eventi non localizzabili. Le magnitudo restano bassissime.. 

Ore 20.20
Ancora un piccolo evento registrato poco fa.
In molti ci stanno domandando se lo sciame rientra nella norma. Purtroppo Noi possiamo fornire solo una riposta di valenza statistica. In passato sono accaduti altri sciami, anche di 60 eventi. Va detto che questi sciami si esauriscono generalmente entro le due-tre ore dal primo evento. Ribadiamo ancora che
non disponiamo degli altri dati live relativi al monitoraggio tipo: temperature fumarole, livelli CO2, temperature pozzi (tra l'altro questo dato sembra non sia monitorato in tempo reale), sollevamento ed inclinazione suolo e via discorrendo.
Ancora va ribadito che è da irresponsabili allarmare ma è da irresponsabili rassicurare a tutti i costi. I vulcani e le eruzioni restano un fenomeno naturale sui cui la scienza non ha raggiunto previsioni di tipo deterministico ma solo in termini probabilistici.
Non resta quindi che seguire l'evolversi della situazione e sperare che lo sciame, come accaduto in passato, rientri.

Ore 19.40
Registrato un altro evento alle ore 19.23.6 secondi circa locali. Al momento abbiamo contato circa 35 eventi facenti parte dello sciame. Le profondità preliminari indicano la presenza di eventi anche a 4km di profondità. Sappiamo, tuttavia, che in sede di revisione in genere le profondità vengono generalmente riviste su valori minori, cioè più superficiali. Gli epicentri sembrano concentrati in area gran cono.

Ore 18.55
Lo sciame sta proseguendo. INGV OV ha localizzato 28 eventi con md massima di 1.2. Si tratta di catalogazioni preliminari. Invitiamo i cittadini a mantenere la calma visto che anche in passato abbiamo assistito a sciami simili poi rientrati. Quindi potrebbe trattarsi di fenomeno che benché non così frequente rientra comunque nella sismicità ordinaria del Vesuvio.
Purtroppo non disponiamo degli altri dati live relativi al monitoraggio tipo: temperature fumarole, livelli CO2, temperature pozzi (tra l'altro questo dato sembra non sia monitorato in tempo reale), sollevamento ed inclinazione suolo e via discorrendo.


Ore 17.15- In aggiornamento

Uno sciame di terremoti è in atto al Vesuvio. Al momento abbiamo contato circa 21 terremoti di cui solo alcuni con md intorno ad 1. Si trartta per lo più di micro eventi sismici. Alcuni eventi sono stati localizzati e le catalogazioni preliminari sono disponibili su Plinio ed in home page. Gli eventi sono visibili sulla stazione BKE. Purtroppo ancora irregolare il sismogramma VCNE.
Purtroppo non disponiamo degli altri dati live relativi al monitoraggio tipo: temperature fumarole, livelli CO2, temperature pozzi (tra l'altro questo dato sembra non sia monitorato in tempo reale), sollevamento ed inclinazione suolo e via discorrendo.


19/10/18 REVISIONATI TERREMOTI. VESUVIO: RIVISTA A 2.5 MD EVENTO  COME DA NOSTRA STIMA - CONFERMATO SCIAME DEL 16. ANCORA IRREGOLARE SISMOGRAMMA VCNE. FLEGREI: SALE A 38 IL NUMERO DI TERREMOTI MENSILI LOCALIZZATI.
Iniziamo col dire che l'evento che ha dato origine allo sciame del 16 ha avuto una revisione della md portata da 2.3 a 2.5 (come da Nostra esclusiva stima approssimativa V. news del 16). Il numeri di eventi immediatamente successivi (entro un'ora circa dall'evento principale) è stato pari a 10 (Vs. Ns. stima di 9 circa). Rivista da 1.6 ad 1.5 la md dell'altro evento più intenso registrato nella mattinata del 16. Gli eventi hanno avuto una localizzazione in area gran cono ed una profondità compresa tra 0 e 700 metri circa. Il numero complessivo (localizzati e non) di terremoti da inizio anno supera abbondantemente gli 800; precisiamo che si tratta di terremoti effettivi e non di frane o altro come pure ci è toccato ascoltare! Catalogato con md 1.5 l'evento del 14/10 che avevamo definito "fantasma" nella news del 16. Anche qui non ci eravamo sbagliati.
La stazione sismica VCNE continua a trasmettere un segnale sismico assolutamente incoerente e piatto senza rilevare i terremoti che si verificano al Vesuvio. Sollecitiamo ancora un intervento da parte di INGV OV.

Quanto ai Flegrei il numero di terremoti localizzati e pertanto presenti nel db Plinio da inizio mese è di 38; il numero degli eventi totali localizzati e non al momento fermo a 55 verrà aggiornato col rilascio del bollettino settimanale dove verranno pubblicate le catalogazioni anche di eventuali eventi sismici non localizzabili. In ogni caso è evidente che la frequenza di accadimento di eventi sismici è in aumento così come il numero di terremoti e lo diciamo senza timore di smentita alcuna.  Il numero di terremoti annuali è il più alto dal 2000.
A breve pubblicheremo qualcosa di molto interessante in merito alla sismicità flegrea.
Seguono le catalogazioni revisionate di ottobre disponibili per il Vesuvio (fonte db Plinio, INGV OV) con alcune nostre evidenziazioni:
Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/10/18 10:43:44.00 0.7 40.8177 14.4293 2.37 Preliminare
2018/10/16 16:33:43.62 -0.2 40.8222 14.4398 0.07 Revisionato
2018/10/16 16:32:54.42 -0.1 40.8205 14.4423 0.06 Revisionato
2018/10/16 16:32:46.03 -0.4 40.8200 14.4400 0.08 Revisionato
2018/10/16 16:32:35.04 -0.2 40.8233 14.4393 0.09 Revisionato
2018/10/16 13:46:21.23 0.0 40.8172 14.4348 0.25 Revisionato
2018/10/16 06:08:23.53 1.5 40.8248 14.4443 0.18 Revisionato
2018/10/16 04:16:37.72 0.1 40.8242 14.4390 0.09 Revisionato
2018/10/16 02:10:8.67 0.5 40.8208 14.4245 0.30 Revisionato
2018/10/16 02:04:28.02 0.6 40.8193 14.4243 0.52 Revisionato
2018/10/16 01:47:16.40 0.6 40.8183 14.4298 0.43 Revisionato
2018/10/16 01:38:39.85 0.0 40.8213 14.4413 0.32 Revisionato
2018/10/16 01:37:36.29 0.4 40.8192 14.4270 0.33 Revisionato
2018/10/16 01:14:1.64 0.3 40.8228 14.4372 0.35 Revisionato
2018/10/16 01:13:32.91 0.3 40.8183 14.4308 0.47 Revisionato
2018/10/16 01:12:12.00 0.5 40.8173 14.4228 0.40 Revisionato
2018/10/16 01:10:10.24 -0.7 40.8207 14.4315 0.44 Revisionato
2018/10/16 01:08:46.00 0.1 40.8177 14.4480 0.67 Revisionato
2018/10/16 01:07:14.03 2.5 40.8183 14.4315 0.30 Revisionato
2018/10/15 20:48:19.76 0.3 40.8107 14.4228 0.19 Revisionato
2018/10/15 12:02:45.03 0.1 40.8178 14.4300 0.42 Revisionato
2018/10/14 15:37:37.45 0.0 40.8163 14.4348 0.42 Revisionato
2018/10/14 12:50:1.31 1.5 40.8170 14.4293 0.43 Revisionato
2018/10/12 14:36:37.45 -0.2 40.8203 14.4272 0.07 Revisionato
2018/10/12 05:41:9.73 0.0 40.8220 14.4287 0.46 Revisionato
2018/10/11 15:07:34.39 0.6 40.8193 14.4233 0.19 Revisionato
2018/10/11 12:52:39.07 -0.1 40.8108 14.4247 0.21 Revisionato
2018/10/11 12:47:37.41 0.0 40.8260 14.4272 0.41 Revisionato
2018/10/11 12:34:45.72 0.0 40.8303 14.4275 0.32 Revisionato
2018/10/11 12:15:12.42 0.1 40.8268 14.4278 0.30 Revisionato
2018/10/11 12:12:56.43 0.2 40.8227 14.4233 0.80 Revisionato
2018/10/03 18:28:51.04 -0.2 40.8188 14.4353 0.25 Revisionato
2018/10/03 18:24:37.67 0.2 40.8177 14.4283 0.35 Revisionato
2018/10/03 09:38:57.13 0.0 40.8227 14.4212 0.21 Revisionato
2018/10/03 07:57:4.97 1.2 40.8155 14.4257 1.54 Revisionato
2018/10/02 00:55:17.50 0.1 40.8130 14.4268 0.17 Revisionato
2018/10/01 10:42:6.92 0.6 40.8163 14.4267 0.17 Revisionato
2018/10/01 10:41:39.63 0.5 40.8210 14.4233 0.15 Revisionato
2018/10/01 10:25:18.12 -0.4 40.8222 14.4287 0.21 Revisionato



16/10/18 FLEGREI: 23 TERREMOTI NELLA SETTIMANA 9/16 OTTOBRE
Ore 16.50
INGV OV rilascia il bollettino settimanale relativo ai Campi Flegrei dal quale si evince che sono stati 23 i terremoti totali (localizatti e non) registrati nella settimana 9/16 ottobre ore 12.00, localizzati 17. I dati dei terremoti sono ben noti a chi ci segue anche se nel bollettino risultano leggermente revisionati alcuni parametri sismici. Stabile il sollevamento del suolo a circa 0.7cm mese, così come la temperatura ai Pisciarelli e le emissioni di CO2.
Rimandiamo alla lettura del bollettino.


Vesuvio
Dopo i terremoti della notte e della mattinata, registrati solo pochi eventi strumentali (un paio) ed uno con md 0.4 alcuni minuti fa come visibile in home page.


16/10/18 VESUVIO: TERREMOTO DI MEDIA INTENSITA' (MD 2.3) NELLA NOTTE SEGUITO DA EVENTI MINORI - ALTRO EVENTO DI MD 1.6 IN MATTINATA - ANCORA GUASTO SISMOGRAMMA VCNE - EVENTO FANTASMA REGISTRATO IL 14/10
Ore 9.00
Un terremoto di magnitudo 2.3 è stato registrato questa notte alle ore 3.07.13 sec. circa locali, localizzato ad una profondità di 200metri circa ed epicentro gran cono del Vesuvio. L'evento è stato seguito da eventi minori (circa nove). Un nuovo evento di md 1.6 è stato registrato alle ore 8.08.24 sec. locali ad una profondità di 500metri circa ed epicentro ad est del gran cono, bordo cratere del Somma. Si tratta di catalogazioni preliminari. Lo sciame e gli eventi sembrano rientrare, per il momento, statisticamente nella sismicità ordinaria del Vesuvio, per quanto osservabile. L'evento maggiore ci sembra di magnitudo superiore a 2.3, intorno a 2.5. Potremmo sbagliarci, ovviamente.
Segnaliamo che è ancora guasta la stazione VCNE Vesuvio che restituisce un sismogramma non valido da molti giorni ormai.
Intendiamo anche segnalare che il giorno 14/10/18 alle ore 12.50.03 sec. crica UTC è stato registrato sul sismogramma un segnale che sembra riferibile ad un terremoto del Vesuvio. Questo evento è rimasto per ora "fantasma" nel senso che non è stato catalogato da INGV OV. Non è stato un terremoto?
Seguono sismogrammi sciame di questa notte ed evento del 14/10 non catalogato ancora.
Sismogramma

Sismogramma



13/10/18 FLEGREI: ALTRI EVENTI IN GIORNATA
Ore 20.15
Come consultabile su Plinio e in home page, sono stati registrati e catalogati in via preliminare alcuni eventi ai Flegrei. Si tratta di tre terremoti localizzati, il più intenso è stato registrato alle ore 18.49.07 secondi ora locale con md 1.2 ed epicentro in area sud cratere Astroni.
Aggiorneremo qui in caso di ulteriori eventi.




12/10/18 FLEGREI: EVENTI IN CORSO
Ore 10.30 -Nuovo evento md 2.0
Un terremoto di md 2.0 catalogato in via preliminare da INGV OV con epicentro sul bordo sud del cretere degli Astroni (ad est di Pozzuoli) è stato registrato alle ore 9.43.35 sec. locali ad una profondità di 1.76km. L'evento segue lo sciame di stamane.
Abbiamo aumentato sulla home a 10 la lista degli ultimi eventi localizzati da INGV OV.


Ore 7.15

Notiamo alcuni eventi visibili sui tracciati sismici dei Campi Flegrei. Si tratta di circa 10 eventi registrati dalle 6.15 alle 6-40 circa locali. Al momento c'è un solo evento localizzato in automatico su Plinio. Gli eventi, se di natura sismica, sembrano avere magnitudo basse (miori di 1.2-1.4). Attendiamo le catalogazioni INGV OV.
Prosegue probabile guasto sul tracciato sismico della stazione Vesuvio VCNE.


10/10/18 PROSEGUE ANOMALIA SEGNALE SISMOGRAMMA POZZUOLI STH - PROBABILE ANOMALIA RIGUARDA ANCHE STAZIONE VCNE VESUVIO - EVENTO FLEGREI NELLA NOTTE
Ore 12.25 - Aggiornamento
Alle ore 12.08, dopo la pubblicazione della Nostra news, è stato effettuato un intervento sul sismogramma della stazione STH dei Flegrei che sembra al momento funzionare correttamente restituendo il tipico segnale sismico.
Ancora irrisolto problema alal stazione VCNE.



Ore 12.00

Prosegue anomalìa del sismogramma stazione STHV pubblicato online da INGV OV. Analoga anomalìa semrba interessare da giorni anche la stazione VCNE del Vesuvio pubblicata online. Un evento catalogato in via preliminare con md 0.4 è stato registrato ai Flegrei alle ore 2.24.38 sec. UTC con profondità di 2km ed epicentro poco ad est del porto di Pozzuoli.


9/10/18 ANOMALIA SISMOGRAMMA POZZUOLI STHV - EVENTI
Ore 19.40 - Aggiornamento bollettino
Sono 19 i terremoti registrati nella settimana 2/9 ottobre alle ore 12, localizzati 15. Confermato il piccolo sciame da Noi segnalato.
Non sono stati confermati gli ulteriori eventi da Noi segnalati della serata di ieri 8 ottobre che quindi non sono eventi sismici, mentre risultano, come sempre, altri eventi non localizzabili.
Stabile il tasso di sollevamento del suolo a circa 0.7 cm su mese, così come il flusso di CO2 e temperatura ai Pisciarelli (113 °C.).

Raccomandiamo la lettura del bollettino.


News ore 9.30

Segnaliamo che il sismogramma STHV della stazione di Pozzuoli, dopo il guasto di ieri pomeriggio (ore 16.43 circa UTC), ci sembra non stia restituendo un segnale sismico corretto. La "pulizia" del segnale con assenza di disturbo tipico di questo sismogramma ci ha indotti ad approfondire ed in effetti l'evento sismico di ieri sera catalogato e localizzato in Plinio delle ore 22.19.53 UTC con md 0.7 non è affatto visibile sul relativo tracciato.
Inoltre segnaliamo ancora che ci sembra che altri due eventi siano stati registrati ai Flegrei alle ore 18.33.30 sec. circa UTC e 22.33.15 sec. circa UTC di ieri sera (in UTC time, +2 ore per l'orario locale). Potrebbe trattarsi di eventi di bassissima magnitudo non localizzabili che troveremo nel bollettino settimanale che verrà rilasciato nel pomeriggio di oggi.
Per verificare la registrazione di eventi è possibile consultare la stazione BAC (purtroppo poco sensibile per gli eventi in area Solfatara-Pozzuoli) o tenersi aggiornati consultando l'elenco ultimi eventi disponibili in Plinio (riportati, sebbene ancora con qualche ritardo su cui stiamo lavorando, anche nella Nostra home page).
Confidiamo in un pronto intervento dei tecnici INGV OV per il ripristino della corretta pubblicazione del sismogramma STH di Pozzuoli.



8/10/18 BOLLETTINI MENSILI: NOVITA' VESUVIO CON NUOVA STAZIONE FONDO CRATERE.  FLEGREI: PROSEGUE ANOMALIA TILTMETRO ECO. AGGIORNAMENTO SCIAME. ISCHIA: NESSUN EVENTO.

Preliminarmente avvertiamo i visitatori che le novità introdotte in home sono ancora in fase di test. Stiamo lavorando per ottimizzare e risolvere alcuni problemi di aggiornamento che abbiamo riscontrato nonché per introdurre nuovi servizi. A breve aggiorneremo anche i Nostri grafici e non mancheranno alcune novità. 


Vesuvio
Iniziamo col dare notizia della operatività della stazione multiparametrica dedicata al monitoraggio in continuo della fumarola situata sul fondo cratere del Vesuvio (FLXOV7). Finalmente otteniamo quanto richiesto, invano, da tempo alle passate Direzioni. Il Nostro plauso va dunque all'attuale Direttrice dr.ssa Francesca Bianco. Chi ci segue da tempo sa perfettamente quanto abbiamo insistito sul punto del monitoraggio in continuo delle fumarole situate nel cratere del Vesuvio e questa (la FC2) è l'unica del fondo cratere a consentire un monitoraggio dei parametri geochimici e termici in continuo. E' stato adeguato il sistema di alimentazione installando sia una mini pala eolica sia un pannello fotovoltacio. Bene.
Passando al dato rilevato, la temperatura della fumarola così come quelal del suolo a 40 cm di profondità del sito FC2 è di circa 95 °C con oscillazioni al ribasso dovute a fattori atmosferici. I dati del monitoraggio pubblicati partono dal 12-13 settembre 2018 circa.
Confidiamo nella pubblicazione dei dati CO2/CH4, HE/CO2 ed H2/CO2  per i quali esiste un database storico.
Passando brevemente agli altri dati relativi alla geochimica e termalità non c'è nulla di particolare da segnalare così come per quelli relativi al GPS, inclinazione e mareometria.
Il numero di terremoti complessivi è stato pari a 116, con 96 eventi localizzati. Non viene segnalato l'accadimento di eventi LF/LP.
Consigliamo come sempre la lettura del bollettino.


Campi Flegrei
Ore 16.00
Aggiornamento sciame.
Dopo i cinque eventi (localizzati)  di questa notte facenti parte di un piccolo sciame, ne sono stati localizzati altri tre in Plinio: per due vi è catalogazione preliminare, per uno solo quella in automatico. L'ultimo evento è quello delle ore 8.58.16 sec. circa locali.
E' bene ricordare che le catalogazioni presenti in Plinio sono al momento preliminari e potrebbero subire rettifiche sia nelle magnitudo assegnate sia negli alti parametri in sede di revisione.

Torniamo al bollettino mensile.
Trenta gli eventi registrati a settembre, come noto.
Avendo a disposizione i bollettini settimanali, che vengono rilasciati con quella cadenza da quando il vulcano è in stato di "attenzione" (dicembre 2012), non abbiamo particolari novità da segnalare.
I dati geochimici della fumarola BG della Solfatara mostrano il perdurare di anomalìe con gli ultimi dati che si posizionano in prossimità dei massimi da quando vengono effettuate le misurazioni (1983 circa). Ad esempio, mediamente negli anni ottanta il rapproto CO2/H2O faceva misurare un valore medio di 0.2/0.25, nelgi ultimi 3-4 anni tale valore è tra 0.35-0.4; la CO (monossido di carbonio) un valore di 0.4-0.5 medio mentre nelgi ultimi anni tale valore si assesta a 1.6-1.8 circa (con un aumento di quattro volte circa).  
Il dato significativo sui cui ci soffermiamo riguarda la deformazione registrata alla stazione tiltmetrica ECO situata poco ad ovest rispetto al cratere della Solfatara. A questa stazione continuano ad essere registrati valori di inclinazione anomali rispetto al pattern deformativo di tipo radiale in atti. In parole semplici, mentre tutte le stazioni mostrano una inclinazione che immaginando un punto centrale in zona porto di Pozzuoli si inclinano in forma radiale da questo punto, la stazione ECO mostra una inclinazione marcata verso Ovest che non rispetta questa deformazione radiale. Questo sta accadendo dal 14 luglio ed è evidenziato chiaramente negli odogrammi e grafici pubblicati da INGV OV nel bollettino.
Consigliamo, come sempre, la lettura del bollettino mensile.

Ischia
Nessun terremoto registrato a settembre. Non ci risultano dati particolari da commentare trattandosi di variazioni rientranti nei trend in atto.
Rimandiamo alla lettura del bollettino.


8/10/18 FLEGREI: SCIAME DI TERREMOTI NELLA NOTTE
News ore 7.15
Uno sciame di terremoti di bassa md è stato registrato nella notte dalle ore 2.54 alle 3.41 circa locali. Sono stati localizzati 5 eventi catalogati in via preliminare con md massima pari a 1.5 (ore 3.34.45 sec. locali), con epicentro tra il porto di Pozzuoli e l'Accademia Militare, profondità di circa 2km. Sulla home sono presenti le catalogazioni preliminari come operate da INGV OV.  
Per le catalogazioni ufficiali raccomandiamo comunque di visitare il sito INGV OV, db Plinio.



3/10/18 NUOVA HOME PAGE - NUOVI DATI "LIVE"
A partire da oggi introduciamo alcune novità in home page che descriviamo brevemente.

Abbiamo introdotto sezioni con dati "live" relative agli eventi e terremoti del Vesuvio, Flegrei nonché una sezione con gli ultimi terremoti pubblicati dalla rete INGV CNT.
Quanto al Vesuvio e Flegrei abbiamo aggiunto le catalogazioni degli ultimi 5 eventi come catalogati nel database Plinio di INGV OV. L'aggiornamento dei dati dipende ovviamente dalla frequenza e tempistica di aggiornamento di INGV OV ed INGV CNT.
Abbiamo anche introdotto in via sperimentale un grafico "interattivo" con le profondità degli ultimi 100 eventi del Vesuvio che si aggiorna dopo la catalogazione di eventi nel database Plinio (occorre sempre fare l'aggiornamento della pagina). L'interattività consiste nella possibilità di posizionarsi sul singolo evento (pallino azzurro) per avere gli altri dati. Anche per i Flegrei abbiamo introdotto un grafico simile ma, al momento, senza interattività.
Introdotti anche il numero di eventi "live" localizzati, annuali e mensili. Tale dato, lo ribadiamo ancora, riguarda gli eventi localizzabili e in genere differisce da quelli totali (che comprende anche quelli non localizzabili).
Abbiamo riposizionato i sismogrammi delle stazioni sismiche più importanti del Vesuvio e dei Flegrei BKE e STH e rimosso i rimanenti sismogrammi che sono comunque raggiungibili e consultabili in formato full e tempo reale su pagina dedicata raggiungibile dalla home.
Introduciamo anche gli ultimi dieci eventi sismici riportati dalla rete INGV Centro Nazionale Terremoti senza limite di magnitudo minima.
In ogni caso per visualizzare l'elenco aggiornato degli eventi live di Vesuvio, Flegrei e terremoti di INGV CNT si consiglia di procedere al periodico aggiornamento della pagina direttamente dal browser.
Non è garantita la corrispondenza temporale e numerica tra dati visualizzati sul presente sito e quelli presenti nei relativi cataloghi e database di INGV CNT ed INGV OV
Alcune funzionalità potrebbero essere temporaneamente non disponibili in quanto stiamo procedendo ancora a limarle e testarle. Ulteriori novità sulla home saranno disponibili a breve.
Raccomandiamo la lettura dei disclaimer presenti sulla home.
Il Nostro sforzo è sempre diretto a rendere disponibili in tempo reale i dati delle reti del monitoraggio acquisite da strumentazioni pubbliche.
Grazie.
Il Gestore Avv. Giuseppe D'Aniello



02/10/18 FLEGREI: 21 TERREMOTI NELL'ULTIMA SETTIMANA
INGV OV rilascia il settimanale 25/9 - 2/10. Confermato lo sciame del 28 consistito in 11 eventi sismici con md massima pari ad 1.7, epicentro in zona Solfatara, profondità media di poco superiore ai 2km. C'è stata quindi qualche revisione di md, epicentri ed ipocentri rispetto alle catalogazioni preliminari. Gli eventi sismici localizzati sono stati 13, mentre per 8 eventi (tra cui quello segnalato da Noi in esclusiva delle ore 1.53.04 sec. UTC del 28)  non è stato possibile effettuare la localizzazione. Tre eventi di bassissima md, di cui uno localizzato, sono stati registrati anche in mattinata e riportati nel bollettino.
Il sollevamento del suolo prosegue nel trend di rialzo. Stabili le emissioni di CO2 e la temperatura (113 °C.) della fumarola principale dei Pisciarelli.
Link al bollettino.



28/9/18 SCIAME SISMICO IN CORSO AI FLEGREI
Aggiornamenti live continui

Ore 21.45
In attesa delle catalogazioni revisionate, ci sembra che lo sciame, come anticipato nell'aggiornamento delle ore 10.30, si è concluso con l'evento delle 9.35 circa di stamane. Non sembrano essere visibili ulteriori eventi sui tracciati né sono stati catalogati altri eventi da INGV OV. Ulteriori aggiornamenti con la revisione.

Ore 12.15 INGV CNT CORREGGE ERRORE LOCALIZZAZIONE EVENTO ORE 8.36.28
Come avevamo anticipato, c'era un errore nella localizzazione dell'evento pubblicato da INGV CNT qui e prontamente rimbalzato su tutte le app registrato alle ore 8.36.28 sec. circa. L'evento è quello registrato alla Solfatara e non al Vesuvio. Dunque nessun terremoto di md 1.6 registrato al Vesuvio. Incredibilmente molti siti web danno ancora come registrato questo evento al Vesuvio dove invece è stata registrata microsismicità nelle prime ore della mattina (evento md 0.1 ore 5.29.19 sec. UTC).

Ore 11.15 Nostro conteggio eventi sciame
Ad una analisi più approfondita lo sciame sembra essere consistito in circa 14 eventi, di cui 9 localizzabili. Un ulteriore evento è stato registrato questa notte alle ore 1.53.07 sec. circa UTC (+2 ore per l'ora locale).

Ore 10.30 Lo sciame sembra essersi concluso
Per quanto osservabile dai sismogrammi disponibili, non sono visibili ulteriori eventi dopo l'ultimo delle 9.35.08 sec..


Ore 10.00 Ulteriori catalogazioni INGV OV - Precisazione su notifiche app evento ad Ercolano

INGV OV ha proceduto alla catalogazione di altri eventi e tra questi anche quello segnalato poco fa delle ore 9.35 circa.
Lo sciame è consistito al momento in nove eventi localizzati e catalogati in via preliminare.
Segue elenco catalogazioni disponibili al momento su Plinio:

Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/09/28 07:25:8.00 0.8 40.8315 14.1402 3.09 Preliminare
2018/09/28 06:59:47.00 1.7 40.8315 14.1377 2.94 Preliminare
2018/09/28 06:50:52.00 0.7 40.8282 14.1402 2.65 Preliminare
2018/09/28 06:45:7.00 -0.3 40.8262 14.1402 2.84 Preliminare
2018/09/28 06:37:41.00 -0.3 40.8262 14.1402 2.84 Preliminare
2018/09/28 06:36:28.00 1.6 40.8315 14.1402 2.81 Preliminare
2018/09/28 06:34:21.00 -0.2 40.8218 14.1447 1.95 Preliminare
2018/09/28 06:32:46.00 0.8 40.8332 14.1390 3.40 Preliminare
2018/09/28 06:31:34.00 -0.3 40.8292 14.1368 2.34 Preliminare

Precisiamo che quanto alla notifica (dal sito INGV CNT) di un evento delle ore 8.36.28 secondi che sarebbe occorso al Vesuvio di md 1.6, ci sembra che si tratti di un errore in quanto non ci risulta alcun evento registrato a quell'ora al Vesuvio dove sono stati registrati solo piccoli eventi strumentali prima e dopo quell'ora.


Ore 9.30
- Ulteriore evento registrato alle ore 9.35.05 sec. circa che sembra essere di md contenuta (1.0 circa).


Ore 9.20 - Arrivano le prime catalogazioni INGV OV. Gli epicentri sono poco a nord della Solfatara e le profondità intorno ai 3km. Seguiranno altri aggiornamenti:
Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/09/28 06:59:47.00 1.7 40.8315 14.1377 2.94 Preliminare
2018/09/28 06:50:52.00 0.7 40.8282 14.1402 2.65 Preliminare
2018/09/28 06:36:28.00 1.6 40.8315 14.1402 2.81 Preliminare
2018/09/28 06:32:46.00 N.D. 40.8332 14.1390 3.40 Preliminare
2018/09/28 06:31:34.00 -0.3 40.8292 14.1368 2.34 Preliminare


News ore 8.45 in aggiornamento
Registrati alcuni eventi sismici ai Campi Flegrei dalle ore 8.31 circa locali. Al momento abbiamo contato circa sei eventi di cui uno più intenso probabilmente avvertito registrato alle ore 8.36.27 sec. circa locali.
Gli eventi sono di bassa magnitudo. A breve le catalogazioni prleiminari di INGV OV.

Lo sciame si sta intensificando con un evento più intenso registrato alle 8.59.47 sec. circa.



25/9/18 FLEGREI: 8 TERREMOTI NELLA SETTIMANA 18/25 SETTEMBRE
News ore 20.00
Parliamo subito del sollevamento del suolo dovuto alla dinamica del vulcano: prosegue ad un tasso medio di circa 0,7cm/mese. Questo è quanto si legge nel bollettino settimanale rilasciato poco fa da INGV OV. Analizzando i dati (provvisori) ci sembra di scorgere una lieve accelerazione del sollevamento. Questa tendenza dovrà attendere la conferma dai dati definitivi.
Quanto alla sismicità si è trattato di una settimana movimentata. Come è noto sono stati catalogati e localizzati in Plinio sei eventi; uno ha avuto una md pari a 2.5 e due una md pari ad 1.4. Altri due eventi non sono stati localizzati. In totale dunque sono stati otto i terremoti registrati nella settimana. 
Stabile la CO2 e la temperatura ai Pisciarelli. Rivista ad 1.1 da 1.0 la md dell'evento registrato questa notte.
Link al bollettino (aggiunta del 26/9/18)



25/9/18 VESUVIO: EVENTI  IN CORSO - FLEGREI EVENTO MD 1.0 NELLA NOTTE
News ore 13.45- In aggiornamento
Un  evento si è verificato al Vesuvio alle ore 13.29.24 sec. circa. L'evento è stato catalogato da INGV OV con md (1.3, rivista da 0.9) in via preliminare.
Sono stati comunque registrati altri eventi sismici minori sia prima che dopo l'evento principale.
Seguono nuove catalogazioni aggiornate alle 14.05:
Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/09/25 11:41:13.00 0.4 40.8182 14.4183 0.56 Preliminare
2018/09/25 11:29:27.00 1.3 40.8148 14.4230 1.20 Preliminare
2018/09/25 11:29:23.00 0.1 40.8148 14.4252 1.00 Preliminare
2018/09/25 11:17:34.00 -0.1 40.8150 14.4280 1.10 Preliminare


Catalogazioni disponibili alle 13.45
Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/09/25 11:41:13.00 0.1 40.7047 14.4080 1.10 Preliminare
2018/09/25 11:29:24.00 0.9 40.8148 14.4230 1.20 Preliminare
2018/09/25 11:29:23.00 0.1 40.8148 14.4252 1.00 Preliminare
2018/09/25 11:17:34.00 -0.1 40.8150 14.4280 1.10 Preliminare

Campi Flegrei
Un evento con md 1.0, epicentro in zona est Solfatara e profondità di 1.82 km è stato registrato ai Flegrei questa notte alle ore 3.04.55 sec. locali.


21/9/18 
IL MIRACOLO DI SAN GENNARO, L'ERUZIONE DEL 1631 E L'EPISODIO DEL 19 SETTEMBRE 2018


20/9/18 FLEGREI: ALTRI DUE EVENTI NELLA NOTTE, UNO CON MD 1.4
News ore 7.15
INGV OV ha catalogato in via preliminare altri due eventi registrati nella notte ai Flegrei,  con md 1.4 (ore 00.15.35 sec circa locali ) e 0.3 (ore 2.23.31 sec. circa locali). Il più intenso ha avuto come epicentro la zona Accademia Militare, Via Napoli ed una profondità di poco meno di 1km. Ci giunge qualche segnalazione che l'evento è stato avvertito.
Seguono catalogazioni eventi come rinvenibili su Plinio:

Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/09/20 00:23:31.00 0.3 40.8287 14.1389 0.83 Preliminare
2018/09/19 22:15:35.00 1.4 40.8215 14.1377 0.90 Preliminare

 Ricordiamo a tutti che il bradisismo è un fenomeno di sollevamento del suolo lento ma costante che è ripreso nell'area dal 2006 e che si tratta di fenomeno legato alla dinamica del vulcano flegreo.


18/9/18 FLEGREI: EVENTO SISMICO RILEVANTE POCHI MINUTI FA SEGUITO A ALTRO EVENTO

Ore 7.10 de 19/9/18 - Aggiornamento Flegrei

Come anticipato ieri notte sulla pagina Facebook, INGV OV ha poi pubblicato le catalogazioni su Plinio. La magnitudo dell'evento principale è stata rivista da 2.2 a 2.5 (Ns stima approssimativa 2.5-2.8). Confermato l'epicentro ai Pisciarelli e la profondità a poco più di 2km. Su INGV CNT è stata aggiornata la catalogazione di pari passo con la nuova revisione evento. Il terremoto minore, che ha seguito di pochi minuti il principale, è stato catalogato con md 1.4, epicentro Pisciarelli e profondità 1.67km (Ns stima approssimativa md 1.5).
Non sembra siano stati registrati altri eventi nella notte. 
Di seguito le catalogazioni presenti sul sito INGV OV:

Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/09/18 21:39:43.00 1.4 40.8263 14.1450 1.67 Preliminare
2018/09/18 21:36:41.00 2.5 40.8297 14.1483 2.28 Preliminare

Segue sismogramma eventi:

Sismogramma


Seguono aggiornamenti nell'immediatezza dell'evento sul web (primi in assoluto a dare notizia dell'evento):

Ore 23.45 - In aggiornamento

Un terremoto non ancora catalogato, seguito da altro evento minore, è stato registrato in area Flegrea alle ore 23.36.42 sec. circa locali. L'evento è stato avvertito dalla popolazione e potrebbe avere avuto una md stimabile intorno a 2.5-2.8. Il secondo evento sismico che è occorso pochi minuti dopo potrebbe avere avuto una md pari a 1.5 circa.
Al momento dell'aggiornamento news (ore 23.52) gli eventi risultano localizzati ma non sono sono state rese pubbliche ancora le catalogazioni preliminari.

Ore 00.10 - Aggiornamento
Il sito INGV OV, area catalogazioni Plinio, risulta intasato. Ad ogni modo le catalogazioni non sono quindi ancora consultabili. Sembra comunque che gli eventi al momento siano rimasti isolati.
L'intensità del primo evento ha fatto si che venisse rilevato anche dalle reti sismiche del Vesuvio.

Ore 00.15 Aggiornamento
Secondo il sito INGV CNT l'evento più intenso ha avuto una md pari a 2.2, prof. 2km, epicentro area Pisciarelli. La catalogazione è della sala operativa di Napoli ed è stata comunicata alle ore 00.09.39 sec. locali.




18/9/18 SETTIMANALE FLEGREI: DUE TERREMOTI - SOLLEVAMENTO SUOLO CONFERMATO - VESUVIO: DOPO UNA PAUSA DI UN POCO MENO DI 24 ORE, DUE EVENTI SISMICI POCO FA
News ore 21.30
Preliminarmente, con riferimento al Nostro articolo di ieri, intediamo chiarire che le dimisisoni hanno riguardato la Direzione INGV e non la Direzione di INGV Osservatorio Vesuviano.

Dunque esce il bollettino settimanale dei Flegrei aggiornato ad oggi ore 12 locali e notiamo come venga confermato il sollevamento del suolo in atto ad un tasso medio di 0.7 cm mese. Quanto alla sismicità, due gli eventi registrati: uno il 15/9 di cui abbiamo già dato conto con epicentro in mare, poco ad est a largo di Pozzuoli e profondità a 2.88km; lpaltro evento di md pari a 0.1, profondità 1km circa ed epicentro in Pozzuoli, zona Porto. Rimangono stabili l'emissione di CO2 e la temperatura ai Pisciarelli (113 °C.).
Qui link al bollettino INGV OV rilasciato nel pomeriggio.

Vesuvio
Vi abbiamo parlato della microsismicità in atto negli ultimi giorni e precisamente dal giorno 12 con una certa frequenza. Nella giornata di oggi non erano stati registrati eventi ma poco fa, alle ore 20.58.23 locali e 21.15.30 sec. circa locali, sono visibili sui tracciati quelli che riteniamo due segnali riconducibii a microsismi del Vesuvio. Il primo è stato localizzato in automatico da INGV OV ma manca, al momento, la catalogazione preliminare. Sembra un  terremoto di bassa md, intorno a 0.3.



17/9/18 LA TRAVE E LA PAGLIUZZA: LE DIMISSIONI DELLA DIRETTRICE INGV - SCENARI DI RISCHIO SEGRETI?
Articolo esclusivo consultabile qui



17/9/18 VESUVIO: ANCORA MICRO EVENTI NELLA NOTTE ED IN MATTINATA - EVENTO DI DUBBIA NATURA
News ore 7.25
Registrati alcuni eventi sismici al Vesuvio. Alcuni sono presenti anche nel DB Plinio catalogati in via preliminare ed automatico. Uno di questi eventi (ben visibile sui tre tracciati sismici del Vesuvio) ha avuto una forma d'onda allungata e sembra essere consistito in tre episodi verificatisi dalle 3.49.04 circa alle 3.51 circa UTC (+2 ore per l'ora locale). Non sappiamo se si sia trattato di eventi di natura sismica associabili al vulcano ma il picco di uno di essi è stato rilevato, sebbene in automatico, dal sistema ed è presente nel DB Plinio. I Nostri lettori conoscono la vicenda legata agli eventi a "bassa frequenza" per cui non ci dilunghiamo oltre. Di seguito elenco ultime catalogazioni aggiornato presente sul sito INGV OV:
Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/09/17 04:02:13.00 0.9 40.8147 14.4193 0.15 Preliminare
2018/09/17 03:49:20.00 N.D. 40.8288 14.4923 2.50 Automatico
2018/09/16 22:14:47.00 N.D. 40.8147 14.4275 0.06 Automatico

Eccovi l'evento "dubbio" come registrato da BKE:

Sismogramma



16/9/18 VESUVIO: PROSEGUE FASE CON MICROSISMICITA' 
News ore 17.00
Sebbene non costituisca un'anomalìa significativa nel senso più volte precisato, intendiamo dare conto della microsismictà in atto al Vesuvio. Nelle ultime 24 ore abbiamo contato ed individuato sui simogrammi circa sedici segnali sismici riconducibili probabilmente a micro terremoti (precisazione: è ovvio e ci sembra scontato, che ci riferiamo a micro terremoti associabili alla dinamica del vulcano). Alcuni di questi sono stati anche localizzati e catalogati in automatico da INGV OV. Invitiamo sempre a tenere in debito riferimento il Nostro Vademecum terremoti linkato in alto e la legenda disponibile sul sito INGV OV. Di seguito le catalogazioni "preliminari" operate da INGV OV relative agli eventi per cui è stato possibile effettuare la localizzazione. A tal proposito ricordiamo ancora che la Nostra stima terremoti differisce da quella presente nel database Plinio almeno per due motivi: 1) nel db Plinio sono presenti gli eventi "localizzabili", cioè quelli i cui parametri sismici consentono di determinare tutti i relativi valori (md, profondità ed epicentro) e non tutti gli altri eventi; 2) le Nostre stime sono fatte eslcusivamente sulla scorta della Nostra esperienza analizzando i sismogrammi e potrebbero includere segnali sismici che hanno altra fonte non riconducibile al vulcano. A tal uopo la Nostra esprienza ultraventennale nella lettura dei sismogrammi del Vesuvio ci consente di escludere quei segnali sismici che si sembrano a prima vista dovuti ad altre cause. Allo stesso tempo potremmo non essere in grado di infìdividuare eventi minori così come potremmo commettere errori nell'individuare segnali sismici come terremoti. Ribadiamo quindi che le uniche catalogazioni avente carattere scientifico ed ufficiale solo quelle effettuate da INGV OV Napoli e disponbili sul portale istituzionale dell'Istituto.
Ciò detto e ribadito per l'ennesima volta, tornando alle catalogazioni delle ultime 24 ore, constatiamo come l'evento sismico con magnitudo massima è stato quello di stamattina ore 11.31.31 locali (9.31.3 UTC) con valore di 0.8. Questa notte, in particolare, dalle ore 00.18.43 locali (22.18.43 sec. UTC del 14) alle 02.12.2 sec. locali sono stati registrati almeno otto eventi di bassa magnitudo:
Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/09/16 09:31:31.00 0.8 40.8168 14.4238 0.06 Preliminare
2018/09/16 00:12:2.00 0.3 40.8115 14.4243 0.20 Preliminare
2018/09/15 22:49:49.00 0.2 40.8192 14.4310 0.10 Preliminare
2018/09/15 22:46:34.00 0.4 40.8180 14.4258 0.10 Preliminare
2018/09/15 22:46:15.00 0.2 40.8202 14.4267 0.02 Preliminare
2018/09/15 22:45:16.00 -0.1 40.8200 14.4262 0.10 Preliminare
2018/09/15 22:34:11.00 0.3 40.8217 14.4248 0.50 Preliminare
2018/09/14 23:50:57.00 0.4 40.8223 14.4230 0.09 Preliminare
2018/09/14 22:18:43.00 0.5 40.8208 14.4227 0.09 Preliminare

Ore 17.12
Subito dopo la Nostra news, per una mera coincidenza, abbiamo rivenuto ulteriori catalogazioni sul sito INGV OV, db Plinio:
Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/09/16 13:51:29.00 0.1 40.8192 14.4232 0.53 Preliminare
2018/09/16 13:50:2.00 0.5 40.8177 14.4240 0.52 Preliminare



15/9/18 TERREMOTO MD 1.6 AI FLEGREI
Abbiamo già dato conto sulla pagina FB associata al sito dell'evento registrato stamane (ore 11.23.56 locali) in area flegrea. Si è trattato di un terremoto avente md 1.6, profondità di 3km circa ed epicentro in mare, poco a largo della linea costiera ad est di Pozzuoli.
L'evento sismico è stato catalogato in via preliminare su INGV OV e sembra essere isolato, non preceduto né seguito da altri eventi. Tuttavia, aggiungiamo, altri due piccoli eventi potrebbero essersi verificati alle ore 16.39.30 sec. circa locali. Ma su questi attendiamo conferma da INGV OV.
Come sempre potrebbe esserci revisione dei parametri.
Eccovi i dati della catalogazione preliminare disponibili su INGV OV al momento (ore 16.45):
Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/09/15 09:23:56.00 1.6 40.8107 14.1422 3.10 Preliminare





13/9/18 VESUVIO: ALTRI EVENTI NELLA NOTTE
Aggiornamento ore 14.00
Aggiorniamo brevemente per segnalare la registrazione di altri quattro eventi di probabile natura sismica al Vesuvio a partire dalle 7.50 di stamane. Si tratta di piccoli eventi appena registrati dalle stazioni sismiche e quindi non avvertibili. Prosegue quindi da ieri questa  costante e moderata attività sismica del Vesuvio che al momento non costituisce un'anomalìa significativa. L'ultimo evento è delle 13.44.30 sec. circa ora locale (11.44.30 sec. UTC).
Segue l'elenco catalogazioni disponibili sul sito INGV OV aggiornato alle ore 14.00. L'elenco, è bene precisarlo, contiene gli eventi localizzabili. Esso non è esaustivo né completo del numero di eventi totali registrati (vedi Vademecum):
Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/09/13 11:44:31.00 0.4 40.8195 14.4362 0.95 Preliminare
2018/09/13 05:43:4.00 0.6 40.8147 14.4258 0.13 Preliminare
2018/09/13 04:00:20.00 N.D. 40.7985 14.4893 14.43 Automatico
2018/09/13 00:52:55.00 0.6 40.8163 14.4333 1.84 Preliminare
2018/09/12 21:23:32.00 1.2 40.8148 14.4303 0.21 Preliminare
2018/09/12 18:20:32.00 N.D. 40.8068 14.3873 0.49 Automatico
2018/09/12 16:24:48.00 0.8 40.8217 14.4320 2.09 Preliminare
2018/09/12 16:24:33.00 N.D. 40.8645 14.4875 23.46 Automatico
2018/09/12 12:45:46.00 N.D. 40.8235 14.4628 0.11 Automatico
2018/09/12 10:09:16.00 0.9 40.8175 14.4267 0.18 Preliminare
2018/09/12 09:02:57.00 0.8 40.8193 14.4255 0.56 Preliminare
2018/09/12 01:10:4.00 0.5 40.8163 14.4298 0.13 Preliminare
2018/09/12 00:45:6.00 0.9 40.8160 14.4243 1.73 Preliminare



News ore 7.50

Aggiorniamo brevemente la situazione relativa al Vesuvio. Dalle 22 a stamane abbiamo contato altri sei eventi di bassa magnitudo. Al momento, ripetiamo, la sismicità osservata non sembra discostarsi da quanto osservato in altre occasioni (non così frequenti) in passato. Aggiorneremo appena possibile questa news. Da inizio mese abbiamo contato 56 eventi di probabile natura sismica.


12/9/18 VESUVIO: TERREMOTI NOTTURNI - CHIARIMENTI - EVENTI IN CORSO
Aggiornamento ore 21.15
Nel corso della giornata sono stati registrati altri terremoti al Vesuvio sempre di bassa magnitudo e non avvertibili dalla popolazione. Complessivamente abbiamo contato dalla mezzanotte di oggi circa 12 eventi, alcuni localizzati anche da INGV OV come da catalogazioni che seguono. Si tratta di sismicità che benché sia più sostenuta della media è stata registrata anche in passato. Seguono catalogazioni disponibili sul sito INGV OV:

Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/09/12 18:20:32.00 N.D. 40.8068 14.3873 0.49 Automatico
2018/09/12 16:24:48.00 0.8 40.8217 14.4320 2.09 Preliminare
2018/09/12 16:24:33.00 N.D. 40.8645 14.4875 23.46 Automatico
2018/09/12 12:45:46.00 N.D. 40.8235 14.4628 0.11 Automatico
2018/09/12 10:09:16.00 0.9 40.8175 14.4267 0.18 Preliminare
2018/09/12 09:02:57.00 0.8 40.8193 14.4255 0.56 Preliminare
2018/09/12 01:10:4.00 0.5 40.8163 14.4298 0.13 Preliminare
2018/09/12 00:45:6.00 0.9 40.8160 14.4243 1.73 Preliminare



News ore 12.30

Interveniamo con questa news per segnalare, per l'ennesima volta, che le uniche catalogazioni ufficiali relative ai terremoti del Vesuvio sono quelle fatte da INGV Osservatorio Vesuviano mentre quelle fatte da INGV sala sismica Roma (che fanno arrivare le notifiche alle varie app per capirci) non sono da considerarsi pienamente attendibili. Inoltre i due terremoti di questa notte localizzati da INGV Roma a Boscotrecase hanno avuto una preliminare catalogazione da parte di INGV Osservatorio Vesuviano differente come facilmente desumibile dall'elenco che segue:
Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/09/12 10:09:16.00 0.9 40.8175 14.4267 0.18 Preliminare
2018/09/12 09:02:57.00 0.8 40.8193 14.4255 0.56 Preliminare
2018/09/12 01:10:4.00 0.5 40.8163 14.4298 0.13 Preliminare
2018/09/12 00:45:6.00 0.9 40.8160 14.4243 1.73 Preliminare

Questo accade per motivi strettamente tecnici che consentono ad INGV OV di disporre di un maggior numero di stazioni sismiche e quindi di un maggior numero di sismogrammi per localizzare ed individuare correttamente i parametri sismici. Nessun complotto, nessuna dietrologìa!

Altri due terremoti sono stati registrati qualche ora fa, come si evince dall'elenco.
Si tratta, per quanto osservabile al momento, di ordinaria sismicità del Vesuvio con eventi di energia bassa.
Precisiamo ancora che a volte le catalogazioni di INGV Roma vengono trasmesse da INGV OV. Questo di solito accade solo per eventi con magnitudo superiore a 2.
Quanto ai miei concittadini preoccupati per l'epicentro in Boscotrecase va ricordato che il territorio del Comune si estende fin sopra il vulcano e quindi è normale che il sistema attribuisca gli eventi come registrati nel Comune di Boscotrecase. La magnitudo è stata molto bassa;  si tratta di eventi non avvertibili. Purtroppo qualche testata giornalistica in cerca di click ha amplificato la notizia ignorando completamente che al Vesuvio si registrano centinaia di terremoti ogni anno.  Farebbero bene a dare evidenza a ben altre problematiche collegate alla sicurezza e prevenzione del rischio vulcanico nelle Nostre aree!!!
Notiamo ancora che le catalogazioni da parte di INGV Osservatorio Vesuviano sono diventate abbastanza rapide in ottemperanza a quanto chiediamo da anni. 



11/9/18 SETTIMANALE FLEGREI: SCOMPARE IL RIFERIMENTO ALLA PAUSA NEL SOLLEVAMENTO DEL SUOLO - CONFERMATE NOSTRE PERPLESSITA'
News ore 16.00
Dunque esce il bollettino settimanale dei Flegrei aggiornato ad oggi ore 12 locali e notiamo come scompaia il riferimento ad una possibile pausa nel sollevamento del suolo contenuta negli ultimi bollettini settimanali e nell'ultimo mensile. Chi ci segue sa che avevamo sollevato qualche dubbio e perplessità al riguardo. I nostri dubbi hanno avuto conferma e quindi il sollevamento del suolo ai Flegrei, al momento, non ha avuto alcuna pausa (come si evince dal grafico presente nel bollettino) e prosegue mediamente ad un tasso di 0.7 cm al mese. Qui è possibile leggere il Nostro commento al bollettino precedente con grafico annesso.
Va detto che comunque INGV OV aveva indicato solo come probabile la stasi nel sollevamento.
Quanto alla sismicità un solo evento registrato nella settimana 4/11 settembre di md 0.1, mentre rimangono stabili l'emissione di CO2 e la temperatura ai Pisciarelli (113 °C.).
Qui link al bollettino INGV OV rilasciato nel pomeriggio.


10/9/18 MENSILI, POCHE NOVITA'. VESUVIO: RIVISTE LE PROFONDITA' DEI TERREMOTI AD AGOSTO. SCIAME PIU PROFONDO IL GIORNO 8. FLEGREI: ANALISI GRAFICO CUMULATIVO MAGNITUDO SU NUOVI MASSIMI.

Abbiamo aggiornato i Nostri grafici consultabili come sempre qui.

Vesuvio
Poche novità da segnalare. In totale sono stati registrati 78 terremoti: localizzati 58. Un evento, come noto, ha avuto md superiore a 2 (2.2). Riviste, come da Noi anticipato, le profondità (e magnitudo) degli eventi che sono state riviste e rientranti nella media delle osservazioni degli ultimi anni. Segnaliamo però solo uno sciame prontamente segnalato qui che ha avuto delle profondità superiori alle solite. Nella news dell'8 avevamo anticipato la probabile revisione di alcuni parametri, cosa che è avvenuta ma resta confermato un evento a 3km ed altri 3 a più di 2km. Nulla di anomalo, sia chiaro.
Di seguito le catalogazioni revisionate dello sciame:
Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note

2018/08/08 06:55:34.16 0.3 40.8157 14.4243 2.12 Revisionato
2018/08/08 06:33:3.05 1.2 40.8207 14.4327 2.88 Revisionato
2018/08/08 06:20:50.87 0.9 40.8228 14.4332 3.00 Revisionato
2018/08/08 06:08:55.83 0.7 40.8237 14.4255 2.42 Revisionato
2018/08/08 05:50:17.84 0.0 40.8233 14.4257 0.97 Revisionato

I restanti dati (geochimici, inclinazione, temperatura) restano nella media delle osservazioni.
Rimandiamo alla lettura del bollettino.
Resta sempre inalterata la problematica relativa alle catalogazioni presenti nel DB Plinio più volte segnalata. Chi vuole può approfondire qui.

Campi Flegrei
Registrati 29 eventi sismici ad agosto: localizzati 19 terremoti, di cui 16 registrati in due sciami sismici dei giorni 4 e 17. Le magnitudo sono rimaste comunque basse (md massima 0.5). Ricordiamo che per i Flegrei, essendo a livello GIALLO, si dispone di bollettini settimanali e questo consente quindi di avere aggiornamenti più costanti e continui. Nella giornata di domani dovrebbe essere rilasciato il prossimo che conterrà anche aggiornamenti sulla situazione del sollevamento del suolo in atto.
Dal mensile si evince facilmente che in ogni caso il trend al rialzo di medio/lungo periodo è rimasto al momento intatto.
Vogliamo commentare, brevemente, il Nostro grafico esclusivo aggiornato relativo alla magnitudo cumulativa relativa ai Flegrei rilasciata anno su anno dal 2000 al 31 agosto.
Grafico

Il grafico ci dice che il dato del 2018 ha superato abbondantemente quello degli altri anni superando il valore di 60. Come è noto a chi ci segue, questo grafico esclusivo lo elaboriamo anche per il Vesuvio ed abbiamo spiegato le ragioni che ci indussero a fare tale scelta (qui potete rinvenire un Nostro articolo ad hoc del 17/9/2015). La magnitudo cumulativa è dunque molto al di sopra degli altri anni e questo non fa altro che confermare la presenza di un trend al rialzo delle anomalìe in atto nella caldera del super vulcano flegreo. Il grafico in parola è la risultante della somma delle magnitudo dei singoli eventi (escludendo le md negative).
Proseguono nei soliti trend anomali gli altri dati monitorati.
Rimandiamo alla lettura del bollettino.


Ischia
Apprendiamo che ad agosto è stato registrato solo l'evento di md 2.5 del giorno 8 già segnalato ampiamente in precedenti news. Proseguono nei soliti trend i dati osservati.
Completato il potebziamento della rete sismica.
Rimandiamo alla lettura del bollettino.



4/9/18 SETTIMANALE FLEGREI: ANALISI SOLLEVAMENTO - CONGRESSO C.O.V. NAPOLI - AGGIORNAMENTO VESUVIO
Riprendiamo gli aggiornamenti rassicurando i numerosi lettori che ci hanno scritto "preoccupati" per l'assenza di news. Come noto METEOVESUVIO nasce e vive come sito indipendente, senza pubblicità e scopo di lucro.  L'attività di aggiornamento nel mese di agosto ha avuto uno stop diremo "fisiologico" in assenza di particolari eventi da segnalare. Abbiamo anche dovuto affrontare un guasto alla cam HD che inquadra il Vesuvio dovuto ad un fulmine. Riteniamo essenziale tale esclusivo servizio ed abbiamo profuso ogni sforzo per ripristinare quanto prima l'inquadratura in real time del Nostro temuto vulcano. Abbiamo anche rimodulato i tempi di aggiornamento dei sismogrammi in home page a fronte del notevole flusso dati che stiamo registrando.

Un cenno va fatto all'importante congresso che si sta tenendo a Napoli denominato "Cities on Volcanoes". Maggiori informazioni possono essere reperite sul sito dedicato al seguente link. Questa la presentazione del Congresso tratta dal sito:

"
La Commissione “Cities and Volcanoes”, nell’ambito della IAVCEI (International Association Volcanology and Chemestry of Earth Interior), ha come finalità il creare un collegamento tra la comunità vulcanologica e chi pianifica e gestisce le emergenze, attraverso lo scambio di idee ed esperienze di “città sui vulcani” (Cities on Volcanoes),  promuovendo la ricerca multidisciplinare, e la collaborazione tra esperti di Scienze della Terra, Scienze Sociali e Amministratori del territorio. La Commissione ha scelto Napoli come sede del prossimo Congresso “Cities on Volcanoes”, nel 2018. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), in collaborazione con l’Associazione Italiana di Vulcanologia (AIV), Dipartimento della Protezione  Civile (DPC), Parco Nazionale del Vesuvio, Regione Campania, Comune di Napoli e Università di Napoli Federico II, Dipartimento di Scienze della Terra, dell’Ambiente e delle Risorse (DISTAR), vi invita a partecipare alla 10° edizione di  Cities on Volcanoes (CoV 10) che si terrà a Napoli  dal 2 al 7 Settembre 2018 Il titolo scelto per il COV 10 “Millenni di Stratificazione tra Vita dell’Uomo e Vulcani: strategie per la coesistenza” vuole porre l’attenzione sulla resilienza intrinseca dell’uomo al rischio vulcanico, in una millenaria storia di convivenza con i vulcani, che dimostra quanto questi abbiano rappresentato, e possono rappresentare, una risorsa oltre che un problema. Allo stesso tempo costruire e rafforzare una risposta resiliente al rischio vulcanico da parte di una società complessa come quella in cui viviamo, è una grande sfida."

FLEGREI
Andando all'analisi dei bollettini settimanali dei Flegrei (ultimo di oggi, link) notiamo come INGV OV segnali una probabile pausa nella fase di sollevamento che necessita di dati defintivi per essere confermata. Per quanto ci riguarda, ci sembra che la fase di pausa sia stata già superata da una ripresa del sollevamento con andamento non difforme da quello osservato negli ultimi anni. Il dato dovrà essere confermato.
Ecco il grafico con Nostra integrazioni in rosso (linea di tendenza e cerchio ultimo periodo):


 
Quanto alla sismicità, ad agosto sono stati registrati complessivamente 29 terremoti. Si conferma quindi la permanenza di una sismicità di fondo che denota una certa continuità sismica. La temperatura ai Pisciarelli rimane su valori stabili di circa 113 °C., così come il flusso di CO2. Col rilascio del bollettino mensile avremo dati più consolidati.


Vesuvio
 
Al momento siamo in attesa della pubblicazione dei dati revisionati dei terremoti registrati ad agosto (Ns stima 86). Come già anticipato in altra news, la presenza di eventi a profondità mediamente più bassa (con alcuni anche a 4km) costituirebbe un fatto nuovo ma, ripetiamo, si tratta di catalogazioni "preliminari" e dunque soggette a probabile revisione. Ne riparleremo tra qualche giorno.



17/8/18 FLEGREI: SCIAME DI EVENTI A BASSA MAGNITUDO NEL POMERIGGIO
News ore 19.45
Uno sciame di eventi sismici di bassa magnitudo è stato registrato ai Campi Flegrei oggi pomeriggio dalle ore 15.37 alle 16.07 circa ora locale. Lo sciame è consitito di 11 eventi localizzati con magnitudo massima di 0.6, profondità tra 0.8 e 2km circa, epicentro tra Solfatara e cratere degli Astroni.
Lo sciame, per quanto osservabile, ha magnitudo, localizzazioni e profondità non difformi da altri  sciami registrati in passato.
Segue elenco catalogazioni disponibili sul sito INGV OV db Plinio:

Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/08/17 14:06:45.00 -0.6 40.8315 14.1160 1.80 Preliminare
2018/08/17 14:01:8.00 0.2 40.8333 14.1402 1.07 Preliminare
2018/08/17 14:00:51.00 -0.3 40.8292 14.1552 2.00 Preliminare
2018/08/17 14:00:47.00 -0.5 40.8215 14.1467 2.00 Preliminare
2018/08/17 13:47:47.00 0.3 40.8315 14.1402 0.60 Preliminare
2018/08/17 13:44:4.00 0.4 40.8370 14.1395 0.45 Preliminare
2018/08/17 13:43:53.00 0.6 40.8387 14.1372 1.80 Preliminare
2018/08/17 13:40:44.00 -1.0 40.8333 14.1385 2.00 Preliminare
2018/08/17 13:40:24.00 0.3 40.8292 14.1318 2.00 Preliminare
2018/08/17 13:38:10.00 0.2 40.8358 14.1303 0.83 Preliminare
2018/08/17 13:37:25.00 0.1 40.8302 14.1385 0.90 Preliminare



17/8/18 TERREMOTO MOLISE E VULCANI CAMPANI. I TEMPI DI ARRIVO E LA VELOCITA'  DELLE ONDE SISMICHE
Siamo stati contattati da più utenti circa un collegamento tra il terremoto del Molise ed i vulcani campani. In particolare molti ci hanno chiesto se questi terremoti possano risvegliare i Nostri giganti addormentati. La risposta è no.
In primo luogo, per quanto a Noi noto, è rarissimo che un terremoto possa far risvegliare un vulcano. I casi documentati sono pochissimi e riguardano vulcani già in precario equilibrio. In secondo luogo questi rarissimi casi riguardano terremoti molto più intensi e relativamente vicini come epicentro ai vulcani. In terzo luogo non è detto che un terremoto molto forte, vicino ad un vulcano possa portare ad un vero e proprio risveglio del vulcano. Anzi sono documentati casi di terremoti molto forti (Sumatra 2004 magnitudo 9.3) che non hanno avuto alcuna influenza sull'attività dei vulcani vicini. Quindi il "range" di probabilità si riduce moltissimo e non si vede come possano questi terremoti acacduti in Molise possano far risvegliare i vulcani campani.

Ciò detto, abbiamo analizzato i tempi di arrivo delle onde sismiche come catturate dai sismografi della rete INGV per determinare quanto tempo hanno impiegato le onde del terremoto avvenuto in provincia di Campobasso per raggiungere la zona vesuviana.
Ebbene, come noto le onde sismiche (non approfondiamo oltre per non complicare il discorso) viaggiano ad una determinata velocità che è funzione del mezzo attraversato.
Ora, abbiamo calcolato quanto tempo ha impiegato la scossa di replica di md 4.4 di ieri sera avvenuta in provincia di Campobasso per raggiungere il Vesuvio e la sua velocità in km orari.  
La scossa è stata registrata alle 22.22.34 secondi nella zona epicentrale; l'evento è stato registrato sui sismogrammi del Vesuvio, come noto, in maniera evidente. Orbene prendendo ad esempio la stazione BKE, l'onda è arrivata alle ore 22.22.54 sec. circa.
Il tempo è di circa venti secondi. Quindi tenendo presente che l'epicentro è a circa 122km dal cono del Vesuvio, la velocità con cui le onde sismiche hanno attraversato l'appennino per raggiungere il Vesuvio è stata di circa 6km al secondo, quindi pari a 21mila km orari.
Per alcuni di Voi lettori sarà un dato nuovo, per i più esperti no in quanto si tratta di dati coerenti con quanto noto.
Abbiamo rappresentato su mappa tratta da Google Maps quanto detto:


Mappa


16/8/18 NUOVO INTENSO TERREMOTO VISIBILE SUI TRACCIATI
Arriva la catalogazione INGV OV: Magnitudo (ML) 5.2, prof. 9km epicentro Montecilfone (Campobasso). Link.
Dalle prime notizie ci sarebbero danni alle abitazioni.

L'evento, in base ai primi dati che circolano in rete, sembra avere avuto una md intorno a 5 con epicentro in zona appennino centrale, ad est di Campobasso, comuni di Palata , Larino.


16/8/18 TERREMOTO MD 2.2 AL VESUVIO
News ore 16.00
Un terremoto di magnitudo (md) pari a 2.2 è stato registrato al Vesuvio alle ore 15.14.09 secondi locali alla profondità di 700 metri circa. L'epicentro è individuato in area cratere. Si tratta di catalogazione "preliminare" quindi soggetta a possibile revisione.
L'evento è stato seguito da altri due piccoli eventi di mangnitudo bassa (md max 1.0).
Segue sismogramma evento
e catalogazioni disponibili sul portale INGV OV db Plinio:
Sismogramma

Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/08/16 13:19:25.00 1.0 40.8258 14.4287 0.70 Preliminare
2018/08/16 13:14:9.00 2.2 40.8202 14.4268 0.69 Preliminare



15/8/18 TERREMOTO IN PROVINCIA DI CAMPOBASSO AVVERTITO IN ZONA VESUVIANA E BEN VISIBILE SUI TRACCIATI SISMICI
News ore 00.20 
Un terremoto di magnitudo (ML) pari a 4.7 prof. 19km (rivista poi a MW 4.6 prof. 14km) è stato registrato alle ore 23.48.31 sec. circa ora locale in provincia di Campobasso (cat. INGV CNT).
Stavamo monitorando alcuni eventi "ambigui" in atto al Vesuvio quando abbiamo avvertito la scossa ed assistito alla registrazione sul simogramma dandone immediata notizia sulla Nostra pagina Facebook.
L'evento è stato avvertito anche a Napoli ed in tutta l'area vesuviana.
Ecco il sismograma dell'evento come registrato dalla stazione sismica del Vesuvio BKE:
Sismogramma



13/8/18 AGGIORNAMENTO TERREMOTI VESUVIO - PRECISAZIONI SU ALCUNI EVENTI
News ore 8.55
Nonostante abbiamo ripetuto per decine e decine di volte che le UNICHE catalogazioni cui far riferimento per il Vesuvio e vulcani campani siano quelle reperibili sul sito INGV Osservatorio Vesuviano, notiamo come i sordi non vogliono sentire e continuano imperterriti a dare come buone le catalogazioni che alcune volte compaiono sul sito INGV e quindi sulle varie app (da ultima un catalogazione - non corretta - di un evento md 1.5 a Somma Vesuviana). Stanchi di ribadire concetti ripetuti per decine di volte, ricordando come il Direttore di INGV CNT ci ha chiarito che le loro catalogazioni dei terremoti vesuviani possono non essere accurate quando operate dalla sala INGV Roma a causa del limitato numero di stazioni disponibili, riportiamo di seguito le catalogazioni "preliminari" (quindi non revisionate e non definitive) disponibili sul sito INGV OV, database Plinio (fate Voi i confronti con le notifiche ricevute dalle varie app). Si notato eventi mediamente più profondi ma, ribadiamo, attendiamo le catalogaizoni revisionate che andranno a confermare o meno questi valori:

Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/08/13 01:40:44.00 0.2 40.8228 14.4318 2.00 Preliminare
2018/08/13 00:35:35.00 -0.5 40.8207 14.4240 2.56 Preliminare
2018/08/12 15:50:21.00 -0.2 40.8222 14.4262 0.32 Preliminare
2018/08/12 14:28:55.00 0.3 40.8158 14.4273 0.41 Preliminare
2018/08/12 02:59:56.00 0.2 40.8175 14.4232 0.32 Preliminare
2018/08/12 00:44:42.00 0.1 40.8197 14.4240 0.20 Preliminare
2018/08/11 23:30:13.00 0.1 40.8240 14.4220 0.46 Preliminare
2018/08/11 23:24:24.00 0.6 40.8162 14.4232 0.13 Preliminare
2018/08/11 23:04:40.00 -0.5 40.8203 14.4258 0.49 Preliminare
2018/08/11 22:30:19.00 1.0 40.8237 14.4250 0.21 Preliminare
2018/08/11 22:30:19.00 1.0 40.8237 14.4250 0.21 Preliminare
2018/08/10 20:33:52.00 0.2 40.8213 14.4213 0.20 Preliminare
2018/08/10 15:40:35.00 0.3 40.8298 14.4255 4.00 Preliminare
2018/08/09 23:04:47.00 -0.1 40.8182 14.4213 1.58 Preliminare
2018/08/09 23:03:41.00 0.1 40.8162 14.4263 0.90 Preliminare
2018/08/09 06:03:46.00 0.3 40.8150 14.4243 0.70 Preliminare
2018/08/09 05:53:47.00 0.3 40.8237 14.4358 2.24 Preliminare
2018/08/09 03:15:7.00 0.9 40.8208 14.4197 0.88 Preliminare
2018/08/08 06:33:1.00 1.9 40.8115 14.4333 4.00 Preliminare
2018/08/08 06:20:49.00 1.2 40.8088 14.4690 2.29 Preliminare
2018/08/08 06:08:51.00 0.6 40.8282 14.4258 1.98 Preliminare
2018/08/08 01:29:49.00 0.3 40.8239 14.4222 0.06 Preliminare
2018/08/08 01:24:7.00 0.9 40.8107 14.4278 1.93 Preliminare
2018/08/07 16:05:14.00 0.3 40.8187 14.4308 0.07 Preliminare
2018/08/07 13:43:4.00 0.2 40.8220 14.4253 0.03 Preliminare
2018/08/06 22:03:23.00 -0.2 40.8158 14.4268 0.07 Preliminare
2018/08/06 18:27:9.00 0.4 40.8198 14.4293 0.59 Preliminare
2018/08/04 08:47:41.00 0.3 40.8180 14.4235 0.06 Preliminare
2018/08/03 04:47:13.00 0.6 40.8158 14.4295 0.14 Preliminare
2018/08/02 03:50:15.00 0.0 40.8188 14.4308 1.16 Preliminare
2018/08/01 00:29:51.00 1.0 40.8242 14.4293 1.46 Preliminare



10/8/18 INSERITE ALTRE STAZIONI SISMICHE IN HOME PAGE
News ore 17.45
Abbiamo ampliato i sismogrammi consultabili live sul nostro portale inserendo in home page altre tre stazioni sismiche, una relativa sempre al Vesuvio (OVOV) che va ad aggiungersi alle altre due BKEV e VCNE, una relativa ai Campi Flegrei (BAC) situata a Baia che va ad aggiungersi alla stazione STHV situata a Pozzuoli ed una relativa al Matese (SGGV).
I sismogrammi sono pubblicati su concessione ed accordo con INGV Osservatorio Vesuviano, come per gli altri già presenti sul sito. E' vietata ogni genere di duplicazione ("mirroring") su altri siti, a meno di specifici accordi con INGV Osservatorio Vesuviano.
Tutti i diritti relativi alla impaginazione dei sismogrammi ed alla creazione del codice html della pagina sono riservati al gestore del sito avv. Giuseppe D'Aniello © 2018 - Vietata la riproduzione/mirroring o altri tipi di duplicazione.


8/8/18 TERREMOTO AD ISCHIA PIUTTOSTO RILEVANTE
Agg. ore 14.15
Dopo l'evento di stamane non sembrano siano stati registrati altri terremoti ad Ischia. Dai tracciati sismici disponibili non sembrano emergere nuovi terremoti oltre a quello delle ore 10.02.57 sec. locali.

Agg. ore 10.40

Pubblicata alle ore 10.40 circa la catalogazione preliminare : magnitudo 2.5, epicentro Casamicciola, profondità 2km. Di seguito catalogazione rpesente nel db Plinio di INGV OV:
Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/08/08 08:02:57.00 2.5 40.7405 13.9063 2.00 Preliminare


Flash news ore 10.05

Un terremoto abbastanza rilvante è stato registrato ad Ischia pochi minuti fa alle ore 10.02.57 sec. locali. Siamo in attesa della catalogazione di INGV OV.



8/8/18 TERREMOTI IN ATTO AL VESUVIO: EVENTO md 1.9 A 4KM DI PROF. - DATO PRELIMINARE
News ore 9.00 - In aggiornamento
Da questa notte sono in atto alcuni eventi al Vesuvio. Precisiamo subito che anche in passato abbiamo assistito a sciami di eventi sismici. Il dato che intendiamo evidenziare è la profondità assegnata in via preliminare agli eventi: il primo di questa notte a circa 2km in zona Boscotrecase e l'ultimo più intenso a 4km di md 1.9 sempre in zona nord Boscotrecase/Boscoreale, base gran cono. Attendiamo la revisione degli eventi (che crediamo comporterà la variazione di alcuni dati) per comprendere se questi dati verranno confermati. Ripetiamo, nulla di eccezionale od anomalo ma certamente un fatto abbastanza inconsueto nella sismicità degli ultimi anni.
Già in luglio avevamo notato alcuni eventi piu profondi rispetto alla media degli ultimi anni.
Segue sismogramma ultimi eventi con Nostre consuete evidenziazioni ed elenco catalogazioni preliminari su Plinio:


Link

Tempo origine (UTC) Magnitudo Latitudine N Longitudine E Profondità (km) Note
2018/08/08 06:33:1.00 1.9 40.8115 14.4333 4.00 Preliminare
2018/08/08 06:20:49.00 1.0 40.8088 14.4690 2.29 Preliminare
2018/08/08 06:08:51.00 0.6 40.8282 14.4258 1.98 Preliminare
2018/08/08 01:29:49.00 0.3 40.8239 14.4222 0.06 Preliminare
2018/08/08 01:24:7.00 0.9 40.8107 14.4278 1.93 Preliminare
2018/08/07 16:05:14.00 0.3 40.8187 14.4308 0.07 Preliminare
2018/08/07 13:43:4.00 0.2 40.8220 14.4253 0.03 Preliminare
2018/08/06 22:03:23.00 -0.2 40.8158 14.4268 0.07 Preliminare
2018/08/06 18:27:9.00 0.4 40.8198 14.4293 0.59 Preliminare
2018/08/04 08:47:41.00 0.3 40.8180 14.4235 0.06 Preliminare